NEWS

Fiat Bravo 2016: le prime foto spia

27 febbraio 2015

Un lettore sorprende un prototipo su cui viene sviluppato il modello che debutterà tra il 2016 e il 2017: sarà costruito in Turchia.

Fiat Bravo 2016: le prime foto spia
SOTTO MENTITE SPOGLIE - Dalle foto spy fuori sembra una Fiat Punto, ma le proporzioni non tornano: è visivamente più lunga, con una bella manciata di centimetri aggiunti dalle porte posteriori in poi. Dentro, la plancia è ripresa pari pari dalla 500L, pur con un volante differente e, per finire il gioco delle differenze, la basetta su cui è alloggiato il vistoso pulsante “kill switch”, obbligatorio per i prototipi, è quella utilizzata per la flotta di 500 e 500L per il servizio di car sharing Enjoy. Sotto questo cocktail si cela l'erede della Fiat Bravo, sorpresa nei collaudi su strada dal nostro lettore Gianluca: un laboratorio viaggiante con una carrozzeria provvisoria (quella definitiva arriverà in seguito).
 
TRA 2016 E 17 - La prossima Fiat Bravo (non è certo che manterrà il nome del modello appena pensionato) verrà costruita in Turchia dallo storico partner Tofas, partecipata da Fiat Chrysler al 37,9%: un modo per contenere i costi e un indicatore sulla natura dell'auto. Non sarà una low cost, ma neppure punterà sullo stile come le 500 e derivate: giocherà le proprie carte sulla praticità e sullo sfruttamento dello spazio, inserendosi in una fetta di mercato segnata dalla presenza dell'inossidabile Volkswagen Golf. Nel piano industriale 2014-2018 di Fiat Chrysler, la Bravo era attesa a cavallo tra il 2015 e il 2016: verosimilmente debutterà un anno dopo, tra il 2016 e il 2017.
 
PIANALE DI FAMIGLIA - Saranno tre le varianti: berlina con cinque porte, berlina a quattro porte con la coda e famigliare (in questo caso, si tratterà di un ritorno, visto che l'ultima in ordine di tempo è stata la Stilo SW). Quest'ultima ben si presta, sulla carta, a realizzare una versione Trekking: il nome con cui, in casa FCA, vengono definite le versioni più “avventurose”, dalla Panda al Qubo fino al recente Doblò e alla 500L, dotate di scocca rialzata e allestimento che richiama le fuoristrada. La piattaforma costruttiva è nota: è quella delle Fiat 500L, 500X e Jeep Renegade, il che fa ipotizzare che almeno i motori meno potenti di questa famiglia siano impiegati sulla prossima Bravo.
 
Notice to the editors: do not publish this pictures without a direct link to this page.
Fiat Tipo 5 porte
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
262
188
131
92
114
VOTO MEDIO
3,5
3.498095
787




Aggiungi un commento
Ritratto di Nicola Cavarzere
28 febbraio 2015 - 08:23
Questo a me sembra un muletto realizzato con componenti carrozzeria di una Fiat G punto, almeno spero.... la bravo attuale é una macchinetta onesta, e la llinea non é così male, queste modifiche, per quel poco che si vede, sembrano peggiorative. stiamo A vedere....
Ritratto di probus78
28 febbraio 2015 - 09:55
era essenziale, secondo me, sviluppare una segmento C con le varianti sw e 3 volumi. Tutti noi in questo sito concordiamo sul fatto che Fiat abbia sbagliato a non farlo prima, abbandonando la vecchia Bravo (ottimo prodotto) a se stessa. Sulla scelta di produrre la nuova vettura in Turchia non mi sento di criticare la cosa e spego il perchè. La 500L se non erro è assemblata in Serbia e pare che non la facciano poi tanto male... anzi. La 550X è stupenda. Non sono fiattaro ma l'ho provata e mi è piaciuta tantissimo da tutti i punti di vista. Il prodotto che verrà assemblato in Turchia probabilmente non avrà la qualità di 500x e Renegade ma potrebbe avvicinarcisi molto, allineandosi agli standard della 500L serba, che non sono da buttare! In definitiva, non credo proprio che la nuova Bravo dovrà fare concorrenza alla Dacia, ma ha buone possibilità di collocarsi sugli "ottimi" livelli delle medie prodotte da Kia, Hyundai, Skoda, Nissan. (Pulsar, Rapid, i30, Ceed)
Ritratto di MatteFonta92
28 febbraio 2015 - 13:22
3
Sono anni che nella gamma Fiat manca una seg. C seria e che possa competere alla pari con le altre concorrenti europee, sia dal punto di vista della qualità sia da quello dell'ampiezza dell'offerta. Il fatto che FCA abbia deciso di dare un'erede alla Bravo è già qualcosa, speriamo che sia anche una volta buona per vedere una compatta fatta bene.
Ritratto di maparu
28 febbraio 2015 - 18:17
Tralasciando il puro e mero scopo di questo articolo che è semplicemente il parlare del NULLA vista l'assenza in questo momento di reali dati su una nuova proposta per il segmento C, vorrei ricordare che le future auto che usciranno dagli stabilimenti Fca in Europa saranno destinate a mercati di almeno 2 continenti e quindi con contenuti decisamente più globali da quelli che una Skoda e una Bravo ieri potevano avere.
Ritratto di FiestaLory
28 febbraio 2015 - 23:00
A mio parere, la Bravo del 2007 è stata (è) una ottima segmento C, e lo dico per esperienza diretta, avendola posseduta in famiglia. Quando uscì era all'avanguardia nel Design, e si faceva notare (me ne innamorai vedendone una "rosso orgoglioso" in un parcheggio). Plancia stupenda. Ovviamente, come ogni auto (Golf compresa) aveva le sue pecche. Ma il vero errore l'ha commesso Fiat: marketing rinunciatario, superficiale. Se con la prossima si commetteranno gli stessi errori (macchina buona, approccio sbagliato) meglio rinunciare fin da subito. Bisogna spingere la possibile clientela a visitare i concessionari, test drive come eventi, numerosi anni di garanzia, per essere i primi a comunicare all'estero che la Casa è la prima a puntare sulla qualità costruttiva e non solo sulle belle linee. Altrimenti, meglio persistere sull'attuale solco, rispettare lo stereotipo dei produttori di macchinette simpatiche che si tuffano dalle viuzzole dei paesotti e dare al mondo quello che il mondo si aspetta, senza crescere, senza espandere il proprio mercato.
Ritratto di vespa50
1 marzo 2015 - 09:02
1
mi interessa il segmento C per la prossima auto... spero siano veloci a proporla in una versione più vicina alla realtà, anche perché secondo me la base coi vari modelli sparsi per il mondo potrebbero averla pronta. altro pensiero: per fare un auto come questa declinata in più versioni la cosa più difficile da indovinare, visti gli ultimi modelli, saranno la linea estetica e il posizionamento prezzo.
Ritratto di kualalumpur
1 marzo 2015 - 19:10
Ora è chiaro cosa sono gli investimenti stranieri in Italia: il gettone di presenza a questi italioti medi che sparano fango su FIAT senza che il prodotto ancora esista!
Ritratto di pi67
1 marzo 2015 - 20:00
che cambio di rotta......... e' una punto allargata. e il made in italy, il buon gusto l'anno usato tutto per la 500x
Ritratto di orsogol
2 marzo 2015 - 11:28
1
Penso che si collocherà a un livello qualitativo tipo Renault, Ford, Opel. Negli altri Paesi EU ne venderanno poche, mentre in Italia avrà successo perchè c'è ancora tanta brava gente che ama il prodotto italiano (anche se poi è costruito all'estero) e che da troppi anni ha dovuto rinunciarvi solo perchè Fiat quella fascia tuttora molto popolare delle SW di segmento C l' aveva sciaguratamente abbandonata. Probabilmente ne faranno anche in allestimento più spartano e low cost per Paesi emergenti (per esempio la tre volumi, che qui da noi non sivende per niente).
Ritratto di Iceman Paul
2 marzo 2015 - 12:25
In casa Fiat un modello di segment C mancava da tempo: non vi sono auto che facciano concorrenza seria a Golf e derivate, non vi sono station ecc...ma se ne sentiva veramente la mancanza? Io penso di no. Oltretutto un altro modello che verrà prodotto fuori Italia: perchè gli italiano dovrebbero acquistarlo?? Stilisticamente non si può ancora dire nulla. Potrebbe essere vincente solamente con un design che lasci il segno. Secondo me la Fiat a intrapreso la strada del revival con le varie serie delle 500, 500L, Livin, X ed è una strada vincente: ovvero anche se le auto non sono tutte prodotte in Italia si vuole rimarcare un Italian style che ha fatto scuola e fa distinguere. Può piacere o meno ma questa strategia fa vendere auto e, anche io che non ho mai amato i modelli fiat ( qualità scarsa, rotture , lamiere arrugginite ecc) una bella fiat 500 in qualche variante me la comprerei. Le varie bravo che si sono succedute stilisticamente non erano un gran che e si perdevano nel mondo del segmento c. Secondo me non dovrebbe essere importata in Italia, se non a un prezzo conveniente; ma al momento, visto i prezzi Fiat non credo che ci sia l'intenzione di fare prezzi da low cost Fiat dovrebbe concentrarsi su modelli che altri non fanno, come dicevo con 500 Nissan con il suo suv ha fatto così ed il mercato le ha dato ragione La pulsar non ha senso...penso sia un'auto che verrà presto messa nella zona ricordi Fiat dovrebbe continuare il solco dei revival Ma avete visto che bello il rendering della "nuova Fiat 127"???!!! Considerate che a me il 127 non mi è mai piaciuto....ebbene, un'auto così che andasse a sostituire la punto la comprerei....non è certo banale Abbiamo la 500L, che ce ne facciamo di un'altra bravo che non vende e che fa crollare il senso di italianità che la cinquecento esprime???!!!
Pagine