NEWS

Fiat Centoventi: te la configuri come vuoi

Pubblicato 04 ottobre 2019

La Centoventi è la concept che potrebbe anticipare la prossima Panda. Scopriamo le tante idee innovative che la caratterizzano.

Fiat Centoventi: te la configuri come vuoi

SEI STILI - Non è ancora un modello di serie, ma la Fiat Centoventi ha già un suo configuratore online, come si usa per le auto pronte a debuttare nelle concessionarie. Questo la dice lunga sull’importanza del progetto in casa Fiat, che dovrebbe diventare la base su cui sviluppare la prossima generazione della Fiat Panda del 2021. Nel “micro-sito” (qui per visitarlo), oltre a immagini inedite dell’auto, si trova anche lo strumento con cui personalizzare una nuova auto e farla rispondere ai propri gusti. Nel caso della Fiat Centoventi è possibile cambiare il colore del tetto, dei fascioni, dei cerchi e della carrozzeria, anche se quest’ultima non è verniciata ma ricoperta da una pellicola adesiva bicolore oppure ad effetto fantasia. È possibile inoltre personalizzare il tetto, arricchendolo con pannelli solari, un portaoggetti, una struttura modulare e il tettuccio apribile in tela. Sulla base di queste personalizzazioni la Fiat ha messo a punto sei stili: dal più sobrio Office, con carrozzeria blu e fascioni neri, al più sbarazzino Beach, con il tetto in tela e colori più vivaci.

TANTI ACCESSORI PER L’INTERNO - La personalizzazione è fra i punti chiave del progetto Centoventi, e ora sta alla Fiat trasformare gli spunti del prototipo in soluzioni tecnicamente realizzabili e sostenibili su scala industriale. In tal senso paiono relativamente facili da mettere a punto le modifiche per l’esterno: su alcune auto già oggi è possibile cambiare ordinare adesivi o cambiare il colore di alcune parti della carrozzeria. Lo stesso vale per la strumentazione, racchiusa in uno schermo di 10”, e per l’originale plancia, ricca di punti quali ancorare supporti per qualsiasi oggetto, come ad esempio un portacenere, una decorazione, un portabottiglie o un altoparlante per lo stereo. La Fiat dovrà essere brava a coinvolgere i produttori di accessori, perché saranno loro a studiare gli optional a disposizione: maggiore il loro numero e maggiore la possibilità che l’iniziativa vada a buon fine.

E LE BATTERIE? - Più difficile mettere a punto il sistema di batterie modulari della Fiat Centoventi, composto da involucri facilmente rimovibili composti da pile della Samsung: con uno di questi si hanno 100 km di autonomia, ma in caso di lunghi viaggi è possibile acquistarne o noleggiarne fino ad altri quattro (per 500 km di percorrenza). Questa è l’idea più intrigante della Fiat Centoventi, perché sarebbe possibile acquistare l’auto con un solo involucro, in modo da tenere basso il prezzo d’acquisto, e richiederne altri solo in caso di effettivo bisogno, ad esempio per un viaggio fuori porta nel weekend.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di Pompilio
4 ottobre 2019 - 17:40
Una presa in giro ... un'auto che non sarà mai prodotta e quindi è inutile configurarla. Tra l'altro la configurazione dei colori esterni ed interni è una cosa vecchia....
Ritratto di Gwent
4 ottobre 2019 - 20:31
2
Infatti ricorda molto la tavolozza di colori della Cactus. Niente di nuovo sotto il sole. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di zero
4 ottobre 2019 - 21:26
11
Nulla di nuovo sotto il sole se ci si ferma ai colori esterni e interni. Una idea molto intelligente, invece, la modularità delle batterie e - a proposito di batterie - intelligentissima anche l'idea stessa di fare continuare a fare una Panda, cioè una macchina all'interno di un segmento che sta sempre di più diventando scoperto di offerta, perché molti costruttori stanno iniziando a fare nel segmento A lo stesso errore che FCA ha fatto nel segmento B: abbandonarlo, complici gli investimenti sull'elettrico che rendono ancora più bassi i margini sulle citycar. Onore a chi lavora per riuscire a tenere insieme tre cose difficilmente conciliabili: piccole dimensioni, elettrificazione, listini bassi. Questa Centoventi/Panda potrebbe riuscirci.
Ritratto di Blueyes
7 ottobre 2019 - 09:46
1
Esatto zero, la concorrenza sta abbandonando il segmento A e questa è l'occasione per la Fiat di diventarne leader. Dopotutto esperienza nelle auto piccole ne ha, conoscenza e capacità idem. Basta che per una volta la proprietà ci metta la volontà e soprattutto i dindi per investire.
Ritratto di Mattia Bertero
4 ottobre 2019 - 18:25
3
Di solito configuro auto che esistono e vengono regolarmente messe in vendita. Se voglio una configurazione fantasiosa di colori metto mio nipotino che mi colora un disegno di un'automobile a piacimento.
Ritratto di Stefano1985
5 ottobre 2019 - 16:30
ahahahahahah concordo in toto
Ritratto di Paolo-Brugherio
7 ottobre 2019 - 14:42
6
Caro Mattia, a mio avviso questo configuratore è solo una ricerca di mercato (gratuita) per individuare i "desiderata" del pubblico. Nel caso di un'eventuale produzione, questa indagine potrebbe tornare utile per selezionare ed assecondare al meglio le richieste di possibili acquirenti.... Marketing, non un disegnino fatto a casa!
Ritratto di desmo3
4 ottobre 2019 - 19:16
vedremo nel concreto cosa rimarrà di tutte queste avveniristiche funzionalità... forse anche troppo avveniristiche per il cliente medio di una Panda
Ritratto di Alex Li
8 ottobre 2019 - 10:58
@desmo3. 120 concept è una vetrina tecnologica....... Molte soluzioni le troverai già il prossimo anno all'interno di 500elettra con prezzi prossimi ai 30000€...che è il prezzo di tutte le B elettriche. Per quanto riguarda la Panda ....andrà avanti con aggiornamenti e mhev12v almeno fino al 2022
Ritratto di Road Runner Superbird
4 ottobre 2019 - 19:17
La trasversatilità del concetto è molto interessante, sarebbe molto interessante se si traducesse in realtà, magari a costi non proibitivi. Il design ricorda tra l'altro ricorda piacevolmente lo stile italdesign degli anni ottanta. Sfiziosa la trovata del sito. Spero per Fiat che porti il progetto a termine perchè fantasioso e originale e potrebbe essere un'opportunità per il brand di "motorizzare" elettricamente l'Italia con un prodotto dal sound familiare.
Pagine