NEWS

Fiat Panda e 500: oggi modelli, domani marchi

5 novembre 2013

Nei prossimi anni, il rilancio della Fiat sul mercato europeo sarà affidato ai suoi modelli di maggior successo.

Fiat Panda e 500: oggi modelli, domani marchi
500 E PANDA DIVENTANO “BRAND” - Verrebbe da dire sempre meno Fiat e sempre più Panda e 500: i due modelli, infatti, cresceranno di numero e si differenzieranno fino a dar vita a una vera e propria gamma, trasformandosi così (un po’ come è avvenuto in casa BMW con la Mini) in nuovi marchi all’interno della famiglia torinese. Il nome Panda accomunerà una serie di vetture che puntano sulla praticità e sul prezzo, mentre la sigla 500 riunirà modelli ricercati, per chi desidera distinguersi. A confermare questo ambizioso piano che, sviluppandosi in non meno di tre anni, dovrebbe far risalire significativamente le vendite, è il responsabile per il marchio Fiat Olivier François, in un’intervista rilasciata ad Automotive News. Pur non disponendo di dettagli sui prossimi modelli, in base a indiscrezioni si può avere un’idea di quali modelli andranno ad allargare le famiglie Panda e 500. 
 
BRAVO AL CAPOLINEA - La Fiat Panda dovrebbe essere proposta (forse già nel 2014) in una versione tipo suv, denominata Panda Cross. In seguito dovrebbero aggiungersi due inedite varianti di carrozzeria: la prima delle quali sostituirà la Bravo e potrebbe avere l’aspetto di una crossover (ponendosi in concorrenza con la Nissan Qashqai), oppure (ma sembra meno probabile) di un veicolo polivalente, inserendosi fra la Qubo (che potrebbe non essere riproposta) e la Doblò. Allo studio anche l’ipotesi che l’erede della Freemont possa far parte della famiglia Panda.
 
LA 500 A CINQUE PORTE - Fra il 2015 e il 2016 la gamma Fiat 500, che già oggi conta quattro tipi di carrozzeria (la tre porte, la cabriolet e le monovolume 500L e 500L Living), sarà oggetto di un aggiornamento: si punterà molto sugli interni, meglio rifiniti e con innovativi sistemi di intrattenimento (connessione a internet, sofisticate interfaccia per i telefonini). In questa occasione dovrebbe debuttare anche la 500 a cinque porte, che potrebbe rimpiazzare la Punto. Attesa pure la Fiat 500X (nel nostro disegno in alto), ovvero la ricercata mini suv, da cui verrà derivata anche una versione marchiata Jeep.
Aggiungi un commento
Ritratto di Strige
5 novembre 2013 - 17:01
Ma la mini non era già un brand a parte? non è una casa automobilistica ex-inglese? Comunque, quella fiat disegnata, mi piace
Ritratto di Sprint105
5 novembre 2013 - 17:10
la Mini è diventato un brand dopo. In origine Mini era un modello prodotto sia da Austin sia da Morris (si distinguevano per pochi dettagli). Detto questo, il programma della Fiat mi sembra vincente. In bocca al lupo!
Ritratto di Bounty Killer
6 novembre 2013 - 11:50
Pochi sanno che, in realtà, le Mini più curate, accessoriate e meglio rifinite, erano quelle prodotte su licenza dall'italianissima Innocenti che, al pari dell'Autobianchi, all'epoca erano Marchi che proponevano modelli particolarmente chic e non erano certo brand "low-cost" come oggi taluni vorrebbero che diventassero se Fiat proponesse auto a basso costo come fa Renault con Dacia. Solo che Dacia è sempre stata produttrice di vetture economiche, Innocenti e Autobianchi avevano in listino modelli indirizzati ad un pubblico più abbiente ed esigente. Saluti!
Ritratto di Fr4ncesco
5 novembre 2013 - 17:19
A sto punto mi sembra la cosa più logica da fare, altrimenti con tutti queste varie versioni di singoli modelli, sotto un solo marchio, non fanno che creare confusione. Panda potrebbe essere un brand "popolare", 500, un brand più ricercato. Dopotutto puntare su questi due modelli, unici di vero successo Fiat, non mi sembra male. Anche se poi mi chiedo che fine farà il marchio Fiat, visto che le stesse eredi di Bravo, Punto e Freemont saranno Panda. Probabilmete Fiat rimarrà solo come nome del gruppo, un po' come avviene per GM o Daimler, chissà.
Ritratto di napolmen
5 novembre 2013 - 18:22
..non dimenticarti che il gruppo fiat comprende anche chrysler..jeep..dodge..etc!!!! insomma nulla vietera' auto fiat su queste basi!!! qst strategia cmq mi sembra molto bella!!!! e nn a caso basta guardare l'ultimo mese vendita 500 nel mondo: le vendite crescono!!!
Ritratto di Domenico79
5 novembre 2013 - 17:20
1
la fiat al posto di perdere tempo ad inventare brand dovrebbe preoccuparsi di produrre nuove auto,e coprire tutti i segmenti di mercato,con nuove idee ed essere concorrenziale rispetto ad altri marchi!sia tecnologicamente parlando che sia qualitativamente!ALTRO CHE NUOVI BRAND!
Ritratto di Rikolas
6 novembre 2013 - 13:07
In periodi di crisi come questo non si compra, che senso avrebbe tirar fuori nuovi modelli? Si vendono solo auto di lusso oppure l'usato. VW e PSA vendono meno (8% e 20% imeno rispettivamente in Italia) proprio perchè han tirato fuori nuovi modelli in questo periodo....un errore che stano pagando a caro prezzo.
Ritratto di poyel38
6 novembre 2013 - 16:48
Meglio vendere poco che non vendere nulla come Lancia e Alfa che a parte qualche numerino in Italia non compaiono nemmeno nei primi 50 posti nella classifica di vendita in Europa!| Meglio dare più scelta al cliente che magari tra la numerica qualcosa trova che limitare la scelta a solo due modelli!!| E credo che molte o quasi tutte vorrebbero "sbagliare" come fa VW
Ritratto di Jean-Andre di Francia
6 novembre 2013 - 19:58
Sopratutto PSA che perde 3 millioni € al giorno. Speriamo che chiudano presto, hanno venduto quasi tutto, salvo la banca PSA finanze. Arroganti francesi, si prendevano per i dei dell'automobile mondiale. Vi racomando, non comprate Peugeot o Citroen. GRANDE FALLIMENTO IN VISTA. In Francia, dal'inizio anno, anche Peugeot usate sono venduto dagli proprietari. Senza pezzi di ricambi, una macchina non andrà. ..
Ritratto di Fojone
6 novembre 2013 - 20:08
che una 500 xl o una Panda/freemont....
Pagine