NEWS

La Fiat mette a punto la X1H per il Brasile

23 dicembre 2015

Esordirà nel 2016 la nuova utilitaria che dovrebbe sostituire la Uno Vivace, vettura lanciata sul mercato cinque anni fa.

La Fiat mette a punto la X1H per il Brasile
PESANTE  RESPONSABILITÀ - Il suo nome in codice è X1H. La vedremo quasi sicuramente nell’autunno 2016. È la nuova utilitaria a cinque porte della Fiat, lunga all’incirca 380 cm e destinata a quella fascia d’utenza per cui la sostanza è una qualità molto più rilevante dell’apparenza. L’automobile è stata immaginata in modo molto accurato dal sito brasiliano Autosegredos, che ne pubblica anche le ultime foto spia. In questa fase sta svolgendo i tradizionali test di affaticamento, necessari per valutare la bontà della meccanica e per riscontrare eventuali difetti di gioventù: la X1H dovrà essere prima di tutto affidabile e robusta.
 
EREDE DELLA UNO - La Fiat X1H sarà una vettura indicata per la città, pratica e molto spaziosa in rapporto alle dimensioni esterne: l’andamento del tetto lascia supporre che i quattro occupanti avranno una buona disponibilità di centimetri per la testa. Il nome commerciale non è ancora noto. L'ipotesi è che la X1H vada a sostituire la Uno Vivace, fornendo un’alternativa a quei clienti interessati ad una vettura maneggevole, poco costosa e dal prezzo vantaggioso. La Uno Vivace ha un prezzo più contenuto (parte da 29.610 real, 6.850 euro) e meno accessori di serie, mentre la Novo Uno giustifica il listino più impegnativo (da 37.840 real, 8.750 euro) con una dotazione più ricca ed una maggiore attenzione al look esterno. Le due versioni derivano entrambe dalla Uno, lanciata nel 2010 e considerata dalla Fiat troppo anziana per reggere l’impatto della concorrenza più recente. La Uno è lunga 377 cm ed ha forme ispirate alla Panda.
 
GAMMA RICCA - Nel listino di Fiat Brasile ci sono molte altre vetture da città e utilitarie, a composizione di un’offerta molto ricca e capace di soddisfare tutte le tipologie di clientela. La Palio Fire è in assoluto il modello più conveniente (28.360 real, 6.560 euro), nonché quello più anziano: deriva strettamente dalla Palio venduta anche in Italia a fine Anni 90. C’è poi la Novo Palio, lunga 379 cm e dalla meccanica più recente nel paragone con la Palio Fire: costa 40.540 real, equivalenti a 9.375 euro. Nel paese carioca sono in vendita anche le Punto, 500 e Bravo, strettamente imparentate con i modelli venduti in Italia, ma tutte assai più costose: i prezzi d’attacco oscillano fra i 48.020 real (11.000 euro) della Punto ed i 64.760 real (14.850 euro) della Bravo.
 
CONCORRENZA AGGUERRITA - La Fiat X1H dovrà sfidare modelli come le Chevrolet Celta, Ford Ka e Volkswagen up!. Nel 2014 le automobili di questa tipologia hanno assorbito l’8,45% del mercato automobilistico brasiliano. Il costruttore torinese si augura che la X1H possa impensierire la up!, autore di un balzo notevole in termini di unità vendute: la Uno deteneva due anni il 60,31% della fascia di mercato riservata alle vetture cittadine, percentuale scesa al 43,6% (2014) in parallelo alla rimonta della up! (passata dallo 0,04% al 21%). Va detto, in ogni caso, che la Volkswagen up! è stata lanciata in Brasile soltanto ad inizio 2014. Le unità omologate nel 2013 erano vetture di prova o dimostrative.
 
NUOVO 1.0 - La Fiat Uno Vivace è disponibile con un motore quattro cilindri da 1 litro (75 CV), modificato per funzionare anche ad etanolo, tipologia di combustibile molto popolare in Brasile. Secondo le indiscrezioni, la X1H dovrebbe portare all’esordio un nuovo 1.0 a tre cilindri, appartenente alla nuova famiglia denominata Small Gasoline Engine (SGE): ha architettura modulare e condivide molti elementi con il 0.9 TwinAir, al fine di massimizzare la condivisione dei componenti ed aumentare le economie di scala. Il 1.0 SGE, stando ai si dice, dovrebbe però esordire nel 2017. Al momento del lancio si potrà ordinare il 1.0 attuale, reso più potente ed ancora più economico. Il cambio sarà manuale a 5 velocità.


Aggiungi un commento
Ritratto di pastrellandrea
23 dicembre 2015 - 15:57
Brutta mi sembra un po esagerato. Sembra piccola e massicia, io la trovo sabbastanza bella, e sopra tutto utile. In Italia potrebbe piacere un sacco.
Ritratto di Sprint105
23 dicembre 2015 - 12:41
Finalmente han capito che serve un 3 cilindri. Speriamo arrivi anche da noi, visto che ormai tutti i costruttori hanno questo tipo di motore per le utilitarie
Ritratto di onlyroma
23 dicembre 2015 - 20:18
Scusa perchè servirebbe un motore 3 cilindri. Cosa hai notato di migliore in queste motorizzazioni. Per sapere
Ritratto di xtom
24 dicembre 2015 - 11:15
Più che un 1000 3 cilindri servirebbe un 1300 3 cilindri, stessi pistoni del TwinAir, ma un cilindro in più, un TriAir con distribuzione a catena che vada sostituire gli attuali 1400 con cinghia di distribuzione, con un cilindro in meno e un diametro maggiore si hanno minori attriti e minori consumi. Poi se lo facessero anche con un maggior rapporto di compressione per ottimizzare il rendimento a metano sarebbe il motore perfetto.
Ritratto di faustopeano94
23 dicembre 2015 - 13:04
Che strana, non brutta, ma strana. Sembra una Panda-Freemont e il posteriore ricorda anche un po' Smart. Noto che come sul Fiat Toro anche su quest'auto il logo posteriore è stato sostituito con i caratteri FIAT cromati, non male questa scelta.
Ritratto di Pelide
23 dicembre 2015 - 13:04
Escluso il motore, mi piacerebbe leggere un articolo sulle differenze tra questa e la panda che guidiamo qui. La qualitá dell'assemblaggio e delle finiture è inferiore? La meccanica (freni, sospensioni o sterzo) è per noi superata? E poi le leggi sull'inquinamento sono piú permissive di quelle europee o usa?
Ritratto di Moreno1999
23 dicembre 2015 - 14:27
4
Veramente abominevole...fortuna che è destinata ad altri mercati
Ritratto di AMG
23 dicembre 2015 - 14:30
Oh cielo. Sembra un incrocio senza senso di Freemont e Panda con un assaggio di Dacia nel posteriore
Ritratto di anarchico2
23 dicembre 2015 - 14:48
Si, design da incubo.
Ritratto di giovi11
23 dicembre 2015 - 18:11
3
L'assaggio di Dacia secondo me è in tutto il design infatti appena l'ho vista ho pensato alla nuova Sandero
Pagine