NEWS

Fiat: nove nuovi modelli da qui al 2014

21 aprile 2010

La gamma della casa torinese viene rivoluzionata: entro il 2011 tante vetture oggi a listino usciranno di produzione e dal 2012 ci sarà una “ondata” di nuovi modelli.

TRA DUE ANNI RIVOLUZIONE - Il piano industriale illustrato da Sergio Marchionne è di quelli tosti. Se per quest'anno, nuova Doblò a parte (foto in alto), non sono annunciate novità, dall'anno prossimo la “rivoluzione” Fiat comincia con un'auto a dir poco fondamentale per il gruppo torinese: la nuova Panda. Sarà proprio questa citycar a “dare il via” a una nuova serie di modelli che debutteranno tra il 2012 e il 2013. Scopriamoli insieme.

Fiat product plan 2010 2014 1


2010
- Come anticipato, l'unica novità di quest'anno è la multispazio Doblò. Ma, il 2010 sarà solo un anno interlocutorio e di “svecchiamento” dato che entro il 31 dicembre è prevista la fine della produzione di diversi modelli oggi a listino. A farne le spese saranno la Seicento, in commercio dal 1998, la Punto Classic, la Croma, la Multipla, l'Ulisse e la Siena, la berlina per i mercati emergenti.

2011 - Sarà l'anno della nuova Fiat Panda e del primo modello realizzato in condivisione con la Chrysler: sarà una crossover derivata dalla Dodge Journey che affiancherà la Sedici (per poi sostituirla). Inoltre, la Linea, la berlina costruita sulla base della Grande Punto per i mercati emergenti, riceverà una “rinfrescata”; mentre la piccola monovolume Idea uscirà di produzione.

2012 - L'abbuffata di nuovi modelli è prevista tra due anni. Se la 500 e la Qubo riceveranno un “restyling” di metà carriera e la Sedici uscirà dal listino, nel corso del 2012 arriveranno ben quattro modelli. Si tratta di una citycar e di una berlina di medie dimensioni che saranno vendute anche negli Usa e di due nuove monovolume, a cinque e sette posti, delle quali solo la prima sbarcherà oltreoceano. Tutti questi modelli saranno costruiti su pianali del gruppo Fiat.

Fiat product plan 2010 2014 2


2013
- Con la Grande Punto e la Bravo attuali che da metà 2013 usciranno di produzione, rispettivamente dopo 8 e 6 anni, la gamma della Fiat si arricchirà di tre nuovi modelli. Per volumi di vendita sicuramente i più importanti saranno l'erede della Punto Evo e una nuova citycar per fare concorrenza alla Toyota iQ: dovrebbe trattarsi della Topolino, un progetto in fase avanzata di sviluppo che era stato “congelato” lo scorso anno. A queste si aggiungerà la versione famigliare della berlina di medie dimensioni che verrà presentata nel 2012: l'ultima di questo genere è stata la Stilo Multiwagon.

2014 - Per quell'anno non è previsto l'arrivo di nuovi modelli, ma solo il “restyling” di alcuni. Si tratterà della nuova Panda e della crossover su base Dodge Journey che debutteranno entrambe l'anno prossimo e della Doblò.

Aggiungi un commento
Ritratto di Borghi Cesare
21 aprile 2010 - 19:06
Buone notizie, arrivano da Torino nuovi modelli, tanti restyling e si spera anche in più qualità in fase di assemblaggi delle diverse vetture italiane; però una nota stonata c'è, perchè se la Fiat aveva già deciso per un futuro cosi' ricco di auto, ha deciso anche di lasciare a casa gli operai che per anni hanno lavorato per la stessa azienda torinese? Cesare
Ritratto di Al86
21 aprile 2010 - 19:56
Spero che oltre ad aggiornare i modelli, riguardino anche i listini perchè per qualche modello sono un po' troppo alti
Ritratto di MASSIMO69
21 aprile 2010 - 21:15
I listini Fiat vanno bene così! Chiusa questa che per qualcuno potrebbe scatenare l'ennesima polemica dico una cosa che mi rattrista molto e cioè l'uscita di scena di 2 grandi auto la multipla vera regina del monovolume con 6 veri posti e la croma l'unica ammiraglia fiat con la chiave d'accensione sul tunnel come le saab........................PERCHé .....................SIG!!!
Ritratto di roberto72
21 aprile 2010 - 22:28
...tolgono dalla produzione a fine 2010 la croma e lasciano scoperto il segmento medio senza una sw fino al 2012 . Da suicidio.
Ritratto di stefano76
23 aprile 2010 - 22:28
ho 1 fantastica croma e sono orgoglioso si comprare italiano, ma se non la rimpiazzano dovrò comprare all'estero per forza!
Ritratto di Pasquale_62
21 aprile 2010 - 22:48
Mi sembra un pò esagerato mandare in pensione la Croma un'auto con 5 anni di vita ristilizzata 2 anni fa. Credo che gli anni di grandi novità saranno il 2012 e 2013.
Ritratto di blitz
21 aprile 2010 - 23:04
La croma, unica auto aziendale la si toglie dal listino, ci rimangono le stilo station da comprare per svuotare i magazzini fiat, poi ci penseremo.
Ritratto di Niko46
21 aprile 2010 - 23:45
3
Ottimo: la Punto, auto che da sempre era una sicurezza della Fiat e di chi la comprava esce di scena senza eredi - fine immeritatamente ingloriosa -; la Croma che esce - nuovamente - di scena senza uno straccio di progenie, la prossima volta che "rinascerà" che sarà diventata? un suv? una monovolume? una... chrysler?; la Multipla... complimenti, ancora oggi vende e ha venduto nonostante la linea da trauma... rappresentava tutto il genio e la razionalità italiana, con lei se ne va l'ultimo stralcio di italianità della Fiat... bravi; parliamo della Grande Punto: pensano di tenerla in questo stato di quiescenza fino al 2013? ma che hanno bevuto? come la Punto Evo... avrà anche un seguito? mamma mia... penso però che il rimpianto maggiore sia stato non commercializzare in Italia la Linea... con questa stupida fissazione delle berline che non vendono (chiedete a Bmw, Mercedes e Audi se davvero non vendono) hanno perso un bel mercato... e se questi piani verranno rispettati beh... se arrivano al 2014 farebbero meglio ad inchinarsi davanti agli acquirenti e ringraziarli con le lacrime agli occhi... perché finché si scherza tutto va bene, ma questo mi sembra vada un "po'" oltre... chi vivrà vedrà... e io intanto mi cerco una bella Croma del '96 - quella vera - con cui godermi i miei tragitti... beato mercato dell'usato...
Ritratto di nuvolari
22 aprile 2010 - 08:17
Nessuna erede 6 posti della multipla auto funzionalissima, croma out, anche ci se la comprava era l'azienda o ilprofessionista, e una station media nemmeno l'ombra intanto ford opel avanzano
Ritratto di Borghi Cesare
22 aprile 2010 - 09:09
Concordo perfettamente con quanto scritto sopra, è veramente una follia togliere dal listino Fiat delle auto che non solo sono molto funzionali, ma veramente comode da guidare; oltretutto non si parla nemmeno di vetture che possano sostituirle nell'immediato..
Pagine