NEWS

Ford: l’auto ti avvisa quando sopraggiunge un mezzo di soccorso

28 giugno 2017

Attraverso la comunicazione fra auto, il sistema Emergency Vehicle Warning anticipa l’arrivo di un’ambulanza.

Ford: l’auto ti avvisa quando sopraggiunge un mezzo di soccorso

MENO PANICO - Il passaggio di un veicolo a sirene accese è un momento che genera sempre confusione fra gli automobilisti, complice la difficoltà a stabilire da quale direzione ed a quale velocità arrivano auto della polizia, ambulanze o mezzi dei vigili del fuoco. La Ford sta lavorando ad una tecnologia che potrebbe risolvere questo problema: si chiama Emergency Vehicle Warning ed è basata sui protocolli di comunicazione fra veicolo e veicolo, grazie ai quali un’auto può trasmettere informazioni a quelle vicine e avvertire i guidatori circa la presenza di incidenti, asfalto sdrucciolevole o altri pericoli. Nel caso specifico saranno i mezzi di soccorso ad inviare il segnale, che verrà raccolto dalle auto e mostrato al guidatore attraverso segnali acustici o visivi. Il sistema Emergency Vehicle Warning permetterà agli automobilisti di non ostacolare i veicoli d’emergenza e condizionerà anche i tempi di intervento dei soccorritori, che saranno inferiori rispetto a quelli odierni perché i mezzi di soccorso troveranno strada libera.

FUTURO LONTANO - Le tecnologie di comunicazione fra veicolo e veicolo (abbreviate con V2V) sono alla base anche del sistema Intersection Collision Warning, che fornisce un segnale d’allarme quando rileva uno scontro imminente: secondo la Ford, ad esempio, il dispositivo può entrare in funzione non appena una vettura passa con il semaforo rosso e rischia di travolgerne altre. In questo caso un avviso indica agli automobilisti nei paraggi di rallentare o fermarsi. I due apparati rientrano all’interno di un progetto che la Ford ha sviluppato in parte utilizzando i finanziamenti messi a disposizione dal governo britannico, che vuole incentivare lo sviluppo di tecnologie per le auto connesse ad internet o guidate dall’elettronica in maniera da far crescere gli standard di sicurezza sulle strade. Il programma si chiama UK Autodrive, è stato sovvenzionato con 20 milioni di sterline e coinvolge anche la Jaguar-Land Rover e la Tata, ma i risultati non saranno visibili prima di qualche anno: al momento non è chiaro quando i costruttori inizieranno ad installare sistemi di comunicazione V2V sulle normali auto in vendita.

Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
28 giugno 2017 - 14:29
Per quanto concerne l'arrivo di ambulanze credo non sia così indispensabile. Non ci vuole poi troppo a vedere nello specchietto il sopraggiungere di un mezzo o ad accorgersi del suono. E per avvisare di incidenti ci sono più efficienti sistemi stradali (solo sulle autostrade in effetti) meglio installare segnali sulle strade che all'occorrenza vengono letti dal veicolo che collegare i veicoli in comunicazione. Personalmente non gradisco l'idea che il mio veicolo comunichi dati in giro e poi la trovo una soluzione troppo utopistica
Ritratto di Fr4ncesco
28 giugno 2017 - 14:46
Di sicuro lo farebbero in forma anonima. Già Google Maps usa i feedback inviati costantemente dagli apparecchi degli utenti per aggiornare le mappe in tempo reale. Metti che c'è scarsa visibilità e il sistema V2V ti avvisa in anticipo che improvvisamente il traffico avanti si è bloccato. Si potrebbero evitare tamponamenti a catena ecc.
Ritratto di Fr4ncesco
28 giugno 2017 - 14:40
Per esperienza personale vedo anche veicoli non spostarsi proprio, proprio non curanti dell'emergenza.
Ritratto di caronte
23 luglio 2017 - 22:53
Un utile tecnologia.