NEWS

Ford Focus ST: una sportiva per tutti i giorni

18 febbraio 2019

La Focus ST, con motori a benzina da 280 CV o diesel da 190 CV, ha un look sobrio ma prestazioni da sportiva.

Ford Focus ST: una sportiva per tutti i giorni

MIX RIUSCITO - La divisione sportiva della Ford ha una lunga tradizione in fatto di berlinette sportive, usabili usabili senza rinunce, ma con il giusto mix di potenze e piacere di guida. Questa formula non viene tradita dalla nuova Ford Focus ST (disponibile con carrozzeria berlina o station wagon) rivista dalla Ford Performance a livello di dinamica di guida, più diretta e coinvolgente senza diventare estrema per le strade di tutti i giorni. La Ford Focus ST ha ammortizzatori più rigidi (del 20% sull’asse anteriore, del 13% su quello posteriore) e una luce a terra inferiore di 1 cm, ma le molle delle sospensioni analoghe alle normali Focus non dovrebbero penalizzare eccessivamente il comfort su strada. Le ruote di 18” (optional di 19”) calzano gli sportivi pneumatici Michelin Pilot Sport 4S. Sull'asse posteriore sono presenti sospensioni a ruote indipendenti.

TANTA ELETTRONICA - La Ford Performance inoltre ha reso più diretto lo sterzo, ampliato i freni e rivisto i punti di ancoraggio delle sospensioni, modificati per rendere la Ford Focus ST ancora più reattiva e maneggevole. Le ruote motrici restano quelle anteriori, ma per gestire la potenza elevata è presente un differenziale autobloccante (eLSD) a controllo elettronico, che attiva una serie di frizioni idrauliche per trasferire fino al 100% della coppia alla ruota con più presa sul terreno, per evitare le perdite di aderenza dopo aver percorso una curva stretta. Di serie è previsto il selettore per le modalità di guida, che sono: standard, per fondi bagnati, normali o per la guida sportiva, ma ordinando il Performance Pack si ottiene una funzionalità supplementare, che controlla le tarature dell’eLSD, dello sterzo, del controllo di stabilità e del cambio automatico (quando presente) in funzione della guida sportiva.

BENZINA O DIESEL - I motori disponibili per la Ford Focus ST sono due: il benzina a 4 cilindri 2.3 turbo da 280 CV e il diesel 2.0 da 190 CV. Il benzina 2.3 EcoBoost, simile a quello della Ford Mustang, regala alla Ford ST uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 6 secondi, sul livello delle migliori rivali, a partire dalla Volkswagen Golf GTI TCR, mentre la 2.0 EcoBlue diesel verrà preferita da chi percorre tanta strada e punta ad una berlina frizzante ma parca nei consumi. Il cambio è manuale a 6 marce, ma la ST 2.3 può avere in opzione l’automatico a 7 marce. Fra le particolarità del 6 rapporti c’è la funzione rev-matching, che effettua in modo automatico la doppietta in scalata per rendere più fluide le frenate al limite.

LOOK “DISCRETO” - La Ford Focus ST ha un aspetto tutto sommato sobrio in rapporto alla tipologia di auto, perché spiccano il nuovo fascione con prese d’aria maggiorate, l’inedito alloggiamento dei fari fendinebbia, l’alettone posteriore e l’estrattore dell’aria con integrati i due grandi scarichi. All’interno sono presenti i sedili sportivi della Recaro con fianchetti maggiorati, oltre alla pedaliera in metallo e alle cuciture grigie nei sedili.

Ford Focus
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
58
78
35
13
30
VOTO MEDIO
3,6
3.56542
214


Aggiungi un commento
Ritratto di Alfiere
18 febbraio 2019 - 12:12
1
I contenuti sembrano eccellenti, e sta iniziando a piacermi pure il frontale, meno il posteriore da coreana. Il 2.3 è un buon motore che consuma anche poco, ma in italia è falciato da una tassazione non sense che renderebbe a quel punto fattibile pure la mustang col V8. Bene il diesel, sempre se piace, ma alla fine basterebbe depotenziare da centralina di fabbrica per farci contenti.
Ritratto di Giuliopedrali
18 febbraio 2019 - 12:13
Quasi come la Toyota Supra come cavalli ste hatchback ormai.
Ritratto di slvrkt
19 febbraio 2019 - 16:28
3
e' la supra che e' mediocre, non queste, che sono eccellenti per quello che devono fare e costano.
Ritratto di tramsi
19 febbraio 2019 - 18:38
La Toyota Supra ha un altro layout, un altro motore (con un L6 con ben altra coppia ed erogazione) ed è concettualmente ben diversa, viceversa tutte le automobili con potenze simili sarebbero la stessa cosa. Considerato il divario di potenza analogo, sarebbe come dire che la 140i è come la 911! E nemmeno, considerato che la 140i ha un L6 biturbo.
Ritratto di Demon_v8
18 febbraio 2019 - 12:50
Alfiere concordo con tutto ciò che hai scritto, con questo nuovo corso Ford sta producendo auto davvero eccellenti, mantenendo un elevato rapporto qualità/prezzo
Ritratto di Magnificus
18 febbraio 2019 - 13:09
Auto ottima ,peccato per la tassazione veramente fuori luogo
Ritratto di studio75
18 febbraio 2019 - 12:14
5
Le mancano delle sospensioni specifiche. Hanno adattato quelle delle versioni normali irrigidendole del 20%/13%. La concorrenza del Gruppo Vag offre di meglio a prezzi più bassi. (Leon Cupra o una Golf TCR hanno sospensioni elettroniche che in modalità confort non pregiudicano la schiena nemmeno con ruote da 19 di serie).
Ritratto di ziobell0
18 febbraio 2019 - 12:20
vista in giro la nuova focus sembra una grossa fiesta, è anonima, non spicca in nessun aspetto, grande delusione
Ritratto di PARRELLA GIOVANNI
18 febbraio 2019 - 12:31
Concordo. Mi ci sono anche seduto dentro in concessionaria ed idem, sembra una Fiesta con più spazio interno (e ci mancherebbe!). Esternamente emozioni prossime allo zero (anteriore - posteriore - vista laterale tutte cose già viste). Ve lo dice uno che ha amato e posseduto la mitica PRIMA serie (quella sì che faceva girare la gente e faceva parlare di sè tanto era innovativa) e che ha acquistato Ford per 25 anni e che poi, causa progressivo appiattimento stilistico dell'ovale blu, è stato "costretto" ad emigrare altrove.
Ritratto di Fr4ncesco
18 febbraio 2019 - 12:46
2
A me invece ha fatto l'effetto di una segmento D hatchback quanto si è allungata, mentre la linea visivamente larga e bassa, con frontale affusolato e slancio in avanti, la rende molto filante, con insolite proporzioni da trazione posteriore. Interni preferivo i precedenti ma ora c'è una maggiore percezione di spazio e sono indubbiamente moderni.
Pagine