Il Ford Ranger torna negli Usa

15 gennaio 2018

Forte del successo in altri mercati, il pick-up di medie dimensioni Ford Ranger sbarca anche negli Stati Uniti, dove guadagna un nuovo look.

Il Ford Ranger torna negli Usa

RITORNO NEGLI USA - Scomparso dal mercato americano nel 2011, il pick-up Ford Ranger torna negli Stati Uniti dopo anni di numeri importanti di vendita in Europa e in paesi come Australia e Sud America. Per cavalcare il successo dei pick-up cosidetti “mid-size” negli Usa (cioè di medie dimensioni), come il recente Chevrolet Colorado, la casa dell’ovale blu torna ad offrire un pick-up in questa categoria presentando il Ranger al Salone di Detroit con nuovo design, scocca e pacchetti pensati in esclusiva per i clienti americani.    

DIVERSO DAL RANGER EUROPEO - Il look semplice vuole affiancarsi a quello del pick-up di punta Ford F-150 (un “full-size”, quindi più grande del Ranger) e offre un senso di robustezza con un frontale più ampio rispetto alla versione europea e con l’aggiunta di nuove mascherine, passaruota e piastre protettive per aumentare la sicurezza durante i fuoristrada più impegnativi. All’interno del nuovo Ford Ranger trovano spazio cinque passeggeri viziati dai comfort di una vettura accogliente e connessa con tutte le nuove tecnologie, a partire dallo schermo di 8 pollici situato al centro della plancia e dotato di sistema SYNC 3 con navigatore, connettività AppLink, Android Auto, Alexa e la possibilità di trasformare l’auto nel proprio Wi-Fi Hotspot.

PRONTO PER IL FUORI STRADA - Per i clienti americani il Ford Ranger monterà il motore 4 cilindri 2,3 litri EcoBoost e sarà fornito di tecnologie per l’assistenza alla guida quali la frenata di emergenza automatica, sistema di mantenimento corsia e sistema di segnalazione del punto cieco. L’Adaptive Cruise Control e i sensori per il riconoscimento dei pedoni sono di serie solo nella versione Lariat (la configurazione top dopo quella di base XL e intermedia XLT). Il Ford Ranger potrà anche essere richiesto con pacchetto FX4 Off-Road che prevede l’utilizzo dell’innovativo Terrain Management System, che controlla e modifica elettronicamente l’utilizzo della trasmissione e gestisce le performance della vettura in base alla modalità selezionabile (normale, fango, erba, sterrato, neve e sabbia). Presente nel pacchetto anche il nuovo sistema Trail Control, una sorta di cruise control da utilizzare a basse velocità durante il fuori strada, che prende il controllo dell’acceleratore e della frenata per consentire al guidatore di concentrarsi solo sulla sterzata. La produzione del nuovo Ford Ranger per gli Stati Uniti comincerà a fine 2018 presso lo stabilimento Ford in Michigan.

Ford Ranger
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
28
14
7
3
5
VOTO MEDIO
4,0
4
57
Aggiungi un commento
15 gennaio 2018 - 20:04
Ci voleva il ritorno del Ranger sul mercato americano, per la categoria dei pickup leggeri meno impegnativi (per i loro standard). Rispetto a quello "Europeo" (in realtà disegnato in Australia e prodotto in Sudafrica) ha dettagli più in linea con i gusti USA, quindi un po' più massiccio, bicolore e versioni "premium". Il 2.3, che deriva da quello usato sulla Mustang e Focus RS, poi si parla più in la anche di una versione Raptor.
Ritratto di alex_rm
16 gennaio 2018 - 01:07
Meglio di quello attuale che è stato fatto dalla Ford Australia,chissà se questo versione USA arriverà a rimpiazzare l’attuale Ford Ranger australiano che si vende in Italia.Lo trovo piccolo per gli USA dove l’auto più venduta e il Ford F150 questo può essere una utilitaria in confronto all F150.
Ritratto di GiO1975
16 gennaio 2018 - 09:02
decisamente più americano (finalmente!!)
Ritratto di LOL25
16 gennaio 2018 - 15:34
Per loro questo è un giocattolo, lo daranno ai ragazzini di 16 anni appena patentati