NEWS

Un primo assaggio della Mini elettrica

29 maggio 2019

La nuova Mini Cooper S E sarà svelata nei prossimi mesi per essere in vendita all'inizio del 2020.

Un primo assaggio della Mini elettrica

FOTO SPIA - La Mini Cooper S E sarà la prima auto elettrica della casa inglese, che fa parte del gruppo BMW. Sarà svelata nei prossimi mesi, mentre l’arrivo nelle concessionarie dovrebbe avvenire all'inizio del 2020. La nuova Mini elettrica è stata sorpresa senza camuffature in occasione di un servizio fotografico, mentre il costruttore ha diffuso un video che mostra il passaggio dell’auto sulla linea di montaggio dello stabilimento inglese di Oxford (qui sotto).

COME LA I3 - Come si vede dalla foto spia qui sopra, da un punto di vista estetico la Mini Cooper S E cambia poco rispetto alla versione con motore termico: sono diversi la mascherina anteriore i cerchi a alcune finiture. Non sono state diffuse informazioni tecniche, quindi dobbiamo affidarci alle indiscrezioni: la nuova Mini dovrebbe montare lo stesso motore elettrico con 184 CV e la stessa batteria da 33 kWh della BMW i3, che dovrebbe permettere all’auto di percorrere circa 200 km con una singola ricarica. 

GIÀ DELLE RIVALI - La Mini elettrica troverà sul mercato nuove rivali dalle dimensioni analoghe pronte a sfidarla, come Peugeot e-208, DS3 Crossback E-Tense e Opel Corsa e.



Aggiungi un commento
Ritratto di freaklondon
29 maggio 2019 - 18:44
Pochini 200 km o sbaglio?
Ritratto di 82BOB
29 maggio 2019 - 20:19
Dipende dalla strada che ci fai e dai tempi di ricarica, ma in termini assoluti direi di sì, sono un po' pochini...
Ritratto di AMG
30 maggio 2019 - 09:04
Direi propio di si!!
Ritratto di Zot27
30 maggio 2019 - 09:50
Ma non è certo un'auto per fare viaggi
Ritratto di freaklondon
30 maggio 2019 - 09:54
Una golf car neanche..
Ritratto di NeroneLanzi
30 maggio 2019 - 18:14
Il problema è sempre lo stesso: non conta solo quello che ci fai il 90% delle volte, conta anche quello che ci fai l’1% delle volte. Anche una Smart ICE non è il massimo se devi farci un Modena-Torino e ritorno in giornata. Ma sai che se serve puoi farlo senza andare a chiedere in prestito una macchina ad un amico, noleggiarne una o essere costretto ad averne in casa una seconda.
Ritratto di deutsch
30 maggio 2019 - 21:46
4
Se hai la smart ma due passeggeri devi comunque chiedere in prestito l'auto, cosi come se hai due figli o esci a bere qualcosa con die amici. Col tuo ragionamento dovremmo andare in giro tutti con la mb gl 7 posti, integrale ect
Ritratto di deutsch
30 maggio 2019 - 21:47
4
Intendevo smart fortwo
Ritratto di NeroneLanzi
30 maggio 2019 - 23:08
Vedo che hai colto il 100% di quello che intendevo comunicare. Ok, proviamo così: sostituisci “Smart” con “Up”.
Ritratto di deutsch
31 maggio 2019 - 09:26
4
il concetto voleva essere che questa auto rappresenta una seconda auto in famiglia, quindi destainta come tutte le citycar o seconde auto ad una percorrenza gionaliera ed annua che può soddisfare la stragrande maggioranza delle esigenze. d'altronde gli italiani (ma anche gli europei) percorrono mediamente 11000km all'anno con l'auto. evidetemente un pò di più con l'auto principale o grande ed un po di meno con quella piccola.
Pagine