NEWS

In Francia la CO2 potrebbe fare davvero... malus

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 29 settembre 2020

Il Governo studia un nuovo schema bonus-malus, che prevede un inasprimento fino a 40.000 euro delle tasse per l'acquisto di auto con le emissioni di CO2 oltre le soglie previste.

In Francia la CO2 potrebbe fare davvero... malus

FINO A 50.000 EURO - Per sfavorire le auto con maggiore impatto sui cambiamenti climatici, in molti Stati è presente una sovrattassa calcolata a seconda delle emissioni di anidride carbonica CO2: più l’auto ne emette, maggiore è il “malus” da pagare una tantum. In Francia, dove il Governo sta studiando un nuovo scherma di incentivi, si parla di inasprire l’attuale tassa e renderla un vero e proprio fardello: per le vetture con oltre 225 g/km di CO2, essenzialmente ammiraglie, suv di grandi dimensioni, pick-up e supercar, il malus sarebbe di 40.000 euro dal 2021 e di 50.000 euro dal 2022. 

MALUS PIÙ SEVERO - La proposta è stata avanzata dal Ministro delle Finanze, Bruno Le Maire, e prevede anche una “stretta” sulle fasce di emissioni inferiori: attualmente, il malus scatta per le auto con almeno 138 g/km di CO2, ma c’è in programma di abbassare la soglia a 131 g/km nel 2021 e 122 g/km nel 2022. Uno schema simile è presente anche in Italia, ma la sovrattassa arriva a 2.500 euro per le auto con oltre 250 g/km di CO2 (qui per saperne di più). 

ANCHE MENO INCENTIVI - Il piano allo studio del Ministero riguarda anche le auto con emissioni di CO2 più basse, per le quali verrebbero abbassati gli incentivi. Se il piano andasse in posto il bonus per l’acquisto delle elettriche, attualmente di 7.000 euro, verrebbe ridotto a 6.000 euro nel 2021 e a 5.000 euro nel 2022. Inoltre, il bonus per le auto ibride passerebbe da 2.000 a 1.000 euro. 





Aggiungi un commento
Ritratto di BioHazard
29 settembre 2020 - 19:23
Ma poi ci si stupisce che i costruttori di auto scappano dall'Europa...
Ritratto di allatast
29 settembre 2020 - 19:35
vabbè, invece che la bmw 530d si prenderanno la 530e, phev, che emette meno di 50g/km
Ritratto di deutsch
29 settembre 2020 - 23:40
4
È proprio lo scopo della norma.
Ritratto di Oxygenerator
30 settembre 2020 - 08:14
@ BioHazard I costruttori vanno solo dove gli conviene stare economicamente. Dove possono sfruttare di più i lavoratori e pagandoli meno. Come han sempre fatto. Se no, i soldi non li fai.
Ritratto di Miti
30 settembre 2020 - 11:23
1
Verissimo
Ritratto di deutsch
30 settembre 2020 - 11:32
4
è la stessa cosa che fa qualunque persona che compra dove gli costa meno. non stupiamoci se le aziende usano la stessa logica del consumatore
Ritratto di pierfra.delsignore
30 settembre 2020 - 20:14
4
Guarda che di pianeta ne abbiamo uno solo
Ritratto di Pierre Cortese
1 ottobre 2020 - 10:24
1
Ma se persino una supercar come la LC 500h (V6 3.5, 360 hp) che, senza limitatore, supera di slancio i 270 km/h si ferma a soli 145 g/km cosa devi prendere per arrivare a 225 g/km? È una norma neanche così restrittiva.
Ritratto di Andrea Zorzan
29 settembre 2020 - 20:02
Invece di alzare la tassa d'acquisto in modo esagerato, andrebbe alzato il bollo. Ovviamente gli incentivi vanno potenziati.
Ritratto di Spock66
29 settembre 2020 - 20:35
Tipico ragionamento da minus-habens nazi-teslaro..alzando il bollo andremmo a supertassare auto vecchie (anche solo di pochi anni) di chi non può cambiarle favorendo i ricchi in Tesla...
Pagine