NEWS

Free2move: a Parigi è attivo il car sharing della PSA

03 dicembre 2018

Una flotta di 550 auto elettriche con i marchi del gruppo Peugeot Citroën è da oggi a disposizione dei parigini per i loro spostamenti urbani. 

Free2move: a Parigi è attivo il car sharing della PSA

RITORNO DI UN SERVIZIO - A Parigi, da oggi 3 dicembre, 550 auto elettriche Peugeot iOn e Citroën C-Zero sono utilizzabili dagli abbonati del nuovo servizio di car sharing Free2move, creato dal gruppo PSA in collaborazione con l’amministrazione comunale della capitale francese. In pratica viene cosi riempito il vuoto lasciato dalla fine delle attività della società AutoLib, del gruppo Bolloré. Il funzionamento del servizio è basato sull’impiego di una apposita app che consente all’abbonato di individuare dove si trovi la più vicina auto della flotta Free2move, prenotarla e quindi prelevarla e compiere gli spostamenti che vuole. Terminata la corsa l’utente può parcheggiare gratuitamente negli spazi pubblici a pagamento e nelle piazzole della rete ex-AutoLib. Il servizio Free2Move Paris è disponibile 24 ore su 24 e sette giorni su sette. L’utente non deve preoccuparsi della ricarica della vettura; a questa funzione provvede appositi addetti della società. 

QUANTO COSTA - Free2move prevede due modalità di fruizione del servizio. Una prevede un abbonamento mensile che costa 9,9 euro e un costo di 0,32 euro al minuto di utilizzazione del mezzo. L’altra invece funziona senza abbonamento e ha un costo di 0,39 euro al minuto. Entrambe sono senza durata minima di noleggi. Per tutte le due le formule la tariffa include i costi assicurativi. Free2move è stata creata dal gruppo PSA un paio d’anni fa ed è già attiva in 12 paesi, con una flotta di 65 mila veicoli e un milione e mezzo di utenti. Presto la società conta di estendere il servizio anche in località limitrofe a Parigi, ossia all’area metropolitana della capitale francese.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
3 dicembre 2018 - 13:57
Ho visto al TG a Parigi una fila di questi obrobri estetici elettrici bruciati dai rivoltosi. Almeno hanno gusto...
Ritratto di Rikolas
3 dicembre 2018 - 14:17
E hanno fatto BENE! La gente a FAME, non ha bisogno di questi giocattoli per radical-chic eco-comunisti figli di papà, il popolo vuole MANGIARE!!
Ritratto di Vincenzo1973
3 dicembre 2018 - 15:00
"radical-chic eco-comunisti figli di papà" cosa significa lo sai solo te
Ritratto di Rikolas
3 dicembre 2018 - 16:11
L'ecologia è da sempre un tema della sinistra-ecologista, quella dei cosiddetti "radical-chic" (leggi i giornali ogni tanto). Alla sinistra dei "salotti buoni" interessano solo questi temi, del popolo che muore di fame e della gente che non arriva a fine mese non gliene frega nulla perchè non sa neanche che siste un "popolo". Guarda in Francia cosa sta accadendo, una signora durante la protesta ha detto giustamente: "...gli progressisti pensano alla fine del mondo per cause ecologiche, noi del popolo pensiamo solo alla fine del mese...". Questa frase racchidue tutto il malessere di un popolo che soffre, altro che menarcela ogni giorno con queste cavolate ecologiche! La gente non ha soldi da spendere in questi giocattoli, perchè ci volete costringere a cambiare auto? Macron quello sta tentando di fare, costringere la gente a spendere soldi che non ha, tramite le sue stupide accise "ecologiche". Vada a quel paese, lui e tutti i radical-chic!
Ritratto di Vincenzo1973
3 dicembre 2018 - 16:18
i giornali li leggo, ma a differenza tua li capisco. dovresti sapere che la frase fatta che hai usato, significa nulla. e' solo il modo in cui alcune persone pensano di insultare altre, senza dire nulla. ma nel loro mondo semplice hanno gia detto tutto. tornando seri, se pensi che una protesta per il costo della benzina possa, o debba, essere addossata ad una parte. il costo della benzina attraversa tutti i governi con le stesse modalita'. visto che nessuno di loro fa nulla al riguardo perche siamo solo consumatori e non produttori. le menate ecologiche come le chiami te, che a meno che non vivi sulla luna, non so come fai a dire che sono menate. il pianeta e' al collasso, e la cosa non mi piace. ci stiamo uccidendo da soli e tu davvero pensi si possa continuare cosi!??!?! bah
Ritratto di Rikolas
3 dicembre 2018 - 16:46
Carlo Rubbia e Antonino Zichichi (due scienziati di fama mondiale) hanno più volte denunciato che la questione del surriscaldamento globale è una teoria non suffragata dai fatti, portando all'attenzione del Parlamento Europeo la questione! 2000 anni fa la Terra era più calda di circa 4°c, come si spiega? Idem nell'alto medioevo. La Terra non è un sistema "statico" ma dinamico. La questione ecologica è solo un PRETESTO per creare un nuovo tipo di business, hai idea del giro d'affari che sta dietro a quest'operazione? Senza contare l'inquiamento REALE dovuto all'elettrico, dalle batterie alla corrente elettrica necessaria alle ricariche, altro che CO2. Sono "battaglie" dei cosiddetti radical-chic, alla sinsistra benestante piaciono questi argomenti perchè "alla moda", peccato che la gente ha ben altri problemi a cui far fronte, altro che balle ecologiche!
Ritratto di Vincenzo1973
3 dicembre 2018 - 16:53
e' ufficiale non ci arrivi.. si sta parlando di inquinamento Einstein....gas di scarico, ma capisci quello che leggi o no? sei il classico tipo con la bocca aperta che ascolta e non capisce, e quello che prova a fomulare come pensiero arriva dalla pancia e non dalla testa. mi puo' anche stare bene che il pianeta si sempre piu inquinato e l'aria irrespirabile ci arrivi anche tu, dai.
Ritratto di Vincenzo1973
3 dicembre 2018 - 16:54
mi puo' anche stare bene che il pianeta non si surriscaldi (se lo dicono loro ci puo' stare, anche se tanti altri, altrettanto autorevoli, dicono il contrario) ma che sia sempre piu inquinato e l'aria irrespirabile ci arrivi anche tu, dai.
Ritratto di NeroneLanzi
3 dicembre 2018 - 16:34
Pur condividendo i dubbi sull’efficacia delle attuali politiche sull’incentivazione dell’elettrico, farei sommessamente presente un dettaglio. Quello che prima delle elezioni straparlava di milioni di elettriche entro il 2021 risponde al nome di Di Maio Luigi.
Ritratto di Vincenzo1973
3 dicembre 2018 - 16:46
se l'elettrico e' la panacea di tutti mali al momento credo poco, sicuramente e' meglio dei combustibili fossili. ci sara' solo vero progresso quando elettrico e idrogeno (metto nel calderone anche questo) arriveranno totalmente dal rinnovabile. cosi di sicuro non si puo' continuare a lungo...io sono di Latina, l'altro giorno c'e' stato cattivo tempo ed una mareggiata ha scaricato sulle spiagge di tutto. plastica a non finire...non oso immaginare quanta ce ne sia in giro. da i brividi la cosa
Pagine