NEWS

I giovani inglesi impareranno a guidare sulla Fiat 500

29 luglio 2009

Una tra le più grandi società di scuola guida inglesi , la BSM, ha firmato un accordo con Fiat per l'acquisto di 14.000 Fiat 500 in quattro anni. Un affare da diversi milioni di euro che potrebbe rivelarsi anche una vantaggiosa forma di pubblicità per il Lingotto.

14.000 IN QUATTRO ANNI - La società inglese Bsm (British School of Motoring), tra le più grandi nel campo delle scuole di guida, ha firmato un accordo con Fiat per la fornitura di 14.000 500 in quattro anni. La citycar torinese è riuscita a rubare il posto alla Opel Corsa (in Inghilterra venduta con il marchio Vauxhall) dopo sedici anni di onorata carriera. Oltre allo smacco per la General Motors che ha perso un contratto da diversi milioni di euro, per Fiat questa operazione potrebbe essere vantaggiosa anche per il futuro.

 

Fiat500scuolaguida 03Fiat500scuolaguida 04

Sopra la piccola torinese, in livrea bianca, che sguscia tra le strade cittadine.

POTREBBERO ESSERE IN 90.000 - Secondo quanto sostiene la stessa Bsm, il 70% dei partecipanti ai suoi corsi tende ad acquistare la stessa vettura con cui ha effettuato la scuola-guida. Un'ottima forma di pubblicità per la Casa torinese. Se poi consideriamo che ogni anno 130.000 giovani inglesi frequentano i corsi della Bsm,  scopriamo che ci sarebbe un bacino di circa 90.000 allievi pronti a comprare una vettura del Lingotto. Gli esperti del marketing Fiat hanno inoltre “rincarato la dose”: tutti coloro che hanno frequentato i corsi della Bsm, hanno diritto a uno sconto di 500  sterline (qualcosa meno di 600 euro) per comprare la piccola Fiat alla moda.

 

Fiat500scuolaguida 05Fiat500scuolaguida 07

A destra gli interni della 500, a sinistra la citycar vista di lato.

 

NELLA GARA SI SONO FATTI AVANTI IN 17 - Per entrare nelle “grazie” della Bsm, si erano fatti avanti ben 17 Costruttori, tutti consapevoli che la posta in gioco era davvero alta: non capita molto spesso di poter vendere in un sol blocco 14.000 vetture. “Ci sono voluti tre mesi”, spiega  Abu Shafi, direttore generale della Bsm, “per scegliere Fiat tra le Case in gara”. L'operazione sarà affiancata da una campagna pubblicitaria, a cui parteciperà economicamente la stessa Fiat, che annuncerà lo sbarco della piccola italiana nel parco macchine della società inglese.

Aggiungi un commento
Ritratto di Calciobidoni
12 agosto 2009 - 22:53
Che "bomba" per la Fiat!!! Ottimo! Dovrebbe portarne un ritorno d'immagine notevole! Ora cerchiamo di fare tutte le altre Fiat come la 500... e si sfonda anche all'estero!