NEWS

Giugiaro premiato al Museo dell’auto di Torino

16 febbraio 2017

Il designer ha ricevuto il premio Matita d’Oro 2016, assegnato per omaggiare il contributo dato nel corso della sua carriera al design automobilistico.

Giugiaro premiato al Museo dell’auto di Torino

CONTRIBUTO STRAORDINARIO - Giorgetto Giugiaro ha ricevuto ieri il premio Matita d’Oro 2016, assegnato dal Museo dell’Automobile di Torino ai designer che più hanno influenzato la storia delle quattro ruote. Il riconoscimento è stato conferito per la prima volta e intende celebrare i successi dei designer di automobili italiani e stranieri, sullo stile del premio Pritzker per l’architettura, che non rappresenta un omaggio alla carriera ma al contributo reso nei confronti della disciplina. Giugiaro è un designer fra i più di successo nella storia dell’automobilismo e ha ispirato modelli poi diventati celeberrimi, fra cui ad esempio le Fiat Panda e Volkswagen Golf. Nel corso della serata è stato assegnato un premio anche ad Aldo Brovarone, ex designer alla Pininfarina, dalla cui matita sono uscite le linee delle Ferrari Dino e Peugeot 504.

IL PADRE LO VOLEVA PITTORE - Il premio è stato consegnato a Giugiaro (al centro nella foto) da Piero Chiambretti (a sinistra), presentatore della serata, che ha scherzato con il designer e lo ha portato a raccontare con ironia alcuni episodi della sua fortunatissima carriera, iniziata dopo che il padre lo costrinse ad affrontare corsi di disegno tecnico. “Io volevo diventare un pittore come mio padre” ha raccontato il designer cuneese. “Lui però voleva che io imparassi a disegnare in tre dimensioni, perché su tela ne bastano due, quindi mi obbligò far pratica dopo la scuola sul disegno tecnico”. Giugiaro ha fornito poi un commento sulle automobili del futuro, che non vede troppo diverse da quelle attuali, complici alcune esigenze che dovranno per forza restare invariate. “Gli standard di sicurezza e l’ergonomia interna non cambieranno in maniera significativa rispetto ad oggi. Questi due aspetti influiscono molto sullo stile di un’automobile, quindi non mi aspetto grossi stravolgimenti nei prossimi anni”.





Aggiungi un commento
Ritratto di caronte
25 febbraio 2017 - 10:07
Complimenti a Giugiaro.