NEWS

Gomme invernali: sono da cambiare o no?

Pubblicato 15 aprile 2020

Per chi ha montato i pneumatici invernali sorge il dubbio su come procedere in questa situazione di “lock down” per evitare di incorrere in possibili multe.

Gomme invernali: sono da cambiare o no?

FINO AL 15 MAGGIO - Il 15 aprile, come ogni anno, scadono le ordinanze che impongono l’uso di pneumatici invernali, o la presenza nell’auto di dotazioni equivalenti (come le catene da neve), nelle strade in cui vige l’obbligo. Il 2020 però non è un anno come gli altri: a causa delle restrizioni imposte dal Governo per il contenimento dell’emergenza sanitaria, è vietato circolare per motivi non indispensabili. La domanda perciò sorge spontanea: se vado dal gommista per cambiare i pneumatici invernali, rischio la multa? Su questo punto non c’è chiarezza e si aspettano indicazioni dalle autorità. I gommisti sono tra quegli esercizi commerciali che possono restare aperti, perché rientrano nella categoria di chi si occupa della manutenzione e riparazione di autoveicoli, ma chi non usa l'auto per lavoro, e quindi non ha un giustificato motivo per spostarsi, è meglio che aspetti, tanto più che il termine ultimo per cambiare gomme scade il 15 maggio. 

QUESTIONE DI CODICE - Va ricordato che, per legge, il cambio gomme non è obbligatorio, se il codice di velocità delle gomme invernali che abbiamo montato è uguale o superiore a quello indicato sulla carta di circolazione. Se, invece, è inferiore, dal 15 maggio dobbiamo obbligatoriamente togliere le invernali e mettere le estive. Il codice di velocità, che indica appunto la velocità massima sostenibile dal pneumatico, è indicato da una lettera dell’alfabeto ed è visibile anch’esso sul fianco (nella foto qui sotto la H dopo il numero 84), mentre sul libretto di circolazione è individuato dall’ultima lettera a seguito delle misure delle gomme consentite sul veicolo. I trasgressori saranno soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 84 a 335 euro.

CON IL CALDO SI USURANO - Se, da un punto di vista formale, fino al 15 maggio non c’è una vera e propria urgenza di sostituire i pneumatici invernali con quelli estivi, bisogna tenere presente che la loro mescola è progettata per rendere al meglio da circa 7° C in giù, quindi le alte temperature non consentono alla gomma di lavorare al meglio, diminuendone l’efficacia e aumentandone il deterioramento. Da qui la necessità di sostituirle, quando sarà possibile, con le gomme estive, la cui mescola più dura e la trama del battistrada si adattano maggiormente alle alte temperature.





Aggiungi un commento
Ritratto di Magnificus
15 aprile 2020 - 13:29
Adesso puoi girare anche con gomme liscie...l'importante è....dove vai?stai a casa!!
Ritratto di Citroen DS 23
15 aprile 2020 - 14:13
Forse quest'anno sarà meglio tronare ai buoni vecchi tempi quando si cambiavano le gomme e l'olio nel vialetto di casa
Ritratto di nano75
15 aprile 2020 - 18:18
la vedo dura cambiare le gomme nel vialetto di casa e personalmente non ho mai sentito nulla del genere
Ritratto di Andre_a
16 aprile 2020 - 01:19
5
@nano75: basta cambiare, oltre alle gomme, anche i cerchi. Secondo me, per chi ha spazio, il doppio set di cerchi e gomme è un’ottima soluzione.
Ritratto di CR1
17 aprile 2020 - 06:49
altra soluzione metti le gomme alla pizza 4 stagioni
Ritratto di Andre_a
17 aprile 2020 - 09:03
5
Sono d’accordo, ma secondo me, se se ne ha la possibilità, è comunque meglio il doppio treno: le 4 stagioni ormai sembrano molto buone, ma per forza di cose saranno un po’ peggio delle estive in estate e delle invernali in inverno, oltre a costare di più.
Ritratto di pierfra.delsignore
17 aprile 2020 - 14:33
4
Le quattro stagioni sono un'ottima soluzione che adotto da anni, per chi non deve fare montagna ed affrontare solo la classica imbiancata in pianura, anche esse sono o più invernali o più estive, io ho adottato ovviamente quelle più estive, se viene molta neve sarà massimo per 2 giorni dove abito e sto a casa, ovvio che abiti in zone dove spesso nevica il doppio treno, meglio se su doppi cerchi è la soluzione
Ritratto di Mark R
17 aprile 2020 - 14:42
@Andre_a: Ogni caso è a sè... Se uno in 4 anni non porta a termine i 2 treni di gomme è uno spreco economico e oltretutto si inquina di più. Dopo 4 anni la gomma si cristallizza in modo sensibile diventano dura, dunque si ha un calo di prestazioni. Esempio, nel mio caso, è uno spreco avere 2 treni di gomme poichè faccio mediamente 20-22.000km/anno su ogni veicolo (mia moglie idem sulla) e in 4 anni non porto a termine i 2 treni; poi perdono prestazioni e solo a livello legale sono in regola, ma dal punto di vista della sicurezza non proprio. Abitando in provincia di Modena si ha una certa escursione di temperatura tra estate e inverno; quindi ho optato per delle buone 4 stagioni di ultima generazione con anche il simbolo 3PMSF (non solo la dicitura M+S che indica ben poco) così da avere prestazioni buone anche in inverno. Chiaramente anche l'ultima generazione di 4 stagioni non potranno mai avere le prestazioni delle estive e invernali nelle rispettive stagioni di utilizzo; ma penso che non bisogna cercare le prestazioni assolute, non siamo su pista... Se uno rispetta le distanze di sicurezza e non supera eccessivamente il limite di velocità è già a buon punto per quanto riguarda la sicurezza. Per vedere dei test indicativi, da prendere con le pinze, si può andare a vedere su tyrereview dove ci sono diversi test fatti da ADAC, Auto Bild, AMS, etc. Riporto un fatto a cui ho dovuto prestare attenzione con il camper... Circa un'anno fa ho sostituito gli pneumatici (un po' per vecchiaia, un po' per l'usura dato che il battistrada era di circa 3mm) e all'atto dell'acquisto ho dovuto cercare penumatici che avessero il simbolo 3PMSF sennò durante il periodo invernale non potevo transitare in Germania (ed altri paesi) dove è obbligatorio, a differenza dell'Italia dove viene richiesto solo M+S, il simbolo 3PMSF. Io adottando le 4 stagioni su ogni mezzo ho risparmiato il doppio cerchio, doppio treno di gomme e ogni anno andare dal gommista 2 volte dato che non ho mai preso un secondo set di cerchioni; dunque alla fine dei conti risparmio denaro, tempo e la rottura di andare dal gommista.. Le inverto a casa ogni 10.000km e fine. Si vero spesso le 4 stagioni costano di più... ma guardando online, a parità di misura e marca, ogni pneumatico costerà circa 10€ in più.. non mi sembra un'esagerazione.
Ritratto di pierfra.delsignore
17 aprile 2020 - 14:46
4
Concordo, da me nevica 2 volte l'anno, scelgo apposta le M+S e basta perché nel periodo estivo, o comunque con temperature sopra gli 8 °C che è la maggioranza dell'utilizzo lavorano meglio, ovvio che se fai viaggi devi puntare su 4 stagioni che ti diano maggior sicurezza in inverno
Ritratto di nibelungo
17 aprile 2020 - 12:32
Senza chiave dinamometrica? se hai una panda con i cerchi in ferro va bene, ma con i cerchi in lega è un bel rischio.
Pagine