NEWS

Assogomma: con le invernali si risparmia

30 novembre 2012

L’associazione dei produttori di pneumatici ha commissionato al Politecnico di Torino uno studio sulla convenienza delle gomme invernali rispetto alle catene.

Assogomma: con le invernali si risparmia

GOMME TERMICHE O CATENE? - Tante, persino troppe le ordinanze locali emesse da comuni, province, Anas e società autostrade che impongono l’obbligo di transito con catene a bordo o con gomme termiche montate. A fine novembre 2012 ne risultano 166, ma il loro numero è in aumento (potete trovare l’elenco aggiornato sul sito di Assogomma, a questo link www.pneumaticisottocontrollo.it/ordinanze.php). L’associazione, di cui fanno parte i principali produttori di pneumatici operanti in Italia (Bridgestone, Continental, Goodyear-Dunlop, Marangoni, Michelin, Pirelli e Yokohama), sta premendo affinché si arrivi a una norma univoca su base nazionale. In attesa che i nostri legislatori mettano a punto regole chiare, l’Assogomma ha commissionato al Politecnico di Torino uno studio per capire se e quanto costino di più i pneumatici invernali rispetto alle catene.

UNA BELLA SORPRESA - I risultati di questa analisi sono stati illustrati oggi a Milano dal direttore di Assogomma, Fabio Bertolotti, e da Giulio Zotteri, professore della facoltà di Ingegneria Gestionale e della Produzione presso il Politecnico di Torino. I calcoli degli ingegneri piemontesi hanno preso in esame centinaia di variabili e diversi scenari. Semplificando al massimo, è stato calcolato il maggior costo annuale dei pneumatici invernali rispetto all’acquisto di catene da neve da abbinare alle gomme estive. Cinque i modelli di vetture presi in esame (Fiat Panda e Punto, Alfa Romeo Giulietta, Nissan Qashqai e Ford C-Max), per rappresentare varie tipologie di automobilisti. Di questi sono stati considerati diversi chilometraggi e periodo di possesso dell’auto: due, quattro o otto anni. La sorpresa è che, rispetto all’acquisto delle catene, in molti casi non si spende più di una cinquantina di euro in più all’anno: poca cosa rispetto alle spese di gestione di una vettura. E se si considera che, andando due volte all’anno dal gommista, automaticamente si controllano le pressioni dei pneumatici, si può considerare pure un risparmio di carburante (viaggiare con gomme sgonfie aumenta i consumi almeno del 3-4%): così, montare le gomme invernali equivale a risparmiare soldi.

MA SULLA SICUREZZA NON SI DISCUTE - Da rivedere, quindi la convinzione che i pneumatici invernali siano un lusso. Certo, se si guarda solo alla spesa d’acquisto si può essere titubanti, ma se la si spalma negli anni (considerato anche che quando si usano le “termiche”, le gomme estive non si consumano) c’è persino una convenienza economica. Per non parlare poi dei vantaggi in termini di sicurezza (e praticità), anche rispetto alle catene: non occorre fermarsi per montarle, non ci sono vibrazioni, non si guida un mezzo altamente instabile (le catene infatti aumentano il grip solo sulle ruote su cui vengono montate). Inoltre, i pneumatici invernali non danno benefici solo quando nevica, ma durante tutta la brutta stagione: basti pensare ai preziosi metri guadagnati nella frenata sul bagnato documentati dal video qui sotto.

M+S POTREBBE BASTARE, MA… - Per la legge sarebbe sufficiente la marcatura M+S, o M/S (è stampigliata sul fianco del pneumatico) per indicare una gomma con cui poter transitare nei tratti in cui vige l’obbligo di catene a bordo. Tuttavia, per viaggiare sicuri, il nostro consiglio è di cercare delle “vere” invernali, con battistrada a lamelle e mescole studiate apposta per le basse temperature: infatti, la marcatura M+S è permessa anche per le gomme “all season”, adatte a più stagioni. Le “vere” invernali sono in genere contraddistinte da un simbolo, impresso sempre sul fianco del pneumatico: la montagna stilizzata con all’interno il fiocco di neve (qui sopra). A livello europeo si sta lavorando per avere norme che lo rendano obbligatorio: e, secondo il direttore di Assogomma, potremmo vedere i risultati entro un anno.

VIDEO
Aggiungi un commento
Ritratto di osmica
1 dicembre 2012 - 00:11
A molti sono troppi... quando la sola svalutazione dell'auto, assicurazione, bollo, manutenzione ordinaria, parcheggi costano migliaia di € annui. E a cerchi da 18, vernice metalizzata, sensori park, accessori superflui e inutili non si può rinunciare. Alla sicurezza si, perchè costa 50€ all'anno. E se va bene, non ci scappa l'incidente (dove si perde tutto il risparmio delle catene in bagagliaio) si blocca la circolazione dei veicoli perchè il 75% non sa montare le catene e non le monta...
Ritratto di MatteFonta92
1 dicembre 2012 - 11:48
3
Ormai le catene da neve dovrebbero diventare un oggetto da museo: sono scomode e difficili da montare, e la legge che prevede di avere le catene a bordo quando si transita il tratti innevati è senza senso (perché non fare l'obbligo di avere le catene MONTATE?). I pneumatici invernali al giorno d'oggi sono obbligatori per chiunque abbia un minimo di buon senso da tenere a cuore la propria sicurezza e quella altrui.
Ritratto di andvolante1
2 dicembre 2012 - 21:29
purtroppo sperare nel buonsenso non basta, c'è tantissima gente che pensa che siano inutili, io non vedo di buon grado le M+S, non le ho mai provate ma mi sembrano una cavolata cioè gomme miste e alla fine non vanno bene ne d'estate e ne d'inverno. Comunque dovrebbero diventare obbligatorie le gomme invernali, purtroppo si alzerebbero i prezzi ma credo sia doveroso renderle obbligatorie e mandare nel dimenticatoio quelli inutili catene o coperture varie, tanto sono pronto a scommettere che quando nevica la gente le catene non le monta xk non è capace... però molti temo che le tengano nel baule solo per essere in regola con la legge che prevede di averle a bordo ma in caso di neve non le montano come dicevo e girano con le gomme estive causando disagi notevoli a tutti xk ovviamente con le estive sulla neve non riesco a stare in strada e creando anche molto pericolo.
Ritratto di MatteFonta92
3 dicembre 2012 - 12:58
3
Anch'io non ho mai visto di buon occhio le gomme M+S, sono solo per chi è troppo pigro per cambiare gomme ogni volta che arriva l'inverno, come hai detto tu non sono né carne né pesce e non eccellono in nessuna delle condizioni d'uso, sia calde che fredde. Oppure c'è anche della gente che monta le gomme invernali solo sulle ruote anteriori, così sulla neve alla prima curva c'è il grosso rischio che parta il posteriore e di causare incidenti.
Ritratto di alecns
3 dicembre 2012 - 15:23
Attenzione che M+S non vuol dire che sono all season, M sta per mud, fango, e S per Snow, neve. Gomme con la dicitura M+S (e senza fiocco di neve) possono essere anche vendute come gomme invernali.
Ritratto di Zack TS
3 dicembre 2012 - 17:35
1
sono assolutamente d'accordo con te......io non ce l'ho solo perché sono di Roma, anche se le invernali cominciano ad essere utili sotto i 10°C in ogni caso......e comunque sono condizionato a non uscire troppo da Roma durante l'inverno, infatti sulle strade che vanno a nord (cassia, E45, roma-firenze ecc....) c'è quasi sempre l'obbligo, senza contare che l'anno scorso ha fatto la neve pure sulla roma-napoli e addirittura in città, per due week end non ho potuto usare la macchina
Ritratto di biggmax63
1 dicembre 2012 - 14:50
10
Molto interessante lo studio commissionato da ASSOGOMMA. Mi chiedo cosa dira' lo studio che inevitabilmente commissionera' ASSOCATENA.
Ritratto di fabri99
1 dicembre 2012 - 18:55
4
X LA GENTILE REDAZIONE: POTETE SMETTERE DI METTERE I VIDEO NEGLI ARTICOLI?? SARANNO PURE BELLI ED INTERESSANTI, MA PARTONO DA SOLI: ALMENO TROVATE UN MODO PER NON FARLI ATTIVARE APPENA SI APRE LA PAGINA WEB!!! SPESSO NE PARTONO UN BEL PO' INSIEME, MAGARI SI SONO APERTE PIU' PAGINE: NON SI CAPISCE PIU' NIENTE! NON VORRETE DIVENTARE COME QUATTRORUOTE, DOVE TUTTI I VIDEO DELLA PAGINA IN COPERTINA COMINCIANO A RIPRODURRE IL VIDEO! E' FASTIDIOSO E, SE VI POTESSE INTERESSARE, HO ABBANDONATO QUEL SITO ANCHE PER QUESTO FATTO. SALUTI DA FABRI99
Ritratto di lucios
2 dicembre 2012 - 17:26
4
.....come tutte le ricerche bisogna capire metodo, tecniche, settore di studio e obiettivi da raggiungere......se io paragono il RAGNO col treno di gomme più economico esaminato, certo che la differenza è poca........ma, se fate come ho fatto io, paragonando un treno di semperit con le koenig, la differenza era di 250 euro e non poco.......ma a chi le vogliono far credere queste cose...........ma dai!!!!! personalmente sceglierei le termiche per comodità....... ma coi prezzi.....
Ritratto di Zack TS
3 dicembre 2012 - 17:42
1
diciamo che poi bisogna saper comprare.....molti si affidano al gommista, comodi comodi, ma quello ti appioppa le pirelli, continental ecc....invernali che costano abbastanza. Invece se te ne vai su gommadiretto ti prendi quattro belle nokian invernali, che costano di meno e vanno uguale a quelle "blasonate" sulla neve. Ovviamente c'è sempre il montaggio, ma sulla gomma si risparmia, solo che la gente pensa che certe gomme fanno schifo solo perché sono coreane. In realtà non è così, sono ormai di assoluta qualità
Pagine