NEWS

Il sogno di una Mazda MX-5 barchetta diventa realtà

Pubblicato 18 settembre 2022

Dopo gli esercizi di stile della casa madre, eccone uno tutto italiano: è firmato dalla romana Gorgona Cars, che ora sogna di produrre una piccola serie del suo gioiello.

Il sogno di una Mazda MX-5 barchetta diventa realtà

IL FASCINO DI UN MITO SENZA TEMPO - Certe auto sono un po’ come certi eroi dello sport che infiammano le platee: hanno la stoffa delle predestinate. Prendiamo la Mazda MX-5: non è diventata la spider più venduta al mondo per caso, ma perché così era scritto nel suo Dna di macchina pura e semplice, senza inutili fronzoli, bella da guardare e soprattutto da guidare. Così Gorgona Cars, giovane startup romana dell’automotive, quando ha dovuto scegliere la base per la realizzazione della NM Concept, la sua prima fuoriserie, non ha avuto dubbi. La scelta è caduta sulla capostipite della “Miata”, la MX-5 NA, un’auto praticamente nata già d’epoca, se si considera il fascino indiscusso delle sue forme senza tempo.

UNA MX-5 BARCHETTA - Con la NM Concept - dove l’acronimo NM sta per Naked Monoposto, a sottolineare la carrozzeria “nuda”, spogliata di ogni componente superfluo ai fini del puro divertimento di guida, e l’abitacolo con il solo sedile per il pilota - Gorgona Cars gioca sul fattore nostalgia, interpretando il tema delle barchette da corsa degli anni ’40 e ’50 del Novecento con un mix tra classico e moderno che sembra fatto apposta per ingolosire gli appassionati più “veraci”. Tutto parte dall’auto donatrice, la Mazda MX-5 di prima generazione, che viene alleggerita rimuovendo il parabrezza e le portiere, rimpicciolite per far spazio a bancardi rialzati con lo scopo di aumentare la rigidezza della scocca. Scocca nella quale, proprio come sulle barchette di una volta, è incastonato il posto di guida, circondato da una copertura rigida tonneau tipica delle vetture con questa configurazione.

CITAZIONI DAL PASSATO - Non è solo una questione di semplice estetica: oltre a essere scenografica e accattivante, per come è stata studiata la carrozzeria è anche molto aerodinamica. A ottimizzare il flusso dell’aria sopra e sotto la scocca provvedono accorgimenti mutuati dalle corse del passato, ma anche da alcune versioni speciali della Mazda MX-5 a cui la NM Concept non fa mistero d’ispirarsi: la Miata M Speedster del 1995, ma soprattutto la Miata Mono-Posto presentata cinque anni più tardi al SEMA di Las Vegas. Rispetto a quest’ultima, sia il cupolino che protegge il piccolo cruscotto con la strumentazione sia la gobba che parte dal poggiatesta e si raccorda alla coda hanno una curvatura più accentuata. Completano il pacchetto di appendici aerodinamiche l’estrattore posteriore, il fondo completamente piatto per ridurre le turbolenze nel sottoscocca e il codino posteriore, che ricorda assai da vicino quello della Mazda M2-1006 "CobraSter" del 1992.

PRONTA PER L’OMOLOGAZIONE - Nella NM Concept non si attorcigliano solo i filamenti del Dna della prima Mazda MX-5. Un contributo importante arriva anche dall’ultima rappresentante della stirpe, la moderna ND, dalla quale sono stati prelevati il motore 2.0 quattro cilindri SkyActive da 184 CV, il veloce e preciso cambio manuale a sei marce e il differenziale posteriore autobloccante, che limita il pattinamento delle ruote motrici e aiuta a scaricare meglio la potenza. Potenza che, con un kit di elaborazione, può aumentare fino a 225 CV: tanti, tantissimi a fronte di un corpo vettura che, montando cofano, portiere e parafanghi in fibra di carbonio ferma l’ago della bilancia a quota 830 kg. Insomma, gli ingredienti per divertirsi, e anche parecchio, ci sono tutti. E la buona notizia è che il gioiellino di Gorgona Cars, allestito completamente a mano in Italia da artigiani specializzati, è pronto a sostenere l’iter per l’omologazione per la circolazione su strada. Il prezzo del divertimento? 70.000 euro IVA esclusa, più il costo dell’auto donatrice.



Aggiungi un commento
Ritratto di Arreis88
18 settembre 2022 - 11:22
L'auto deve essere sicuramente bella da guidare e auguro a questa startup di fare bene, però avessi intenzione di spendere 80/85000 euro per andare a divertirmi in pista, mi orienterei su altro, a queste cifre c'è tanta tanta roba, sia nel mercato del nuovo che in quello dell'usato. E poi a me, la Miata piace originale al 100%.
Ritratto di MS85
18 settembre 2022 - 11:34
I bancardi sono un incrocio di brancardi e Bacardi? Scherzi a parte, abbastanza agghiacciante come realizzazione. Da capire tra l’altro cosa si intenda per “più il costo dell’auto donatrice” visto che qui servono due donatrici. Sinceramente a questo punto han quasi più senso i vari kit per Miata tipo catfish o simili.
Ritratto di Giocatore1
18 settembre 2022 - 12:35
2
Il motore essendo nuovo lo forniscono loro, bisogna procurarsi "solo" la na di partenza
Ritratto di Flynn
18 settembre 2022 - 12:25
Stilista, anche se trovo i fari posteriori un pugno in un’occhio. Forse era meglio farli fume’ .
Ritratto di Miti
18 settembre 2022 - 21:24
1
Flynn ...Con i fanali posteriori scuri 75.000 euro +tasse.
Ritratto di Gianni_m
18 settembre 2022 - 17:28
Debbo dire abbastanza orripilante
Ritratto di Andre_a
18 settembre 2022 - 20:29
Trovo orribile l'esecuzione delle mezze portiere. Cioè, l'idea sarebbe carina, sia esteticamente che per recuperare un po'di rigidità, ma nella parte anteriore hanno lasciato comunque uno spazio che non ha senso di esistere se quella parte di sportello non si apre più. E a livello di rigidità è uguale allo sportello completo. Inoltre, in ottica monoposto, non ha senso che ci sia il mezzo sportello anche a destra. Infine il prezzo: ok, rispetto alla supercar a cui si ispira è regalata, ma 80000€ su una NA non si possono vedere. Già con un decimo del budget si trasforma in un missile.
Ritratto di PONKIO 78
18 settembre 2022 - 23:36
Andre_a, spendi altre 50 euro in più e tele fai saldare…. Così ci puoi salire alla Bo e Luke….. ;-DDD
Ritratto di Andre_a
19 settembre 2022 - 07:55
Sì apre solo la metà superiore della portiera, quindi devi comunque salirci un po' come Bo e Luke. Che anche lì il ragionamento era lo stesso: saldiamo le portiere in modo da avere un pelo di rigidità in più. Se guardi la Mx5 rossa nelle foto (quella a cui si sono ispirati) non ha spazi sotto, li ha solo nella parte di sportello che si apre.
Ritratto di Road Runner Superbird
18 settembre 2022 - 23:48
Forse hanno lasciato la porta dx nel caso si voglia aprirla e metterci un altro sedile, mentre lo spazio davanti la porta potrebbe essere lo stacco tra il parafango anteriore e quello posteriore (che arriva fino a sotto le porte).
Ritratto di Andre_a
19 settembre 2022 - 21:24
Può essere. Però se ci fosse la possibilità di riportarla biposto, l'avrei pubblicizzata un po'. Per quanto riguarda lo spazio, la Mx5 a cui questa si ispira (la rossa monoposto nelle foto) non lo ha: certo, essendo basta sulla terza generazione, non è certo una bellezza, ma il dettaglio della portiera mi piace di più
Ritratto di Ac83
18 settembre 2022 - 20:31
Con un rapporto peso/potenza così sicuramente sarebbe un giocattolino divertente per la pista ma esteticamente è brutta forte
Ritratto di Road Runner Superbird
18 settembre 2022 - 23:45
Avrei solo usato delle luci a led per rendere l'aspetto piu' fresco e forse usato della vetroresina per coprire l'abitacolo. L'avrei usata anche per parafanghi e cofano al posto del carbonio. Ok, l'avrei fatta un po' diversa, ma solo il fatto che ci fa ragionare su come l'avremmo fatta noi, ci ha catturato.
Ritratto di Almeron771
19 settembre 2022 - 06:27
Ecco un altro gabinetto di cui non avevamo bisogno.
Ritratto di S_Bianc0
19 settembre 2022 - 07:07
Bella bella, i cerchioni sono quelli giusti e con 184cv (o 225) per 830kg di peso, con il cambio manuale e l'assenza del parabrezza, c'è di che divertirsi. Una sportiva vera, rivale della Lotus.
Ritratto di studio75
19 settembre 2022 - 07:44
5
io prenderei la MX5, aggiungerei il kit BBR (300cv x 7200€), areo kit Pandem/rocket bunny (3.000 €), assetto e freni (almeno 6000€), interni (volante, sedile e strumentazione aggiuntiva) oltre manodopera. penso che con la metà di quello che chiedono avrei una bella, piccola bomba (non omologata e solo per uso pista).
Ritratto di CIABATTA
19 settembre 2022 - 11:13
Concordo al 100%
Ritratto di john_doe
19 settembre 2022 - 10:40
Sembra un po' tanto artigianale...
Ritratto di Vincenzo1973
19 settembre 2022 - 12:38
sicuramente scendere di peso cosi tanto ha richiesto molto lavoro. il giallo secondo me non gli rende giustizia. un grigio Mercedes (famose le sue barchette) ci stava meglio. il prezzo, modifica artigianale molto piu profonda di quello che si vede, ci sta.
Ritratto di Oxygenerator
19 settembre 2022 - 13:16
Ma che brutta. Raramente si vedono cose così brutte.
Ritratto di giulio 2021
19 settembre 2022 - 17:25
Commento un pò sarcastico: ma in Cina nascono start up come : Nio o Avatr, in California come Lucid e altre, in Vietnam come Vinfast, in Olanda come Lightyear, da noi questa...
Ritratto di Volandr
20 settembre 2022 - 15:56
Francamente trasformare un'auto già esistente con due posti in un'auto con un posto solo non lo capisco.