NEWS

Great Wall Voleex: un'utilitaria per sfidare la Punto

24 novembre 2010

Il costruttore cinese amplia l'offerta con un'utilitaria dall'aspetto molto personale e dalla dotazione di serie “all'europea". Inoltre, sul pick-up Steed, aggiornato nel frontale, arriva un 2.0 turbodiesel da 150 CV.

Great Wall Voleex: un'utilitaria per sfidare la Punto

VUOLE ESSERE “POLIGLOTTA” - Al Motor Show di Bologna, in programma dal 4 al 12 dicembre, la cinese Great Wall presenterà la Voleex, un'utilitaria studiata per essere venduta fuori dalla Cina e “sbarcare” in 100 paesi nel mondo. Tra questi non manca l'Italia dove sarà in vendita dalla prossima primavera con prezzi a partire da meno di 10.000 euro. La Great Wall è già presente nel nostro mercato con la suv Hover 5 e il pick-up Steed.

great_wall_voleex_02.jpg

ASPETTO PERSONALE - Per competere nella difficile categoria delle utilitarie, dove ci sono auto come Fiat Grande Punto, Ford Fiesta e Volkswagen Polo, la Voleex si affida a un aspetto particolarmente originale, specialmente nel frontale, che  è dominato da una vistosa mascherina a forma di “V”. Ha una dotazione di sicurezza completa: sulla Voleex ci sono di serie l'Esp e gli airbag frontali, laterali e per la testa e non mancano il servosterzo elettrico e il climatizzatore. L'abitacolo, secondo la casa, si annuncia sfruttabile: omologato per 5 passeggeri ha i sedili posteriori ribaltabili separatamente che possono scorrere in avanti, ampliando il volume del bagagliaio fino a 1.100 litri. L'auto è lunga 381 cm e larga 170 cm.

great_wall_voleex_03.jpg

MOTORI ANCHE A “GAS” - La Great Wall Voleex sarà in vendita con due motori a benzina, realizzati direttamente dal costruttore cinese nell'impianto di Baoging, alle porte di Pechino. In grado di rispettare la normativa Euro 5, come imposto a tutti i nuovi modelli, sono un 1.3 da 92 CV e un 1.5 da 104 CV abbinati a un cambio manuale a cinque marce o automatico a variazione continua del rapporto (optional). In Italia saranno disponibili anche nelle versioni Ecodual a doppia alimentazione benzina/Gpl.

great_wall_steed_5.jpg

ANCHE DIESEL LO STEED - Al Motor Show di Bologna la Great Wall presenterà  anche lo Steed 5 2.0 TDI. Si tratta di una versione “rinfrescata” nel frontale del già conosciuto pick-up che, per la prima volta, viene offerto anche con 2.0 turbodiesel abbinato a un nuovo cambio manuale a sei marce. Lo Steed 5 2.0 TDI viene proposto con con cabina singola o doppia e trazione a due o quattro ruote motrici e affianca la versione Ecodual con il 2.4 a benzina da 126 CV disponibile con doppia alimentazione benzina/Gpl.

"SOLO" EURO 4 - il 2.0 a quattro cilindri diesel common-rail, costruito dalla stessa Great Wall, è dotato di un turbo a geometria variabile ed eroga 150 CV a 4.000 giri e 310 Nm di coppia disponibili da 1.800 giri. Secondo la Great Wall permetterà allo Steed di raggiungere i 140 km/h; il consumo medio e le emissioni di CO2 non sono state ancora dichiarate. Non dotato di filtro antismog, questo motore è omologato per rispettare la normativa antinquinamento Euro 4.

 

Great Wall Voleex C20R
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
6
6
17
13
18
VOTO MEDIO
2,5
2.483335
60


Aggiungi un commento
Ritratto di 19miki90
24 novembre 2010 - 13:25
2
Al massimo può far concorrenza alle dr... Già la dacia é ad un livello superiore...
Ritratto di hotdog
24 novembre 2010 - 13:40
beh aspettiamo di vedere gli interni e capire se è fatta bene... il fatto che abbia una dotazione di sicurezza completa mi fa pensare che sti cinesi iniziano a fare auto sul serio! Però come design non ci siamo ancora per niente: davanti è orribile, sembra un castoro con quella calandra! Di lato e dietro invece ricorda un po' troppo la TOyota Yaris... che sia l'ennesimo esempio di plagio? :D
Ritratto di 19miki90
24 novembre 2010 - 13:45
2
non so se a te fa la stessa impressione, ma il disegno dei fari posteriori mi ricorda un po alcune peugeot... D'accordissimo con te per quanto riguarda il design, davanti la trovo veramente orribile... Comunque non potrà mai essere a livello di auto come la Punto, la 207, la Polo, ecc, poiché dietro quest'ultime vi é comunque uno sviluppo di anni... mentre loro sono appena arrivati su un mercato europeo, per questo dico che al massimo può competere con la dr.
Ritratto di ociamax
25 novembre 2010 - 20:35
L'unica cosa che si può dire riguarda le proporzioni generali e la linea di cintura che "ricorda" la Yaris, per il resto sembra originale. Poi volevo dire che meno male che non sono al livello delle europee altrimenti erano guai.....comunque lo steed, nonostante la motorizzazione non proprio eccelsa mi sembra che ha dei buoni risultati di vendita.....e secondo me sono meglio le Great Wall delle DR......va bene avere paura dei cinesi ma un po' di obiettività non fa male....guardando il nuovo Steed mi sembra interessante.....ne riparliamo tra una decina d'anni.....ma avete visto quanti costruttori di auto ci sono in Cina????
Ritratto di bubu
24 novembre 2010 - 18:07
io sono d'accordo... ma guarda questi!!!
Ritratto di JACK1669
25 novembre 2010 - 22:31
SE E' PER QS, NEANCHE IL PICCOLO GENIO, DI CUI E' UN PLAGIO, MAL RIUSCITO, PERALTRO! IL MUSO SEMBRA LA MASCHERA DI HANNIBAL LECTER, BLEAH!
Ritratto di Limousine
24 novembre 2010 - 13:45
Davvero orrende le due imminenti cinesate che Great Wall s'accinge di propinare. L'utilitaria - che vista lateralmente e di tre quarti post. è la fotocopia dell'attuale Toyota Yaris - è a dir poco OSCENA con quel frontale pacchiano (perchè non mettevano direttamente la S di Superman o il pipistrello di Batman?). Le DR - in confronto - sono STUPENDE!!!
Ritratto di Alessandro
24 novembre 2010 - 13:53
Bei io sceglierei l'autobus il treno o la bicicletta.......
Ritratto di maverick2010
24 novembre 2010 - 13:53
VOI DITE CHE SONO ORRENDE UN PO' COME LE COREANE ALL'INIZIO ED IO PURE VI FARO' VEDERE CHE QUESTI TRA 5 ANNI SARANNO MOLTO MA MOLTO CONCORRENZIALI E SINCERAMENTE A DIFFERENZA DI UNA PUNTO EVO CREDO CHE QUESTA SEPPUR ABBIA SCOPIAZZATO UN PO' DI VETTURE ABBIA UNA LINEA ORIGINALE E GRADEVOLE QUINDI E' MEGLIO CHE IL "MADE IN ITALY" SE ANCORA UN PO' C'E' MA NE DUBITO SI DIA UNA MOSSA
Ritratto di Limousine
24 novembre 2010 - 14:31
Attualmente non possono ancora impensierire la ben più qualificata concorrenza europea, coreana e giapponese, ma - forse - tra qualche anno pure i cinesi diranno la loro. Tutto dipende dal tempo che impiegheranno per metabolizzare concetti quali l'affidabilità, la qualità e la sicurezza. L'unico che - ad oggi - sembra incanalarsi nella giusta direzione è DiRisio, il quale sta pure conoscendo un periodo in cui le vendite gli vanno a gonfie vele. Ma gli altri Costruttori cinesi che esportano da noi mi sembrano ancora parecchio indietro. Great Wall incluso.
Pagine