NEWS

Green Pass, il certificato per tornare a viaggiare in Europa

Pubblicato 15 giugno 2021

Firmato a Bruxelles il regolamento: grazie al documento sarà possibile spostarsi nei Paesi dell’UE se vaccinati, guariti dal Covid o negativi al tampone molecolare.

Green Pass, il certificato per tornare a viaggiare in Europa

AL VIA DAL 1° LUGLIO - I presidenti delle istituzioni UE (David Sassoli per il Parlamento, Ursula von der Leyen per la Commissione e Antonio Costa per il Consiglio UE) hanno sottoscritto a Bruxelles il regolamento che porta all’introduzione del certificato europeo Covid che potrà essere utilizzato per viaggiare a partire dal prossimo 1 luglio 2021. Il documento, noto anche come Green Pass, permetterà ai cittadini dell’Ue di spostarsi a condizione di essere in possesso di alcuni requisiti ben precisi. È il caso di chi è stato vaccinato, è guarito dal Covid o si sottopone a un tampone poco prima della partenza che dà esito negativo. Il certificato viene rilasciato dalle autorità nazionali e sarà disponibile in formato cartaceo o digitale. In entrambi i casi sarà presente un codice QR, la cui veridicità sarà controllata in tutto il Continente. 

COME FUNZIONA E OBIETTIVI DEL CERTIFICATO - Il Green Pass è valido per dodici mesi, a partire da quattordici giorni dopo l’ultima dose del vaccino anti-Covid. Per i guariti dal Covid-19 sarà invece valido, per 180 giorni a partire dal test PCR positivo. Ogni Paese potrà decidere se rilasciarlo già dopo la prima dose di vaccino, ma i Paesi in cui ci si recherà potranno non ritenere valida la certificazione. Nel caso in cui uno Stato membro dovesse decidere di rilasciare la certificazione dopo il primo vaccino, dovrà accettare i cittadini che provengono da altri Paesi alle stesse condizioni. I bambini sotto i 6 anni di età sono esentati anche dai test, mentre chi ha più di sei anni dovrà sottoporsi a un test per ottenere il pass. 

COME OTTENERLO IN ITALIA - Richiedere il Green Pass è ora diventato più semplice anche per chi vive in Italia grazie a quanto stabilito dal Decreto Recovery. Chi ne ha la necessità può richiederlo tramite medico di base, farmacista o pediatra, oltre che tramite il fascicolo sanitario elettronico o le app Io e Immuni. Per chi invece non dovesse essere in possesso dello Spid, sarà possibile ottenere un codice inviato via mail o sms, abbinato alle ultime 8 cifre e alla scadenza della tessera sanitaria. I dati dei cittadini cui è stata somministrata “almeno una dose di vaccino“saranno trasmessi dalle Regioni al portale dedicato. Qui sarà possibile trovare anche i certificati di avvenuta guarigione e gli esiti dei tamponi. 

NESSUN OBBLIGO - Il Green Pass, per quanto utile per spostarsi in maniera agevole, non è ritenuto obbligatorio. Chi è in possesso dei requisiti richiesti lo ottiene comunque in via automatica; basterà quindi semplicemente effettuare la richiesta tramite i canali preposti. Il certificato di avvenuta guarigione dal Covid rilasciato dall’Asl ha invece validità di sei mesi, mentre il tampone molecolare a cui ci si può sottoporre prima della partenza vale per 48 ore. Averlo permette anche di spostarsi liberamente in Italia nel caso in cui dovessero essere introdotte ulteriori restrizioni, oltre che di assistere ad eventi pubblici che prevedono un’affluenza di pubblico e la vicinanza ad altre persone. Questo, infatti, può essere ad esempio utilizzato per entrare allo stadio (per le partite degli Europei) o per partecipare a cerimonie religiose ed eventi a essere collegate. A breve sarà utile anche per chi vuole essere presente a fiere, congressi ed eventi artistici.





Aggiungi un commento
Ritratto di Gasolone xv
15 giugno 2021 - 19:46
Arriverà il giorno del Norimberga 2 pass per liberarci da questa associazione a delinquere transnazionale
Ritratto di Road Runner Superbird
15 giugno 2021 - 21:16
Per come è stato predisposto potrebbe durare per sempre. Finito il Covid (o meglio le varianti) lo si potrebbe usare per qualsiasi influenza stagionale, in modo da obbligare tacitamente tutti a fare qualsiasi vaccino, così che le case farmaceutiche avranno profitti elevati garantiti e al contempo gli Stati un maggior controllo sullo spostamento delle persone. Il tempo della libera circolazione è finito e non solo tra Paesi, ma a seconda dei vari codici anche tra Comuni limitrofi!
Ritratto di Road Runner Superbird
15 giugno 2021 - 21:19
*non controllo sullo spostamento individuale ovviamente, di tizio e Caio, a meno che non sia un VIP non frega nulla a nessuno, ma di flusso di gente, quanti e di che tipo in una determinata area.
Ritratto di Gasolone xv
15 giugno 2021 - 21:47
Il 29 maggio a Londra c'era 1 milione di persone per protestare contro questi provvedimenti folli (ovviamente i servomedia italici muti) , finché si usa il green pass come specchietto per le allodole (molti lo fanno per viaggiare ma non riceveranno in tempo la seconda dose) per far bucare più gente possibile a me sta anche bene, se lo vogliono "istituzionalizzare" Prevedo un autunno caldo. Spero faccia la fine di Immuni , in questo periodo si diceva che senza non si sarebbe entrati al bar. Sto ancora ridendo
Ritratto di Road Runner Superbird
15 giugno 2021 - 22:05
Ahaha Immuni, che flop pazzesco (come le altre app di tracciamento in giro per il mondo), adesso tentano di riciclarla con questo permesso di spostamento.
Ritratto di Volpe bianca
15 giugno 2021 - 20:25
Il problema adesso è chi arriva da fuori Europa....
Ritratto di Mbutu
15 giugno 2021 - 23:24
Personalmente credo che tra varie testate giornalistiche ci sia una sfida in stile "la cena dei cretini". E questi servizi servano per stanare tra i commenti il "campione" da presentare agli avversari. Direi che tra i vari complottardi qui presenti c'è l'imbarazzo della scelta. Sarebbe carino che la redazione ci facesse poi sapere come finisce la suddetta cena. Perché visto che ci tocca di sorbirci le tesi bislacche dei vari "è una dittatura", "è solo un'influenza" e via dicendo almeno sarebbe interessante sapere se ne è valsa la pena.
Ritratto di Rimbambutu
16 giugno 2021 - 05:40
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Volpe bianca
16 giugno 2021 - 08:21
@Mbutu al di là dei nostri commenti più o meno condivisibili e che lasciano il tempo che trovano, c'è stata troppa confusione (a volte in parte giustificabile), troppo protagonismo e poca serietà da parte degli esperti. Guarda solo con i vaccini che casino è venuto fuori....su Astrazeneca hanno cambiato idea 4-5 volte e come se non bastasse ancora ci sono pareri diametralmente opposti sul suo utilizzo o sull'utilizzo misto.... Con questo andazzo è stata minata la fiducia di molte persone. Come ci sono pareri incredibilmente opposti tra i vari virologi è ovvio che ce ne siano anche tra i "normali" cittadini.... Sarebbe interessante se alla fine facessero un referendum/questionario per avete un quadro definitivo su cosa ne pensa la gente : origini pandemia, coordinazione europea, gestione italiana restrizioni, comunicazione tv da parte dei virologi, vaccini ecc.
Ritratto di Road Runner Superbird
16 giugno 2021 - 10:02
Il tuo discorso è troppo intenso e sensato per gli stupidi funzionali.
Pagine