NEWS

Guida autonoma: Torino è pronta per i test

27 luglio 2018

Potranno iniziare a settembre 2018, dopo che in settimana è stato definito il percorso: 35 km dalla periferia al centro.

Guida autonoma: Torino è pronta per i test

TUTTO PRONTO - È Torino la prima città in Italia ad autorizzare i test su strada pubblica delle tecnologie per la guida autonoma, quel sistema che permette alle auto di raggiungere una meta senza che il guidatore debba impugnare il volante o schiacciare sui pedali. Le sperimentazioni a Torino potranno iniziare già a settembre, secondo quanto scrive il quotidiano La Stampa, dopo l'accordo raggiunto nelle scorse settimane fra l'amministrazione comunale, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e 16 aziende interessate al progetto (FCA compresa). L'intesa fa seguito al decreto Smart Road, promosso ad aprile dal Ministero, in cui sono riportate le norme da rispettare in funzione dei test. Nel decreto è scritto ad esempio che il via alle sperimentazioni verrà concesso previa autorizzazione del Ministero su alcuni precisi tratti di strada.

35 KM IN CITTÀ - Il percorso in cui effettuare gli studi è stato definito mercoledì 25 luglio ed è un tracciato di 35 chilometri dalla periferia al centro di Torino, scelto dai tecnici per mettere alla prova le auto in varie situazioni: in Corso Unita d'Italia il traffico è scorrevole ma è presente un sistema fisso per la lettura della velocità, in Corso Vittorio Veneto sono frequenti gli ingorghi e in Via Ormea è facile trovare pedoni che attraversano o ciclisti. Il tragitto di 35 chilometri potrà essere “modulato” a piacimento dalle aziende, ad esempio se il software messo a punto non è abbastanza evoluto per affrontare tutte le situazioni di guida. Per i torinesi sarà impossibile trovare auto muoversi da sole su strada senza nessuno a bordo, visto che allo stato attuale è sempre presente un tecnico all'interno per supervisionare il sistema.

Aggiungi un commento
Ritratto di Highway_Or_Fca
27 luglio 2018 - 18:31
Vediamo i lati positivi, se il test va bene ci sarà una rivoluzione storica. Se il test va male con un po' di fortuna l'auto della prova si schianterà contro rikolas. Quindi ben vengano questi esperimenti
Ritratto di Raul23
27 luglio 2018 - 20:34
Tranquillo che prima che sparisca il volante passano altri 15 anni
Ritratto di Lanzasams
27 luglio 2018 - 22:30
Spero che non venga sostituito mai il guidatore al 100%, l'intervento dell'essere umano dovrà esserci sempre.
Ritratto di Highway_Or_Vag
27 luglio 2018 - 20:45
Naturalmente per svolgere test di un'importanza simile non potevano che usare un veicolo marchiato Skoda (ci fosse stato sul volante il marchio Fiat cambiava tutto). C'è solo un "difetto" in tutto questo: con il logo Skoda sul volante non c'è bisogno nemmeno di fare i test, tanto l'esito è positivo a prescindere. FCA può giusto essere interessata, ma con i trabiccoli che sforna il massimo che svilupperà sarà "l'auto a schianto autonomo".
Ritratto di steves
30 luglio 2018 - 21:55
Corso Vittorio Veneto...e dov'è?? Sono di Torino...non esiste nessun corso che si chiama così. Forse volevate dire Corso Vittorio Emanuele II eheh ciao!