NEWS

Guideremo col pensiero

29 settembre 2011

La Nissan sta studiando veicoli in grado di leggere il pensiero, per migliorare il grado di sicurezza sulle strade. Prima di una svolta, cogliendo il movimento dei nostri occhi la macchina si preparerà a girare.

TI AIUTA NELLA GUIDA - Per rendere più sicure le auto, i costruttori stanno creando sistemi di ausilio alla guida sempre più sofisticati. Si va dal cruise control attivo che rallenta la macchina se si avvicina troppo a quella che precede, allo sterzo che raddrizza la vettura quando si cambia corsia involontariamente, fino al dispositivo di visione notturna che proietta sullo schermo del navigatore le immagini riprese da una telecamera frontale a infrarossi, per migliorare la visibilità con il buio. E la prossima frontiera dei dispositivi di sicurezza preventiva si spinge parecchio più avanti.

L’AUTO “DIALOGHERÀ” CON IL CERVELLO
- La Nissan, per esempio, sta studiando un sistema che metta in interazione diretta la mente del guidatore e la macchina. In sostanza, una sorta di lettura del pensiero. I tecnici della casa giapponese sostengono che in un prossimo futuro quando il guidatore penserà di girare a sinistra, la vettura si preparerà a effettuare la manovra, selezionando velocità e posizione ideale nella carreggiata affinché la svolta possa essere completata in sicurezza. Per sviluppare la propria ricerca, la Nissan ha avviato una collaborazione con l’École Polytechnique Fédérale de Lausanne, in Svizzera (Epfl), che ha messo a punto sistemi d’interazione tra macchina e mente umana, chiamati Brain machine interface (Bmi), che già oggi consentono a chi non può muoversi di manovrare la propria sedia a rotelle attraverso l’utilizzo del pensiero (come mostra il video sotto). La fase successiva prevede l’adattamento dei processi di Bmi alla vettura, e quindi al suo conducente.


SAPRÀ PREVEDERE LE INTENZIONI
- L’obiettivo di Nissan ed Epfl è quello di sviluppare dei sistemi che, sfruttando le analisi statistiche, consentano di prevedere le intenzioni del guidatore e valutarne le reazioni a livello cerebrale, rispetto all’ambiente circostante. Attraverso la misurazione dell’attività della mente umana, l’analisi degli schemi di movimento dell’occhio umano ed esaminando l’ambiente che circonda il veicolo con l’ausilio di specifici sensori sulla vettura, per la Nissan dovrebbe essere possibile capire e anticipare le intenzioni del guidatore, come svoltare, effettuare un sorpasso o cambiare corsia, per assisterlo in completa sicurezza nelle manovre.

Aggiungi un commento
Ritratto di IchLiebeCorsa84
29 settembre 2011 - 18:32
...che purtroppo certa gente non è in grado nemmeno di pensare!!!
Ritratto di gig
29 settembre 2011 - 18:37
...
Ritratto di ilovenaples89
29 settembre 2011 - 19:00
se una persona è ubriaca si ubriacherà anche l'auto, per comandare l'auto abbiamo cose tipo le gambe e le braccia
Ritratto di audi94
29 settembre 2011 - 19:03
1
è stato fatto provare a Calderoli, ma l'auto... non è partita [M.Crozza, Ballarò 20-9-2011] ahahahahahahahah
Ritratto di Mister Grr
29 settembre 2011 - 19:18
io comunque quando guido penso e sto attento: non so voi.
Ritratto di freeblukite
29 settembre 2011 - 19:33
Questo significa che dovranno togliere dai margini delle strade tutti i cartelloni pubblicitari con belle figliole ......scherzi a parte ben venga se può aiutare la mobilità di chi è costretto su una sedia a rotelle ma come ausilio alla guida mi pare un pò troppo ....
Ritratto di mustang54
29 settembre 2011 - 19:33
2
a guardare una bella ragazza (come mi capita perennemente ogni giorno), che movimento fa la macchina? Doppia curva a SX?
Ritratto di Silence800
29 settembre 2011 - 20:55
1
Qui si esagera eh...voglio vedere quanto sia possibile e specialmente quanto sia sicura come cosa. Che facciamo la serie animata Neon Genesis Evangelion?? Che si pilotavano i robottoni con una sorta di pensiero..comunque una connessione mentale! :D Anche se d'altronde si parla sempre di giapponesi eh ;-) Quindi..
Ritratto di Etneo
29 settembre 2011 - 21:58
... E per quelle teste di c a z z o, che guidano pensando a c a z zo, come si comporterà il computer? Sarà in grado di conoscere le teste di mi n c h i a al volante??
Ritratto di luka96
29 settembre 2011 - 22:01
per credere a questi dispositivi tecnologici bisognerebbe provarli..
Pagine