NEWS

Arriva in Italia la suv cinese Haval H2

Pubblicato 06 giugno 2019

La Haval H2 è una suv dalle dimensioni compatte con un motore 1.5 benzina/Gpl da 140 CV. Prezzi a partire da 17.900 euro.

Arriva in Italia la suv cinese Haval H2

PUNTA AL PRIMATO - La Great Wall è uno dei primi gruppi automobilistici in Cina, dove l’anno scorso ha consegnato 1.053.039 milioni di automobili, comprese quelle con il marchio Haval specializzato in suv di qualità superiore rispetto alla Great Wall. La Haval ha obiettivi ambiziosi, perché stima di vendere 2 milioni di auto l’anno entro il 2023 e punta a diventare il primo costruttore al mondo di suv, tanto da aver previsto l’arrivo di venti nuovi modelli, compreso un suv elettrico alimentato a idrogeno. Ora il rampante marchio Haval sbarca in Italia grazie alla società bresciana Eurasia Motor Company, la stessa che importa da anni anche le Great Wall.

PUNTA SUL PREZZO - La prima Haval ad arrivare in Italia è la H2, una suv che punta molto sul favorevole prezzo d’acquisto: è lunga 433 cm, pochi cm in meno di Jeep Compass e Nissan Qasqhai, ma il suo prezzo è di 17.900 per l’allestimento Easy e 19.900 euro per quello Premium. La Haval H2 non ha gli aiuti alla guida delle rivali più blasonate, ma compresi nel prezzo ci sono sei airbag, i sensori di distanza, il regolatore di velocità, il climatizzatore, la connettività bluetooth, il volante e il pomello del cambio in pelle e le ruote di 18”, mentre la H2 Premium ha di serie anche i sedili in pelle regolabili elettricamente, il “clima” bizona, lo stereo con presa usb, il tetto apribile elettrico e lo schermo di 8” nella consolle (costa 480 euro per la H2 Easy). Si pagano a parte la vernice metallizzata e lo schermo di 9”.

BENZINA E GPL - Il motore della Haval H2 è un 4 cilindri aspirato a benzina di 1.5 litri con 140 CV di potenza con doppia alimentazione benzina/Gpl; l’impianto è compreso nel prezzo di entrambi gli allestimenti. Il cambio è manuale a 6 marce, la trazione anteriore. L’aspetto della suv cinese è all’insegna della sobrietà, ma non mancano alcuni dettagli originali: la grande mascherina cromata dà una certa personalità all’anteriore, dove spiccano anche le luci diurne a led, (di serie) mentre l’emblema nel montante posteriore del tetto è ispirato ad alcune suv europee. La Haval offre una garanzia di 3 anni o 100.000 km sui nuovi modelli acquistati presso le proprie concessionarie.

Haval H2
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
15
10
12
21
68
VOTO MEDIO
2,1
2.07143
126




Aggiungi un commento
Ritratto di Adry83
6 giugno 2019 - 19:13
Il prezzo per questo genere di auto è ottimo dato le dimensioni.
Ritratto di Fr4ncesco
6 giugno 2019 - 19:23
2
Incredibilmente anonima e dall'aspetto cheap, oltre ad avere un marchio che sembra una di quelle sottomarche da discount, che a 17.000 euro è tutto da dire. Avrebbero più senso le MG che, anche se di già visto, sono più personali e appaganti e hanno un marchio con un appeal migliore. Più coreane di un tempo che cinesate dozzinali.
Ritratto di Giuliopedrali
6 giugno 2019 - 21:59
E' una vecchia auto cinese, però se guardiamo al prezzo e ai contenuti, ho girato abbastanza l'altranno per i concessionari, ti viene si e no una Polo o Fiesta poco più che base.
Ritratto di Roomy79
6 giugno 2019 - 22:51
1
A quel prezzo ti viene una duster prestige, che in confronto a questa sembra una premium tedesca top di gamma, se questo cesso rappresenta l’invasione cinese che massacra gli europei può stare tranquilla persino la Lada.
Ritratto di alex_rm
7 giugno 2019 - 08:36
Sulle auto tradizionali i cinesi non sono granche.L'invasione cinese potrebbe avvenire con l'avvento delle auto elettriche su larga scala,dove gli europei sono in ritardo rispetto ai cinesi,solo ultimamente e stato fondato il consorzio europeo per le batterie per le auto elettriche.e quella sarebbe una grande crisi per l'europa dove il settore automobilistico e uno dei trainanti per le varie economie europee. Gia c'e stata l'invasione dei TV asiatici(anche cinesi) e dei telefoni cinesi con la scomparsa dei vari marchi europei del settore.
Ritratto di Gwent
7 giugno 2019 - 11:16
2
Telefoni e TV sono una cosa: li compri, li utilizzi in casa (e fuori nel caso degli smartphone) e funzionano allo stesso identico modo di come utilizzavi quelli che hai buttato via. Nel caso delle auto il discorso è molto diverso, primo, richiedono un esborso economico ben maggiore e la massa quando si tratta di investire parecchi soldi predilige brand noti (anche per questioni di ass.za e/o reperibilità ricambi), secondo, l'invasione delle auto elettriche non può avvenire perché mancano le infrastrutture, va bene per Tesla perché fa auto per ricchi con giardino, garage e wallbox ma non certo per la massa costretta a tenere l'auto in strada. Ha molto più futuro l'idrogeno non a caso Toyota, che non è proprio l'ultima arrivata quanto ad r elettrificazione della sua gamma, non crede affatto nell'elettrico di massa e continua a scommettere sull'idrogeno. Chi vivrà vedrà. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Gwent
7 giugno 2019 - 08:18
2
Scusa Giulio io capisco sia vecchia come dici tu ma se è vecchia allora perché venderla qui e adesso? Io se fossi un marchio che deve esordire in un paese per me nuovo cercherei di far bella figura portando qualcosa di nuovo, del meglio che potrei fare. Persino la Landwind di 15 anni fa era molto più bella e personale (anche perché basata sull'Opel Frontera). Peccato che nei crash non avesse ottenuto risultati lusinghieri ma devo dire che aldilà di questo avrei speso più volentieri i soldi per quella che per questa Haval. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di alex_rm
7 giugno 2019 - 08:41
Queste sono auto low cost che i cinesi vendono nei mercati in via di sviluppo come nel sud america,nord africa.Non la vendono di certo in germania o negli USA.Vedendo il successo di Dacia e l'andamento del mercato automobilistico l'anno proposta anche sul mercato italiano.Ma sulle auto tradizionali i cinesi non sono granche e il salto lo faranno con le auto elettriche.
Ritratto di Gwent
7 giugno 2019 - 11:23
2
Sempre se sarà l'elettrico ad avere la meglio sugli altri. Per il momento a parte Tesla (la quale da sola fa impennare del 100% le vendite di EV sul mercato italiano) le altre proposte mi sembrano fuochi di paglia. Allo stato attuale delle cose l'ibrido è la soluzione più gettonata. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di turco gino giampiero
8 giugno 2019 - 17:12
Scusa ma che significa imho? È il gwent?
Pagine