NEWS

Honda Civic Type R: la famiglia si allarga

Pubblicato 20 febbraio 2020

Con l’aggiornamento della Honda Civic Type R arrivano anche due nuove versioni: la Sport Line, senza alettone, e la Limited Edition, alleggerita.

Honda Civic Type R: la famiglia si allarga

CAMBIANO I DETTAGLI - A tre anni dal lancio, la Honda Civic Type R si aggiorna: la media giapponese ad alte prestazioni si rinnova in alcuni particolari estetici, nelle sospensioni e nei freni. Presentata pochi mesi fa al Salone di Tokyo, la Type R rivista è disponibile anche in un nuovo colore blu, ha il paraurti ridisegnato nella zona dei fendinebbia e una mascherina più grande del 13%, che migliora il raffreddamento del motore nelle condizioni di guida più estreme. All’interno, sono nuovi la forma del pomello del cambio “a goccia” e il rivestimento del volante, ora in Alcantara, mentre sotto al cofano trova posto sempre il 2.0 turbo a benzina da 320 cavalli, abbinato alla trasmissione manuale a sei rapporti. Le sospensioni attive a controllo elettronico sono state riviste: ora il software di gestione è più veloce, le boccole dei bracci posteriori sono più rigide dell’8% e ci sono nuovi giunti e cuscinetti, per una maggiore precisione e fluidità di guida. L’impianto frenante è stato aggiornato con nuovi dischi flottanti all’anteriore, più leggeri di 2,5 kg (riducendo la masse non sospese migliorano lo scatto e l’aderenza sullo sconnesso), mentre il pedale ha una corsa minore di 1,5 cm, per dare più feeling e velocizzare la risposta.

TRE VARIANTI - Per la prima volta, la Honda Civic Type R è disponibile in più versioni: alla Type R già in vendita (denominata GT per il 2020 e contraddistinta dal vistoso alettone nella zona posteriore e dai cerchi di 20”) si affianca la più sobria Type R Sport Line, contraddistinta da uno spoiler posteriore basso, da sedili neri invece che rossi e dalle ruote di 19”. All’estremo opposto è la pistaiola Limited Edition, che rinuncia a comfort e versatilità d’uso per limare secondi ai tempi sul giro: proposta in soli cento esemplari per il mercato europeo, ha una speciale verniciatura gialla, cerchi in lega forgiati di 20” dello specialista BBS e pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2, semislick omologati per l’uso stradale. La rimozione della radio, del climatizzatore e di diversi pannelli fonoassorbenti fa risparmiare 47 kg sul peso.

 

DALLA FINE DI MAGGIO - L’Honda Civic Type R aggiornata arriverà nelle concessionarie italiane alla fine della primavera. Listino: 41.900 euro per la Civic Type R Sport Line, 42.400 per la GT e circa 50.000 (prezzo ancora non definitivo) per la Limited Edition. 

Honda Civic
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
200
102
79
58
80
VOTO MEDIO
3,5
3.547205
519




Aggiungi un commento
Ritratto di Mbutu
20 febbraio 2020 - 11:01
Una Type R senza alettone è come un cielo senza stelle.
Ritratto di Mtutu
20 febbraio 2020 - 11:28
Un proprietario Toyota C-HR senza il mal d'orecchie causato dal frastuono del motore ogni volta che si preme l'acceleratore a fondo per raggiungere i 100 km/h nell'eterno tempo di 11,7 secondi è come un cielo senza stelle.
Ritratto di Bacca
20 febbraio 2020 - 14:31
aggiungerei anche senza il male di vivere
Ritratto di nsx
21 febbraio 2020 - 10:03
La Toyota con la TS050 Hybrid ha vinto per due anni di seguito (2018 -2019) la 24 Ore di Le Mans. Ti ricordo Mtutu che questa è la gara automobilistica più seguita al mondo (supera come spettatori una gara di Formula 1). Alimentazioni agricole non se ne sono viste per fortuna in gara.
Ritratto di Mtutu
21 febbraio 2020 - 10:37
Come ho fatto a non pensarci… Le Mans… Cioè la competizione dove Porsche (19 vittorie) e Audi (13 vittorie) dominano da decenni e hanno vinto qualcosa come 16 volte tanto rispetto a Toyota (2 misere vittorie). Da notare poi come gli stessi utenti (nsx compreso) quando vince Audi o Porsche (cioè sempre praticamente) reputano Le Mans una gara insignificante, priva di emozioni… Poi quando per un paio di volte nella storia automobilistica la povera Toyota riesce a vincere allora Le Mans diventa il punto di riferimento mondiale nelle gare automobilistiche…. Toyotari sempre coerenti e privi di fanatismo radicale…. Da notare poi che non si spiega come possa una TS050 sostituirsi alle penose prestazione del c-hr di mbutu, forse attaccando quest'ultima con un gancio di traino alla TS050, altre spiegazioni logiche non se ne vedono..
Ritratto di nsx
21 febbraio 2020 - 11:00
Ti ho fatto l'esempio di Le mans per farti capire che l'ibrido Toyota oltre ad avere un efficienza del 42% volendo può andare anche molto ma molto forte. Il diesel è un, triste capitolo chiuso, è servito solo a trasformare le nostre città in camere a gas.
Ritratto di Mtutu
21 febbraio 2020 - 11:15
L'efficienza dell'ibrido Toyota è del 0% ogni volta che si superano i 150 km/h orari, per ibride che vanno forte ed esistono veramente nei concessionari poi penso a Ferrari, Porsche, McLaren, Bmw, Mercedes, Audi, ecc non di certo a un marchio che propone solo dei frullanti trapani col cvt e neanche 200 km/h di velocità massima (roba alla portata di Panda 100HP vecchia di 15 anni)
Ritratto di nsx
21 febbraio 2020 - 11:42
Tutti i marchi da te elencati (Ferrari, Porsche, McLaren, Bmw, Mercedes, Audi puoi aggiungerci anche Volkswagen) in borsa, non valgono Toyota.
Ritratto di tramsi
21 febbraio 2020 - 11:51
Cosa c'entra la borsa?!?!?
Ritratto di Mtutu
21 febbraio 2020 - 11:58
Penso che si riferisce alle borse della spesa che sulla sua Toyota non ha dove mettere, causa baule quasi inesistente.
Pagine