Honda Project 2&4: un giocattolo da corsa

10 settembre 2015

La Honda esporrà a Francoforte una concept car ispirata alla Formula 1 RA272 del 1965. E il motore è quello da 200 CV della MotoGP.

Honda Project 2&4: un giocattolo da corsa
CONCEPT DA F1 - Ci sarà anche una monoposto sullo stand della Honda a Francoforte. Ma non avrà niente a che fare con le vetture degli odierni gran premi. Con il suo color bianco e la sua impostazione, la vettura fa l’occhiolino alla storia della Honda, in particolare alla Formula 1 di mezzo secolo fa. Nel 1965 una monoposto “a sigaro” di color bianco vinse il Gran Premio del Messico con l’americano Richie Ginther: era una Honda, con motore di un litro e mezzo capace di erogare circa 220 CV. 
 
EVOCAZIONI - Al Salone di Francoforte, la Honda Project 2&4 farà ricordare quella stagione di tanto tempo fa, in cui la Formula 1 Honda scriveva per la prima volta un nome giapponese nell’Albo d’oro di un GP di Formula 1. La Honda Project 2&4 ha infatti la carrozzeria di color bianco con un grande bollo rosso sulla parte anteriore, come aveva la monoposto di 50 anni fa. Le dimensioni sono diverse: affusolata e strettissima la Honda di Ginther, più corta e tozza (quasi un kart “vestito”) ma comunque con motore posteriore, abitacolo centrale e gomme di larghezza generosa. Gomme che sono coperte da due piccoli parafanghini indispensabili per mandare la Project 2&4 per le strade.
 
TUTTO PER ESSERE UN FULMINE - La curiosità tecnica principale è sotto la striminzita carrozzeria della parte posteriore, cioè il motore. SI tratta del V4 di 999 cc utilizzato sulla moto RC213V che partecipa al MotoGP, cioè un’unità da 215 CV a 13.000 giri (ma arriva sino a 14 mila…) e coppia massima di 118 Nm a 10.500 giri. Per la trasmissione è stato adottato un cambio a doppia frizione con 6 rapporti. La Honda non comunica le prestazioni possibili con la Honda Project 2&4 ma c’è da credere che possano essere fulminanti, anche se gli ingegneri della Honda hanno provveduto ad “addomesticare” il motore della moto del MotoGP, per rendere la vetturetta idonea a circolare per strada. Va precisato che la possibile destinazione stradale della concept Project 2&4 è stata delineata dalla stessa Honda.
 
OPERA A PIÙ MANI - La Honda Project 2&4 è lunga 3 metri e 4 cm, è larga 1 metro e 82, con l’altezza che non arriva al metro. Il tutto per un peso di 405 kg. In pratica il suo rapporto peso potenza è più favorevole di quello della Honda di Formula 1 di Ginther… Roba da incuriosire davvero molto su che cosa potrà significare guidare questa piccola vettura. Storia particolare è anche quella dell’origine della Honda Project 2&4. La monoposto è infatti il risultato del Global Design Project, sorta di concorso lanciato dalla casa giapponese tra i suoi ingegneri e designer progettisti per stimolare la logica della progettazione globale. Infatti la Project 2&4 è stata ideata dagli ingegneri della Honda moto di Asaka in collaborazione con quelli del reparto Ricerca e Sviluppo della Honda auto di Wako. Il nome evoca appunto l’abbinamento delle 2 e delle 4 ruote, di cui la Project 2&4 riesce a sintetizzare i due piaceri di guida.
 



Aggiungi un commento
Ritratto di TheStig_97
10 settembre 2015 - 12:16
Davvero un bel giocattolo! Ottimo rapporto peso/potenza di 1,88 e bella la livrea ispirata alla monoposto del '65. Spero che vada in produzione, ce la vedo Honda a fare auto da track-day.
Ritratto di Ercole1994
10 settembre 2015 - 12:19
Se non era per il marchio Honda,l'avrei scambiata per la KTM X-Bow di qualche anno fa, sono tremendamente uguali! Resta il fatto che è il giocattolino pensato per il puro divertimento,il comfort è pari a zero insomma,meglio (o peggio) di una Lotus Elise dovrebbe andare.
Ritratto di follypharma
10 settembre 2015 - 12:27
2
fantastica , spero di poterla provare a un track day ... sicuramente e' da sballo ... non vedo tutta sta somiglianza con la ktm, la tipologia di vettura e' la stessa ( ma anche ferrari e lamborghini producono auto dello stesso tipo ma mica si somigliano) ma la ktm ha il sedile centrale e il muso sviluppato di conseguenza, questa' ha la seduta a Sx, e la linea prosegue piatta fino in fondo alla coda, mentre la ktm ha un rollbar molto alto sopra il sedile... in sostanza non centrano proprio nulla stilisticamente
Ritratto di Ercole1994
10 settembre 2015 - 13:15
Diciamo che guardando il posteriore ho avuto una sensazione di somiglianza con la KTM, poi so bene che meccanicamente sono diverse,la X-Bow ha un motore automobilistico di derivazione Audi, mentre questa ha un motore motociclistico, quindi in sostanza dovrebbe molto leggera.
Ritratto di Ercole1994
10 settembre 2015 - 13:16
*dovrebbe essere
Ritratto di AMG
10 settembre 2015 - 13:15
"Wow"... Davvero un bel, e davvero intrigante giocattolino. Fantastici i dati tecnici. Vien una voglia matta di provarla a leggere le righe dell'articolo e le vedere le foto. L'unica cosa che mi convince poco è la sicurezza del giudatore, l'auto in caso di incidente mi ispira molta meno fiducia di un go-kart
Ritratto di Fr4ncesco
10 settembre 2015 - 13:24
Deve avere un rapporto peso/potenza incredibile, tipo moto. Sembra un misto go-kart ed F1. Mi sembra anche più estrema della Atom e della BAC Mono, auto votate esclusivamente al divertimento (soprattutto in pista).
Ritratto di Claus90
10 settembre 2015 - 13:30
Bellissima e motore fantastico non c'è che dire
Ritratto di Mattia Bertero
10 settembre 2015 - 13:30
3
HONDA. Stessa potenza praticamente di una Formula 1 anni 60, a quei tempi solamente il 12 cilindri Ferrari era più potente di 40 cv più o meno. Comunque molto bello questo giocattolino per chi si vuole un po' sfogare in pista, alla guida deve essere davvero divertente.
Ritratto di AlphAtomix
10 settembre 2015 - 17:25
sarà felice il pilota quando si troverà sassi sparati in faccia o addirittura sotto ad un suv che non da la precedenza...Ma seriamente permettono l'utilizzo in strada di questa trappola?
Pagine