Honda

Fondata nel 1948 a Tokyo da Soichiro Honda, per i primi 12 anni di vita l'azienda si è dedicata a due ruote di crescenti ambizioni, dalla mera motorizzazione di massa del Giappone in ginocchio per gli esiti della Seconda Guerra Mondiale, fino all'attacco (rapido e letale) al gotha del motociclismo rappresentato dalla produzione inglese e italiana. Le prima Honda a quattro ruote risalgono agli anni Sessanta, con il pick-up T360, appartenente alla classe delle K-car, che batte sul tempo la spiderina S500, dotata di un motore motociclistico di soli 531 cm3 e 44 CV. 
 
L'ascesa dell'azienda è velocissima, tanto che già nel 1964 la Honda presenta un proprio team di Formula 1, l'unico a costruire in casa motore e telaio insieme alla blasonata Ferrari. La formazione è tutta nipponica, fatta salva la presenza di Ron Bucknum come pilota; è un altro statunitense, Richie Ginther, a regalare il primo successo alla Casa in una gara di Campionato, aggiudicandosi il Gran Premio del Messico del 1965. La prima esperienza della Honda in Formula 1 si conclude nel 1968, ufficialmente a seguito della morte di Jo Schlesser nel Gran Premio di Francia; dopo il ritorno come  fornitore di motori nel 1983, in meno di un decennio le monoposto motorizzate Honda vincono 6 mondiali costruttori e 5 titoli piloti. Dal 2006 al 2008, infine, il team Honda ottiene un successo con Jenson Button: quando i vertici Honda decretano il ritiro, il materiale viene ritirato dall'ex team manager Ross Brawn che, nel 2009, vince a mani basse il Mondiale piloti (con Button) e costruttori.
 
Tornando alla produzione di serie, sin dagli anni Ottanta la Honda ha puntato in modo deciso sul mercato statunitense, aprendo vari stabilimenti; del 1986 l'idea di differenziare il marchio per auto di lusso, con la nascita della Acura. E' di questo periodo la concezione dei motori con tecnologia V-Tec (a fasatura variabile): aspirati con potenze unitarie nell'ordine dei 100 CV/litro senza perdere granché in trattabilità, equipaggiano la couperina CRX (1992) e la berlina Civic. Riprendono molti concetti tecnici introdotti dalla supercar NSX del 1990 e trovano la subilmazione nel 2 litri da 240 CV che equipaggia l'affascinante spider S2000, presentata nel 1998 e ideale trait d'union con la produzione attuale (l'ultima S2000 è stata venduta nel 2009). Tra i modelli che hanno segnato la storia della Honda, la già citata Civic: nata nel 1972 e giunta alla nona generazione, è stata la testa di ponte per il mercato statunitense a metà anni Settanta; la berlina Accord (nata nel 1976 e proposta nel 1987 con l'assale posteriore a ruote sterzanti) e la coupé Legend.

Novità Honda

Video Honda

  • Honda Jazz: i dispositivi di sicurezza
    La nuova generazione della Honda Jazz mette al primo posto la sicurezza: in questo video tutti i dispositivi che aiutano a prevenire gli incidenti e a mitigarne gli effetti. Qui per saperne di più.
  • Honda e
    Dopo aver guidato il prototipo, ecco le prime impressioni di guida della versione di serie della Honda e. La piccola elettrica dal look accattivante spicca per la tecnologia di bordo, meno per l’autonomia.
  • Honda e
    La prima auto elettrica pura della Honda è questa utilitaria che ha un'autonomia di 220 km e un interno avveniristico con ben cinque display per controllare tutte le funzioni della vettura.
  • Honda e: l'infotainment
    Il sistema multimediale della piccola Honda elettrica è di quelli molto avanzati: scopriamone le principali funzioni. Qui per saperne di più.
  • Honda e
    La prima auto elettrica della Honda è questa utilitaria lunga 390 cm con un'automonia di 210 km pensata per l'utilizzo in città. I primi esemplari arriveranno da noi nel maggio del 2020.
  • Honda e: addio agli specchi laterali
    L’utilitaria elettrica, in vendita dal 2020, avrà di serie telecamere montate su supporti laterali e collegate a due schermi nella plancia.

Primi contatti Honda

Prove Honda

dagli archivi