NEWS

Hyundai Elantra N: per molti, ma non per noi

Pubblicato 17 luglio 2021

La versione sportiva N della Hyndai Elantra ha 280 CV e scatta da 0 a 100 in 5,3 secondi. Ma non arriverà in Italia.

Hyundai Elantra N: per molti, ma non per noi

NON IN ITALIA - La Hyundai Elantra è una berlina a cinque porte lunga 465 cm ed è uno dei modelli più venduti della Hyundai a livello mondiale. È importata in alcuni mercati europei, ma non in Italia dove questo tipo di vetture non sono più richieste come un tempo. Recentemente è stata presentata la settima generazione (qui per saperne di più) e ora la casa coreana annuncia la Hyundai Elantra N, versione sportiva preparata dagli stessi tecnici che hanno realizzato le i30, Kona e Veloster N. 

LA GRINTA NON LE MANCA - La Hyundai Elantra N si caratterizza per uno stile spigoloso reso ancora più grintoso dalle personalizzazioni estetiche. Nella parte frontale l’enorme griglia anteriore è ora nera e cambia la forma del paraurti, dotato di prese d’aria maggiorate. Immancabile su una N la la modanatura rossa che parte dal labro nel paraurti anteriore, percorrendo la parte laterale confluendo nell’estrattore posteriore dove sono posizionati i due prominenti terminali di scarico. Sempre sul retro trova posto il vistoso spoiler.

AUTOMATICA O MANUALE - Sotto il cofano della Hyundai Elantra N c’è il motore 4 cilindri 2.0 turbo con 280 CV, abbinato a un cambio automatico DCT a doppia frizione a 8 velocità o, in alternativa, un manuale a 6 rapporti che trasmettono il moto alle ruote anteriori. Le prestazioni sono di ottimo livello, con uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,3 secondi. La Elantra N adotta inoltre un asse motore integrato (IDA), tecnologia utilizzata nelle auto da rally WRC, che consiste nell’integrazione dell'albero di trasmissione, del mozzo ruota e del cuscinetto. Questa soluzione consente una riduzione di peso di 1,7 kg, e dovrebbe essere in grado di ottimizzare il trasferimento della potenza alle ruote.

DIFFERENZIALE AUTOBLOCCANTE - La Hyundai Elantra N monta un differenziale autobloccante a gestione elettrica, il cui compito è migliorare la tenuta di strada e l’inserimento in curva. Il telaio è stato inoltre irrigidito grazie all’adozione di barre posteriori. Le sospensioni sono a regolazione elettronica e quelle anteriori possono contare su un materiale isolante a doppia mescola in grado di garantire un’ottimale assorbimento delle vibrazioni.

FRENI MAGGIORATI - A frenare l’esuberanza della Hyundai Elantra N ci pensa un impianto frenante con dischi da 360 mm dotati di pastiglie in materiale ad alto attrito, che dovrebbero garantire migliori prestazioni. Inoltre il costruttore ha apportato diverse modifiche all’impianto in grado di farlo “respirare” al meglio anche nelle situazioni più difficili. L’impronta su strada è garantita da pneumatici Michelin PS 4S con sezione 245 mm su cerchi di 19 pollici.

LA CURA DEL SUONO - Particolare cura è stata posta nello studio del suono prodotto dai terminali di scarico della Hyundai Elantra N, che è dotato di valvole di scarico ed è in grado di riprodurre i caratteristici scoppiettii, tipici delle vetture N. La Hyundai ha inoltre adottato l’N Sound Equalizer (NSE), un sistema che riproduce all’interno dell’abitacolo un suono del motore virtuale tipico delle auto da corsa TCR.

MODIFICHE ANCHE DENTRO - La cura “ricostituente” si può notare anche all’interno dell’abitacolo della Hyundai Elantra N, dove oltre ai sedili sportivi con cuciture a contrasto, sono state apportate delle modifiche alle modalità di visualizzazione del sistema multimediale e del quadro strumenti (entrambi visibili su due schermi separati da 10,25”). Informazioni importanti nella guida su circuito come la temperatura dell'olio e del refrigerante, la coppia e la pressione del turbo, che generalmente sono difficili da controllare, sono riprodotte come numeri sul cruscotto così che il conducente possa controllarle in modo semplice. Non manca una specifica funzione del sistema multimediale che misura il tempo su giro, registrando inoltre la posizione e il movimento del conducente sul circuito.

HA IL BOOST - Molto particolare il volante dall’impostazione sportiva, che oltre a essere dotato delle classiche levette per il cambio automatico, dispone del pulsante NGS che una volta premuto aumenta la potenza dell’auto di 10 CV per un tempo massimo di 20 secondi. Sono poi presenti due pulsanti N per impostare la modalità di guida.





Aggiungi un commento
Ritratto di Arreis88
18 luglio 2021 - 12:11
E a noi la Bayon. Questa non sarà un inno alla bellezza, ma a differenza dell'altra riesco a guardarla più di due o tre secondi.
Ritratto di Pintun
18 luglio 2021 - 14:05
Da noi si vendono solo più crossuv quindi come logica conseguenza di berline ne arriveranno sempre meno. Di più, scompariranno quelle finora in vendita, Mondeo, Passat e altre.
Ritratto di - ELAN -
19 luglio 2021 - 11:53
Le berline sedan (cioè vere berline) in circolazione, per me, sono al 90% aziendali.
Ritratto di Giocatore1
19 luglio 2021 - 12:16
1
Da noi c'è la kona n al posto di questa. Nel mercato europeo purtroppo i crossover la fanno da padrone
Ritratto di AndyCapitan
20 luglio 2021 - 13:46
1
esatto...a noi la bayon-etta!!!! ma non importano questa che e' davvero originale.....vi lascio dire che ne capiscono di auto i costruttori !
Ritratto di katayama
18 luglio 2021 - 12:15
L'auto non è per noi, ma alla fine che importa? Superiori, in tutto: R&D, prodotto, visione, comunicazione, evoluzione (E-GMP ed altro). Oramai siamo al culture clash evidente, ufficialmente imbarazzante. Basta tornare alle loro produzioni dei '90: incredibile. Si aprono al mondo (davvero), collaborano (un gran bene), sanno relazionarsi, crescere, volare, influenzare. Il K-pop come l'Italo Disco che fu: banale, ingenuo e fuori tema, sì, ma significativo, perché vitale, a prescindere. E noi invece planiamo, spenti, in inerte e perenne attesa d'improbabili correnti ascensionali, di riprese che ci riportino su, come fossero magie, ma sono solo favole stupide.
Ritratto di Quello la
18 luglio 2021 - 14:05
Allora, caro Katayama, innanzitutto devi tenere conto che... no, niente. Poi sbagli nel non prendere in esame che... ah no, hai ragione pure qui. Eppero', nella tua disamina, tralasci un aspetto fondamentale... no, hai considerato anche quello. Niente: hai ragione su tutto.
Ritratto di katayama
18 luglio 2021 - 16:19
@Quello la ;))) Sei di un'indulgenza adorabile. Vedi, Cingolani, per quello che conta la politica, è "troppo realistico" sulla transizione, lui non vuole raccontare favole stupide, almeno non per ora (poi magari lo "convinceranno", o se ne andrà, o lo cacceranno). Per via di questo suo contegno ora è sotto un autentico fuoco di fila mediatico. Draghi, invece, ha lo stesso contegno d'un ex-direttore dell'Hilton costretto a gestire un albergo a ore vicino alla stazione, con l'inevitabile umanità assortita a contorno. I francesi ci fanno da badanti (e chi l'avrebbe mai detto), ed Elkann comunque è sempre stato un uomo solo al comando, ma nessuno lo ha mai capito. Anche lui paga il prezzo del contegno, esemplare, fin dai drammatici ed eroici esordi (lo capiremo più avanti nella storia). Ma io domani mi alzo presto lo stesso (e per forza...): tazza sbeccata, moka vissuta e brioche cavata dal chellophane. E uscirò a testa alta come sempre, sì, e anche se là fuori non c'è la Corea ad aspettarmi, o forse proprio per quello... ;)
Ritratto di Miti
19 luglio 2021 - 08:52
1
@Katayama# certi tuoi commenti sono semplicemente sbalorditivi. Così sto zitto e vado rileggerli ancora. E pensare che questo è "semplicemente" un blog di commenti sulle auto ...
Ritratto di Quello la
19 luglio 2021 - 08:56
Bella, vero miti, la comunità che si crea certe volte?
Pagine