Hyundai i30 Fastback N: la gamma N si espande

26 settembre 2018

La Hyundai annuncia la i30 Fastback in versione N; disponibile con due livelli di potenza (250 e 275 CV) ha una messa a punto specifica per il telaio.

Hyundai i30 Fastback N: la gamma N si espande

STILE FILANTE - L’imminente Salone di Parigi ospiterà anche il debutto della Hyundai i30 Fastback N, brillante berlina sportiva a cinque porte che avrà come rivale più diretta la Skoda Octavia RS 245. La ricetta è la stessa che ha trasformato la i30 “hatchback” in N (qui per saperne di più), quindi un motore potente, ma non esagerato, e una messa punto telaistica di sospensioni, freni e sterzo molto accurata per soddisfare anche i guidatori più esigenti in fatto di piacere di guida. Nel caso della Hyundai i30 Fastback N abbiamo anche una maggiore capacità del bagagliaio, che arriva a 450 litri, e una linea più filante che ricorda quella di una coupé.

DETTAGLI SPORTIVI - Il design della Hyundai i30 Fastback N è imparentato con quello della Hyundai i30 N. Dal colpo d’occhio generale emergono elementi specifici un po’ ovunque: il paraurti, la calandra, i terminali di scarico, lo spoiler integrato nel portellone, i cerchi. Nell’abitacolo l’allestimento N prevede l’adozione di un volante in pelle, sedili e leva del cambio specifici ricoperti dallo stesso materiale, tutti adornati con cuciture rosse.

DA 250 O 275 CV -  La nuova Hyundai i30 Fastback N è motorizzata con un benzina di 2 litri turbo, disponibile in due livelli di potenza: 250 e 275 CV, con coppia massima di 353 Nm (la funzione Overboost può far salire il valore a 378 Nm). La prima versione consente di effettuare l’accelerazione 0-100 km/h in 6,4 secondi; la seconda in 6,1 secondi. La velocità massima è uguale per entrambe: 250 km/h. Il cambio è un manuale a 6 rapporti, in seguito arriverà l'automatico a doppia frizione con 7 rapporti. La Hyundai i30 Fastback N mette a disposizione 5 modalità di guida richiamabili dall’apposito tasto sul volante: Eco, Normal, Sport, N e N Custom. Grazie ad esse la vettura riesce ad avere diverse personalità ottenute cambiando le tarature di motore, sterzo e sospensioni.

RICCAMENTE EQUIPAGGIATA - Oltre alle prestazioni brillanti la Hyundai i30 Fastback N offre una plancia razionale e ben studiata, con un sistema multimediale al passo con i tempi disponibile in due versioni: quella base, denominata Display Audio System, prevede schermo touch di 8’’, retrocamera e connettività Bluetooth, mentre quella più evoluta aggiunge sistema di navigazione e una serie di funzioni di connettività. Per tutti e due ci sono Apple CarPlay e Android Auto per la connessione con gli smartphone. Attraverso la schermata N dedicata sarà possibile personalizzare i diversi parametri di guida come motore, sound e funzione Rev Matching, per una scalata più sportiva. Per quel che riguarda i supporti elettronici alla guida la i30 Fastback N dispone di frenata automatica d’emergenza, mantenimento attivo della corsia, rilevamento della stanchezza del conducente, regolazione automatica dei fari abbaglianti e rilevatore dei limiti di velocità.

Hyundai i30 Fastback
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
32
32
33
10
17
VOTO MEDIO
3,4
3.419355
124


Aggiungi un commento
Ritratto di studio75
26 settembre 2018 - 13:04
5
In questa versione è più bella. Migliorabili le prestazioni (oramai in questo segmento si va di 300cv e quasi 400nm di coppia) e gli interni (cruscotto analogico). manca un buon cambio automatico.
Ritratto di studio75
26 settembre 2018 - 23:38
5
Si, non avevo letto che arriverà il 7 doppia frizione. Spero propongano per il futuro qualche soluzione tecnica che faccia emergere il progetto N. Per ora lo vedo annaspare.
Ritratto di Marco_Tst-97
27 settembre 2018 - 11:05
Beh, la versione da 275 CV ha il differenziale autobloccante, una finezza non di poco conto. Inoltre nelle prove i freni si sono dimostrati all'altezza non solo come mordente, ma anche come resistenza al surriscaldamento e il cambio sebbene manuale si adatta senza problemi alla guida sportiva, pur avendo, cito, "una manovrabilità inappuntabile e una corsa della leva corta e precisa". D'altronde, ad oriente i cambi manuali sanno ancora farli.
Ritratto di Fr4ncesco
26 settembre 2018 - 14:25
2
Preferisco la (hot)hatch, la vista laterale non è il massimo della proporzione, alla "tedesca". Preferisco la Elantra molto più filante armoniosa.
Ritratto di MAXTONE
26 settembre 2018 - 15:34
Che bella quella Mustang nel tuo avatar France' ci sto arrota con le Foxy, inclusa la Capri RS con marchio Mercury, le avevo entrambe in scala 1/24 della BBurago da piccolo e rientrano tra le mie dream car degli anni 80:-)
Ritratto di Fr4ncesco
26 settembre 2018 - 16:58
2
È stata snobbata perché si discosta dell'idea tipica della serie (ma solo esteticamente, lo schema è il solito), come se ci fosse stato un buco temporale tra gli anni '80 e metà 2000 (ma non solo nel suo caso). Adesso però con il discorso delle youngtimer è tornata in auge, per le caratteristiche meccaniche (V8 e rwd), i prezzi irrisori, la linea classica (molto bella anche la hatchback) e la capacità di personalizzazione aftermarket tipica delle muscle (si vedono sempre più spesso nelle drag race). Tra l'altro è presente anche come modello introduttivo al gioco in uno degli ultimi Need for Speed, il che significa che suscita interesse ed è bene così, perché come si suol dire per figure discusse, è la storia a giudicare e la Foxy ha trovato il suo riscatto. Discorso diverso per la Capri, sempre adorata in particolare nei Paesi anglosassoni che può trovare anch'essa eredità nell'attuale Mustang venduta anche in Europa e dalla guidabilità più precisa e incisiva.
Ritratto di MAXTONE
26 settembre 2018 - 20:03
Si io infatti mi riferivo all'"altra Capri" ovvero quella venduta negli USA nello stesso periodo della Foxy Mustang e dall'estetica pressoché identica, cambiava solo il frontale, praticamente verticale sulla versione Mercury, se clicchi su google Mercury Capri RS la vedrai in tutto il suo splendore (è esistita anche in allestimento Pace Car ispirato alla Mercury Capri RS che apriva le gare Indy anni 80). La Capri europea invece tutt'altra storia ma bellissima anche lei nel suo essere la "Mustang europea", la vidi anche protagonista di un episodio di "Affari a 4 ruote" dove i due protagonisti la menzionavano come star assoluta di "The Professionals". Tornando alla Foxy Mustang sono davvero contento che finalmente sia stata rivalutata perché è sempre stata una splendida rappresentante degli anni 80 e primi 90 (nel 92 la guidava M.Douglas in Basic Instinct). Io comunque ricordo che nell'ottobre del 2008, ero a Long Beach, c'era un raduno di Mustang sotto la nave Queen Mary e già allora la presenza di immacolati esemplari di Foxy era notevole, ricordo anche un argentea Mercury Capri rarissima con il T-Roof.
Ritratto di Fr4ncesco
26 settembre 2018 - 20:47
2
Che nello stesso periodo c'era anche la più grande Mercury Cougar, a sua volta derivata dalla Mustang prima e dalla Torino poi. Un gran bel periodo automobilistico. Spero che rivalutino anche la Mustang del '94, tipica coupe di quegli anni che a differenza di molte altre, derivanti da berline a trazione anteriore, continuava ad avere il suo telaio a trazione posteriore e motori longitudinali con l'immancabile V8. Le ricordo ancora sfrecciare con la targa militare AFI e rappresentavano l'epoca dello stile curvo e morbido delle americane. Ma grazie alla nuova Bullit c'è stato un ritorno anche alla prima edizione di questa serie speciale, proprio con la 4a generazione.
Ritratto di MAXTONE
26 settembre 2018 - 15:36
Ma è una mia impressione o la coda ma soprattutto la fanaleria, assomigliano in modo quasi speculare a quelle della Insignia?
Ritratto di probus78
26 settembre 2018 - 18:04
Niente male davvero.. Gli interni mi piacciono particolarmente ed anche il posteriore è particolare, cattivo e sportivo. Auto davvero interessante in versione 250 cv, priva di superbollo... Prezzi..?
Pagine