Intrado: come la Hyundai vede il futuro

22 febbraio 2014

Trapelano sul web le foto della concept car che la Hyundai esporrà a Ginevra, ricca di molte innovazioni.

Intrado: come la Hyundai vede il futuro
CONCEPT PER IL FUTURO - Al salone di Ginevra sarà possibile farsi un’idea di come potranno essere le Hyundai future, e in particolare le prossime suv. Su internet sono trapelate le foto della concept car Hyundai Intrado, progettata dal centro tecnico che il gruppo Hyundai ha a Francoforte e che sarà esposta alla rassegna svizzera, in apertura il 5 marzo per la stampa e il 7 per il pubblico.
 
PROFILO FILANTE - Si tratta di una vettura che forse sarà definita in modi diversi (crossover? suv?) fatto sta che la linea appare accattivante, con una linea molto fluida nonostante l’altezza appunto da cross-suv (che potrebbe essere una nuova denominazione). Molto attuale è il design della parte anteriore, con calandra e mascherina molto ordinate e “pulite” e la griglia centrale dal perimetro esagonale originale, mentre i gruppi ottici (principali e secondari) appaiono “strizzati” in senso verticale, come pare sia la tendenza stilistica oggi dominante.
 
 
PER GLI SPORTIVI - L’abitacolo della Hyundai Intrado è per quattro persone, con un abbondante spazio per i bagagli, magari costituiti da mountain bike e attrezzature sportive; perché stando a quanto riportato dal settimanale inglese Autocar, che evicdentemente ha avuto accesso a informazoni dettagliate, il pubblico di destinazione sarebbero proprio le ultime generazioni che considerano l’auto molto in funzione di una vita sportiva. Per esplicita dichiarazione del responsabile del design Hyundai, Peter Schreyer, la Intrado vuole comunque offrire un abitacolo pratico per il trasporto delle cose ma anche confortevole sulle lunghe distanze. 
 
FUEL CELL - La concept car Hyundai Intrado guarda al futuro anche per ciò che è sotto il cofano. È stata infatti pensata per essere mossa da un motore elettrico alimentato da batterie di tipo fuel cell (che funzionano a idrogeno) di ultima generazione. La trazione è sulle ruote anteriori. 
 
 
STRUTTURA INNOVATIVA - E al futuro guarda anche l’autotelaio della Hyundai Intrado, realizzato in plastica rinforzata con fibra di carbonio e una struttura originale. E questo ultimo aspetto della Intrado potrebbe anche essere il più rilevante della proposta, dal momento che a quanto pare ha caratteristiche di economicità tali da poter essere interessante per la produzione di modelli di massa. Ricordiamo la sigla: CFRP (Carbon Fibre Reinforced Plastic, plastica rinforzata con carbonio), lo stesso impiegato anche dalla BMW i3. Evidentemente siamo alla vigilia di una rivoluzione nei materiali: sarà un addio all'acciaio?
Aggiungi un commento
Ritratto di onavli§46
22 febbraio 2014 - 10:58
veramente una linea molto bella ed armonica; che essa sarà suv o crossover, che poi cambia poco. Hyundai, come già espresso, sta facendo passi da gigante, come design, qualità, e tecnologia. Il Centro Stile di Francoforte, sta veramente elaborando in superlativo questa marca automotive, che ormai se la gioca veramente con blasoni più che rinomati
23 febbraio 2014 - 14:33
Ed'è il concept, figurarsi quella normale...in pratica è una Juke piu'grande senza gli stilemi "forti" di una Juke. Stanno continuando la tendenza di ritorno all'anonimo mostrata con la nuova Genesis sedan.
Ritratto di pi67
22 febbraio 2014 - 11:00
ciao marchionne ciao fca...........
Ritratto di onavli§46
22 febbraio 2014 - 11:46
come risaputo, l'AD Marchionne, mi sta profondamente sullo stomaco, purtroppo però, c'è e bisogna sopportarlo (malamente almeno per me, ma devo farlo per forza), io spero, ripeto spero, che oltre la lungimiranza riconosciuta del buon finanziere, perchè questo è più che vero, spero abbia anche la dote, sinora non certo dimostrata del buon Amministratore Delegato di Azienda, che poi non è solo quella di finanza aziendale (così mi hanno insegnato a scuola) e cioè a dire, di incentivare modelli, anche per l'Italia, ma non solo, e comunque da produrre in Italia, dove da anni, opifici, impianti, e lavoratori lavorano al 30% delle reali possibilità, producendo modelli con anzianità minima (a parte qualche caso) di almeno 3/5 anni, e comunque poco concorrenziali . Che intendo dire, intendo dire, che, se non si punta sulla innovazione progettuale attirante l'utenza di mercato, non caverà un "ragno dal buco".. Ci riescono gli altri a farci stupire, non riesce la nostra industria (quella poca rimasta) a farci pur stupire in positivo.
Ritratto di sempermi
22 febbraio 2014 - 13:49
ma dai basta copiare hyundai sembra la lexus meno strema ..........nella qualità siete migliorate tantissimo ma ultimamente state scopiazzando un pò troppo peccato
Ritratto di domycol
22 febbraio 2014 - 15:53
urge visita dall'oculistico!
Ritratto di Franchigno
22 febbraio 2014 - 18:56
Non ti vorrei contraddire ma mi sa che ultimamente è l'esatto contrario.Parecchie case prendono spunto dalle Hyundai&KIA...
Ritratto di sempermi
24 febbraio 2014 - 10:22
se lo dici tu io non contesto la qualità dell'auto e neanche la bellezza .Mi piace moltissimo la i40 trovo solo che certi modelli sono abbastanza simili vedi anche la nuova ammiraglia genesis.
Ritratto di Franchigno
25 febbraio 2014 - 00:37
Mi puoi benissimo contestare,non sono Dio,ho solo espresso una mia opinione....Ad ogni modo avrai notato che la tendenza delle altre case e copiare in qualche modo la 500,almeno la Hyundai prosegue per la sua strada ovviamente non può piacere a tutti.Piace anche a me la I40 ma anche la IX35 e la nuova I10.Sto aspettando la nuova I20 che verrà fuori ad attobre ,se come penso sarà molto bella ci farò un pensierino.
Ritratto di sempermi
25 febbraio 2014 - 12:47
non contesto ,ognuno può mettere la sua opinione che rimane sempre personale .Altri e non è il tuo caso denigrano gli altri marchi mettendo i loro come superiori .é vero molte case copiano certi modelli di successo e mi sembrava questo uno di quelli, non togliendo il grandissimo lavoro fatto dalla casa coreana per produrre veramente delle belle auto per qualità prezzo e contenuti.
Pagine