NEWS

Consegnate a Bolzano dieci Hyundai Nexo a idrogeno

Pubblicato 07 febbraio 2020

Gli esemplari della suv a celle a combustibile ampliano la flotta Hyundai a idrogeno già circolante in Alto Adige.

Consegnate a Bolzano dieci Hyundai Nexo a idrogeno

ZERO EMISSIONI - Nuovo passo avanti per la mobilità a zero emissioni in Alto Adige: dieci esemplari di Hyundai Nexo (vedi primo contatto qui) ampliano la flotta Hyundai a idrogeno già circolante nella regione. Parliamo della suv a celle a combustibile, che fa parte dell’offerta elettrificata del marchio. Un veicolo con un’autonomia di 666 km a fronte di un tempo di rifornimento di cinque minuti. Le vetture sono state consegnate alla Sasa, azienda di trasporto pubblico delle città di Bolzano, Merano e Laives (che già dispone di cinque autobus a idrogeno), da Andrea Crespi, direttore generale della Hyundai Italia.

PARCO AUTO A IDROGENO - A sua volta, la Sasa distribuirà le Hyundai Nexo a varie realtà del territorio attraverso formule di noleggio a lungo termine. Con vantaggi anche economici: un pieno costa sui 60 euro, visto che il prezzo di un kg di idrogeno è di 11,29 euro più Iva. Questi dieci esemplari fanno seguito alla prima Nexo consegnata ad Autostrada del Brennero nel 2019, e alle dodici unità di Hyundai ix35 Fuel Cell sulle strade della regione già dal 2014.

PROGETTO DI AMPIO RESPIRO - La consegna delle Hyundai Nexo fa parte del progetto “zero emissioni” di LIFEalps, promosso dalla Sasa e dall’Istituto per Innovazioni Tecnologiche di Bolzano (nella cui sede si fa il pieno di idrogeno). Viene finanziato dal programma Life della Commissione europea. Obiettivo: lo sviluppo di un sistema di trasporto su strada a emissioni zero in Alto Adige, lungo il corridoio del Brennero (principale asse europeo del traffico) e nelle regioni limitrofe. Prevede l’installazione di 33 colonnine di ricarica veloce di ultima generazione e l’apertura di cinque distributori di idrogeno per veicoli e autobus in Alto Adige e lungo l’A22 entro i prossimi otto anni. 

Hyundai Nexo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
26
18
13
15
25
VOTO MEDIO
3,1
3.051545
97




Aggiungi un commento
Ritratto di desmo3
7 febbraio 2020 - 12:40
6
Lodevole, ma fino a che punto ha senso un'iniziativa slegata e relegata a una sola provincia di una Regione di un Paese che si trova in uno dei sei contintenti di questo pianeta?
Ritratto di otttoz
7 febbraio 2020 - 13:38
Giusto! L'idrogeno è bello ma raro... nella provincia autonoma di Bolzano hanno bei soldini (nostri)...
Ritratto di otttoz
7 febbraio 2020 - 13:40
https://www.altoadige.it/cronaca/bolzano/dirigenti-provinciali-costano-6-3-milioni-l-anno-1.2010920
Ritratto di marcoveneto
7 febbraio 2020 - 15:20
Almeno li sfruttano in ricerca di mobilità a impatto "zero", non come altre regioni a statuto speciale (ahimè)...
Ritratto di Luzo
8 febbraio 2020 - 21:42
sciacquati la bocca col sapone prima di parlare della pab
Ritratto di herm52
9 febbraio 2020 - 11:39
Invece il litio è a portata di mano, ce ne così tanto che nelle miniere dell'Africa e dei deserti del centro America ci mandano i bambini a raccoglierlo.
Ritratto di Clementina Milingo
9 febbraio 2020 - 13:43
miniere di litio in Africa? ma stai scherzando? L'80% del litio mondiale viene da Australia e Cile e in nessuno di questi paesi ci mandano i bambini a raccoglierlo anche perché se non hai capito come si separa il litio non sono miniere, sono come delle saline e la lavorazione è automatizzata.
Ritratto di pikkoz
10 febbraio 2020 - 16:29
Ma quale Africa , ma quali bambini a raccoglierlo. Il litio viene estratto da acque sotterranee ricche di sali di litio, pompato in bacini di evaporazione come le saline , e' il metodo di estrazione di un metallo con il piu' basso impatto che l'uomo conosce. Se parli del Cobalto che da sempre e' stato estratto in quantita' per la raffinazione e desolfatazione del petrolio i produttori di batterie si stanno sempre piu' spostando a chimiche con meno cobalto (Il pacco batterie di una model 3 contiene 1% di cobalto ) con l' obbiettivo di eliminarlo nel prossimo decennio.
Ritratto di GinoMo
10 febbraio 2020 - 11:01
l'idrogeno non è raro! è l'elemento più presente sulla terra, il problema è "produrlo"
Ritratto di littlesea
7 febbraio 2020 - 12:42
1
Il vero futuro è l'idrogeno. Ma la strada è lunga...
Pagine