NEWS

Il ritorno della Ibiza Cupra

29 gennaio 2013

La Ibiza Cupra ha 180 CV e cambio automatico a doppia frizione. Disponibile da febbraio.

Il ritorno della Ibiza Cupra

VESTITO SPORTIVO - La scritta posteriore Cupra è in bella vista sotto il logo Seat, sta per Racing Cup ed è riservata ai modelli prestazionali del marchio spagnolo. Accompagna la Ibiza fin dal 1997 e sarà disponibile da febbraio sull’ultima generazione della cittadina spagnola. Il look è da sportiva vera: diffusore in nero opaco con scarico centrale trapezoidale, prese d’aria supplementari, vetri posteriori oscurati, specchietti in nero lucido, passaruota prominenti e cerchi in lega da 17 pollici le peculiarità del modello. Di serie fari bixeno con luci diurne a led (utilizzati anche per i fari posteriori) e i fendinebbia con luci di svolta.

IL TOUCH LO PORTI DOVE VUOI - L’abitacolo della Seat Ibiza Cupra si distingue per il volante sportivo a tre razze con fondo piatto, la pedaliera in alluminio, la grafica inedita della strumentazione e per i sedili sportivi disponibili anche in pelle bicolore. Il nuovo sistema portatile da 5 pollici con schermo touchscreen include navigatore e bluetooth oltre a offrire informazioni aggiuntive come la velocità e la temperatura del motore. In primavera sarà inoltre disponibile la connessione ad internet tramite smartphone che permetterà di informarsi in tempo reale su condizioni del traffico e del meteo.
 
 
CARTE CONOSCIUTE - Cuore della Seat Ibiza Cupra è il 1.4 TSI da 180 CV a 6.200 giri con una coppia di 250 Nm. Di tutto rispetto le prestazioni dichiarate: 6,9 secondi per raggiungere i 100 km/h e una velocità massima di 228 km/h. Di serie c’è un amplificatore del rombo del motore. La Ibiza Cupra, stando a quanto dichiarato, percorre quasi 17 km con un litro di carburante ed emette 139 g di CO2 per km. La trasmissione è affidata al collaudato cambio DSG a doppia frizione e 7 rapporti comandabile anche attraverso le levette poste dietro il volante. Pesa 70 kg e, secondo la casa, permette cambiate fulminee.
 
 
BEN PIANTATA - La Seat Ibiza Cupra è dotata di assetto sportivo ribassato di 10 mm, differenziale elettronico XDS che riduce il sottosterzo frenando la ruota interna mentre l’impianto frenante ha dischi da 288 mm all’anteriore e da 230 mm al posteriore (optional l’impianto sportivo AP Racing). Il peso della vettura è contenuto: la bilancia segna 1.184 kg.
Seat Ibiza SC 1.4 TSI Cupra DSG
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
9
12
4
3
2
VOTO MEDIO
3,8
3.766665
30


Aggiungi un commento
Ritratto di Enrico Q5
29 gennaio 2013 - 13:50
1
Niente da dire, ma metteteci anche il cambio manuale.
Ritratto di Gorguts
29 gennaio 2013 - 14:15
Sarà pure valida, ma comprarla è un suicidio, sempre che non la si voglia tenere fino alla rottamazione, è una valutazione da fare prima dell'acquisto. Gli interni sono troppo seri, potevano esasperare l'aspetto "racing" in modo da attirare un po' più di clientela
Ritratto di Gordo88
29 gennaio 2013 - 15:04
Carina e con un ottimo binomio motore1.4/cambio dsg ma per spuntarla dalla ricca concorrenza deve avere un prezzo di lancio allettante, altrimenti la vedo dura..
Ritratto di Flavio Pancione
29 gennaio 2013 - 15:15
7
e avrà un prezzo assai migliore delle concorrenti in famiglia. Al diavoli interni perfettini o blasone..
Ritratto di Chromeo
29 gennaio 2013 - 15:23
Le Seat non mi sono mai piaciute, anche se sono delle buone auto sportive visto che hanno un peso abbastanza contenuto e sono anche abbastanza avanzate tecnologicamente e questa non smentisce nulla, comunque questa non mi piace per niente a livello d'estetica la trovo molto anonima mentre gli interni sono sono vergognosamente impersonali, ma comunque il paraurti posteriore è fantastico soprattutto lo scarico centrale, non credo costi un botto di solito le Seat hanno dei prezzi convenienti
Ritratto di alfista1996
29 gennaio 2013 - 16:11
1
Il motore è ottimo anche se l'auto non è proprio bella da vedere. Ben curati gli interni.
Ritratto di juvefc87
29 gennaio 2013 - 16:11
gli interni (volutamente brutti e scarsi qualitativamente), altrimenti di polo ne avrebbero vendute 2..
Ritratto di Renault90
29 gennaio 2013 - 17:59
Come mai proprio oggi quando tornavo da lavoro avevo proprio una di queste davanti a me ? non riuscivo a capire che modello fosse ed eccolo qua, ma quello che mi stranizza che aveva targa italiana e non era per niente camuffata.
Ritratto di Marcopazzo
30 gennaio 2013 - 18:16
sicuro non fosse il modello vecchio (del 2009), praticamente identico a questo? Comunque a me esteticamente piace, bisogna vedere se hanno finalmente eliminato il problema di consumo olio e grippaggi inizialmente molto diffusi per questo motore vw. Concordo pure con chi dice che sarebbe bello avere il cambio manuale come alternativa.
Ritratto di P206xs
29 gennaio 2013 - 18:37
NON male!! certo che se costa 19.000 euro allora meglio la 208GTI!! più performante e curata. Se invece siamo sui 17-18.000 è interessante.
Pagine