NEWS

Incidenti: le strade più pericolose d’Italia

24 novembre 2017

Una ricerca dell’ACI traccia una mappa delle strade peggiori d’Italia sulla base degli incidenti totali nel nostro Paese.

Incidenti: le strade più pericolose d’Italia

INCIDENTI IN AUMENTO - L’Automobile Club d’Italia (ACI) ha pubblicato oggi i risultati dell’indagine “Localizzazione degli incidenti stradali 2016”, una ricerca in cui i 36.885 incidenti registrati l’anno scorso nel nostro Paese sono stati localizzati nelle strade in cui sono avvenuti. Il risultato è quindi una classifica delle strade peggiori sulla base del numero di incidenti per chilometro. L’ACI è partito analizzando i 36.885 incidenti del 2016 (1.159 mortali), che hanno provocato 1.264 vittime e 59.886 feriti. I decessi ed i feriti in autostrada sono diminuiti rispetto al 2015, del 10,2% e 0,4%, ma in compenso sono aumentati gli incidenti nelle strade urbane (+0,5%), extraurbane (+1,2%) e autostrade (+2,0%). Fuori città, secondo l’ACI, nei tratti di strada in cui è avvenuto almeno un incidente la media è stata di 1,9 scontri al chilometro. 

GRA DA EVITARE - La tratta stradale extraurbana più pericolosa in Italia è quella fra i chilometri 10 e 12 della Tangenziale Est di Milano (A51), dove nel 2016 sono stati registrati 46 incidenti (23 incidenti/chilometro). Il tasso di sinistri è molto elevato anche fra i chilometri 13 e 17 della Strada Statale 036 del Lago di Como e dello Spluga, dove la media è di 19,5 incidenti al chilometro (78 in totale), che precede in questa triste classifica il tratto fra i chilometri 135 e 137 dell’autostrada A4 Torino-Trieste: qui gli incidenti sono stati 37 per una media di 18,5. Il numero di incidenti in numeri assoluti è maggiore però fra i chilometri 36 e 46 del Grande Raccordo Anulare di Roma (152 scontri, media di 15,2 al chilometro) e sulla A24, sempre a Roma, l’autostrada che collega la Capitale con Teramo: fra i chilometri 0 e 7 gli incidenti nel 2016 sono stati 100, per una media di 14,3 al chilometro.

TRATTE CON MAGGIORE DENSITÀ DI INCIDENTI

PROVINCIA

DENOMINAZIONE STRADA

DA KM

A KM

LUNGH.

INCID.

INC. per KM

Milano

A 51 - Tangenziale Est Milano

10

12

2

46

23,0

Monza e della Brianza

SS 036 - del Lago di Como e dello Spluga

13

17

4

78

19,5

Milano

A 04 - Torino-Trieste

135

137

2

37

18,5

Bologna

Raccordo Tangenziale Nord Città di Bologna (Casalecchio-Aeroporto-San Lazzaro)

11

14

3

55

18,3

Messina

A 20 - Messina-Palermo

6

9

3

54

18,0

Rimini

SS 016 - Adriatica

203

206

3

48

16,0

Roma

A 90 - Grande Raccordo Anulare di Roma

36

46

10

152

15,2

Roma

A 24 - Penetrazione urbana (GRA-Portonaccio)

0

7

7

100

14,3

Napoli

Tangenziale Est-Ovest Napoli

15

19

4

54

13,5

Milano

A 04 - Torino-Trieste

126

130

4

48

12,0

Roma

SS 006 - via Casilina

11

19

8

93

11,6

Reggio Calabria

Raccordo Autostradale di Reggio Calabria

0

5,6

5,6

58

10,4

Milano

A 51 - Tangenziale Est Milano

0

5

5

43

8,6



Aggiungi un commento
Ritratto di grande_punto
24 novembre 2017 - 16:58
3
Qui in Sardegna nemmeno abbiamo autostrade...
Ritratto di ducati916
24 novembre 2017 - 20:04
Pazzesco. Lo stato si e' dimenticato dell'esistenza della Sardegna, della Calabria, Puglia, Basilicata e Sicilia. Poche o nessuna autostrada, niente treni veloci, nessun investimento in infrastrutture. Pero' le tasse sono uguali alle altre regioni italiane
Ritratto di mike53
25 novembre 2017 - 09:42
Ringraziate l'ndrangheta, la camorra, la sacra corona unita e la mafia sicula che poi sono tutte identificabili con lo Stato! Il risultato non può essere che questo!
Ritratto di paiello45
27 novembre 2017 - 12:14
E' vero che il Sud ha la piaga della malavita organizzata, ma che c'entra con il fatto che autostrade ben tenute, doppi binari, freccierosse debbano essere solo al Nord? Nelle autostrade del sud, quando ci sono, manutenzione assenti ed eterne interruzioni. In treno: 3 ore Milano-Roma, 6 ore Catania-Palermo. Ma lo sapete che non esistono treni diretti dalla Sicilia al Nord? Bisogna cambiare a Roma Termini, portandosi appresso i bagagli. E questo non perchè in Sicilia c'è la mafia.
Ritratto di Giovanni49
27 novembre 2017 - 15:14
Oggi la malavita organizzata I° al quirinale, Camera e Sento al Ministero del Lavoro il ministro Poletti andava a pranzo e cena con Carminati E Buzzi di Mafia capitale guarda un po che Poletti gestisce le coop che accolgono i clandestini di Buzzi, a Ostia i zingari hanno il controllo totale di tutto il litorale marino Gli Spada e Fasciani tutto alla luce dl sole tanto adesso le varie mafie sono legalizzate dopo l'accordo che aveva fatto Scalfaro poi il comunista Napolitano la voleva scaricare su Berlusconi ma ha fatto bruciare le sue intercettazioni compromettenti tra lui e Mancino il relatore i stato con le varie mafie, la cupola una volta era a Palermo, ma da tempo i e stallata a palazzo dei Marescialli più mafia di quella non si può e il massimo livello raggiunto, A reggi Emilia il Referente della ndrangheta il Ministro Delrio che era presente con il famoso inchino a casa del Boss in Calabria da dove avuto l'investitura della sua nomina a referente in Nord italia come capo astone uomo d'onore
Ritratto di Alfa1967
27 novembre 2017 - 17:13
Ma lo sai quanto tempo impiega il treno per fare i 50km da Milano a Varese? 75min se va tutto bene. Lo sai che nelle ore di punta viaggi in piedi schiacciato come una bestia. Vieni a vedere e poi mi dici
Ritratto di grande_punto
25 novembre 2017 - 15:11
3
Purtroppo devo confermare ducati...
Ritratto di ducati916
25 novembre 2017 - 20:53
io non abito in una delle regioni menzionate parlo solo per senso di civismo. 1-siamo daccordo che queste ed altre regioni sono controllate dai criminali. Ricordo solo che nel periodo 1925/29 lo stato attacco' i paesi mafiosi in Sicilia con l'esercito, e vinse. 2-oramai i gruppi criminali fanno ottimi affari con cose come l'EXPO, il MOSE e piu' in generale sono fortemente ramificati al nord 3-tutti gli ultimi summit di mafia sono in Lombardia, purtroppo. Mica mi fa piacere che il crimine organizzato abbia raggiunto una tale forza. 4-dunque non potete usare la scusa del crimine per giustificare il fatto che lo stato concentri tutti i soldi solo in una zona del paese.
Ritratto di giorgionash
26 novembre 2017 - 18:15
poche parole: la mafia sta nel governo... e politici collusi... per questo siamo allo sc hi fo
Ritratto di giorgionash
26 novembre 2017 - 18:09
concordo con ducati916... la ss16 della Puglia è piena di buche e ci sono stati parecchi incidenti... e non l'hanno nemmeno nominata...
Pagine