NEWS

Indagine dell’Unione Europea sugli aiuti al Nürburgring

30 marzo 2012

Le autorità comunitarie hanno avviato un’indagine sugli interventi fatti dalle istituzioni locali tedesche per le iniziative economiche nel bacino del circuito tedesco del Nürburgring

INTERESSE GENERALE? - La Commissione europea ha aperto un’inchiesta per raccogliere informazioni sull’ipotesi che le misure di sostegno prese dal Lander della Renania-Palatinato (524 milioni di euro) per interventi nell’ambito del circuito del Nürburgring e dell’annesso grande polo di attività commerciali e per il tempo libero. Quello che si vuole verificare è se tali interventi siano motivati con finalità di interesse generale, e non per sostenere un’iniziativa economica che sta attraversando difficoltà finanziarie. Notoriamente, questa seconda ipotesi non rientra nella casistica in cui le norme europee permettono gli interventi pubblici.

Carrera cup italia 2011 nurburgring frassinetti

DIFFICOLTÀ ESISTENTI - Attorno alla pista Nürburgring da qualche anno è in effetti stata avviata la realizzazione di un complesso che comprende più alberghi, un centro commerciale, un casinò, un parco giochi e altro ancora. Tutto ciò annesso all’autodromo dove si svolge il Gr an Premio di Formula 1 e alla vecchia pista della Nordschleife, lunga 21 chilometri e inaugurata nel 1927: forse il luogo più mitico dello sport automobilistico. L’insieme dei lavori ha avuto la sventura di coincidere con la crisi finanziaria di questi ultimi anni e sicuramente ha risentito di ciò. Non sono infatti mancate notizie di problemi finanziari seri per il progetto.
 

nurburgring_ringwerk.jpg

STORIA E ATTUALITÀ - Può fare pensare il fatto che in Germania (isola felice nel quadro economico difficile dell’Europa) alla fin fine per trovare l’equilibrio si debba fare ricorso ai quattrini pubblici, e ciò spiega la decisione della Commissione Europea di volerci vedere chiaro. Da parte dei tedeschi si sostiene che gli interventi pubblici abbiano una motivazione nell’interesse generale, e dunque sono leciti anche per l’Europa, e in fondo va ricordato che lo stesso autodromo inaugurato nel 1927 fu realizzato per portare attività economiche in una zona che era in difficoltà.  Al termine dell’indagine, in cui è previsto anche che le autorità tedesche esprimano la loro posizione, l’Europa deciderà se prendere iniziative sanzionatorie.

Aggiungi un commento
Ritratto di Montreal70
30 marzo 2012 - 11:35
Ma figuriamoci. Certe regole valgono solo per gli stati "inferiori", non per la Germania.
Ritratto di mustang54
30 marzo 2012 - 12:21
2
tanto vale investire, altrimenti lasciamo le casse dove stanno...
Ritratto di gig
30 marzo 2012 - 15:46
Concordo!
Ritratto di Micrista
30 marzo 2012 - 21:48
al ring...e vi dico che quella curva pavimentata è odiosa...
Ritratto di GAS97
31 marzo 2012 - 15:10
però senza pavimenti ci sarebbe meno attrito e il rischio di finire fuori molto più alto!!