NEWS

VIDEO PROVA: l’indicatore di cambiata è utile?

4 aprile 2013

Suggerisce quando passare alla marcia superiore, ma fa davvero risparmiare?

VIDEO PROVA: l’indicatore di cambiata è utile?

LE INTENZIONI SONO BUONE - L’Unione Europea è decisa a ridurre i consumi di carburante ed emissioni inquinanti delle auto. Oltre a limitare in modo sempre più severo (con le varie normative Euro 5, Euro 6 eccetera) ossidi di azoto, monossido di carbonio e particolato, pone vincoli stringenti al rilascio di anidride carbonica dallo scarico. Questo gas, pur non essendo tossico, è ritenuto tra i responsabili dell’effetto serra. E non viene eliminato dai vari catalizzatori o filtri antiparticolato: l’unico modo per ridurlo è “tagliare” i consumi.

 
OBBLIGATORIO PER LEGGE  - Oltre a migliorare l’efficienza dei motori, i costruttori possono far leva sui componenti dell’auto come i pneumatici con bassa resistenza al rotolamento e sul comportamento degli automobilisti. Per esempio, da novembre 2012 tutti in modelli di nuova omologazione venduti in Europa (e da novembre 2014 su tutte le nuove vetture) devono avere l’indicatore di cambiata o, per dirla in inglese, Gear Shift Indicator (GSI). Questo dispositivo suggerisce quando passare al rapporto successivo per risparmiare carburante: più si tiene il motore giù di giri, meno quest’ultimo “beve”. 
 
 
LO ABBIAMO MESSO ALLA PROVA - I regimi di cambiata suggeriti dal GSI sono talmente bassi, che persino il guidatore più attento ai consumi guidando a orecchio “tirerebbe” di più le marce. Volete sapere alla fine quanto si risparmia? Basta dare un’occhiata a questa video-prova in cui abbiamo testato in città e fuori città una Peugeot 208 1.2 VTi. Tre gli stili di guida confrontati: uno sportivo, il secondo attento ai consumi e l’ultimo “fedele” alle indicazioni del GSI.
VIDEO
Aggiungi un commento
Ritratto di 911 Carrera
4 aprile 2013 - 13:37
Si sa già, x risparmiare si cambia marcia sotto i 2000 giri x l' aspirato, mentre x il turbo si fa lavorare la turbina su 4', 5', ed , eventuale 6', prima consuma x dare + spinta in ripresa, dopo consuma meno in velocità stabile.
Ritratto di trap
4 aprile 2013 - 13:40
Cumulando 25,4% e 3,4% si ottiene 27,9%, che non mi pare poco come dite a metà del video. Comunque non tutte le auto sono uguali. Io ho il GSI sulla Chevrolet Aveo 1.3 Diesel 75cv e la sua indicazione è troppo in su coi giri rispetto alle mie abitudini. La spia si accende solo se volutamente "dimentico" di cambiare marcia. Manca invece l'indicazione di scalare marcia (ad esempio se si affonda il piede sull'acceleratore a basso regime del motore). Sarebbe interessante se testaste altri modelli di auto.
Ritratto di Mario85
5 aprile 2013 - 08:56
del resto e Fiat
Ritratto di metacril
4 aprile 2013 - 13:49
dal video non mi pare che in città (anche brutta) ci fosse un gran traffico,avete viaggiato anche abbastanza bene.seguendo l'indicatore di cambiata,fuori città avete messo la iv a 40 km/h !! ma su una strada di saliscendi come quella del test è improponibile una cosa del genere.ma come si può riprendere velocità in quel modo ? e per fortuna che non c'erano altre vetture dietro altrimenti sai che strombazzate che vi davano !?! poi non capisco come mai un'altra rivista (sinceramente non ricordo quale) diceva l'esatto contrario ossia di tenere il motore sempre in copia in modo che,al momento del bisogno di potenza,lo sforzo è di gran lunga inferiore.dopo aver letto questa prova sulo numero di qualche mese fa non nego che ho provato anch'io a guidare come consigliato da voi ma vi assicuro che la macchina non si muoveeee (opel meriva 1.4 90cv) e partendo cosi al semaforo rischi di farti tamponare...mah...
Ritratto di gio.G
4 aprile 2013 - 22:40
20
La brutta citta a cui ti riferisci è la mia amata Piacenza ahahah
Ritratto di metacril
5 aprile 2013 - 09:08
di dire che è brutta perchè ci abto e la trovo davvero noiosa come città.....sei di piacenza anche tu ??
Ritratto di Littlegeek
5 aprile 2013 - 13:40
Pure io la trovo brutta e noiosa... e guarda caso ci sono nato. Riguardo il test, noto che hanno percorso tutte le vie a ridosso del centro e della ZTL: non è un traffico da Milano ma comunque si procede lentamente e con molte frenate (e l'asfalto in genere fa pietà). Conosco bene anche la Cisa con la seconda parte della prova: é realmente in salita, piena di cambi di pendenza, curve ravvicinate, e anche allunghi, un bello stress per un motore piccolo. Penso quindi che i percorsi scelti siano ottimi e il risultato del test sia affidabile: l'indicatore può dare una mano agli imbranati, ma se abbiamo un minimo di testa i migliori "dispositivi" siamo noi. Ovviamente per chi si ostina ad adottare la guida sportiva (e pericolosa, indipendentemente dalla presunta capacità) il consumo di carburante è ininfluente e quindi l'indicatore si può anche coprire.
Ritratto di gio.G
5 aprile 2013 - 14:35
20
Comunque non piace molto neanche a me! Senza dubbio è molto noiosa...
Ritratto di bravehearth
4 aprile 2013 - 14:35
Guidare bene conviene!
Ritratto di Chromeo
4 aprile 2013 - 15:04
Ma è molto meglio il video, per li indicatore di cambiata bisogna sempre controllarlo da costruttore a costruttore come i consumi dichiarati, ma a differenza di questi i consumi non peggiorano di molto rispetto al dichiarato, comunque avete notato la 458 Italia (32° sec) credo sia da gara, e la 458 smontata con la Maserati Granturismo (entrambe al 39° sec) per non parlare della leggendaria F40 (al 45° sec)
Pagine