NEWS

Infiniti QX50: tutta nuova e con un motore unico

24 novembre 2017

La nuova generazione della Infiniti QX50 porta all’esordio il primo motore di serie con rapporto di compressione variabile VC-T.

Infiniti QX50: tutta nuova e con un motore unico

GRANDE NOVITÀ - La nuova edizione della suv media Infiniti QX50 (qui sopra) si fa notare anche per all’esordio di una tecnologia a cui la casa giapponese lavora da anni, che rappresenta una novità assoluta nel mondo delle automobili: il motore con rapporto di compressione variabile. Si chiama VC-T e consente di variare il rapporto di compressione, ovvero il rapporto tra il volume totale del cilindro quando il pistone è al punto morto inferiore, dopo la fase di aspirazione, e il volume che rimane nel cilindro quando il pistone è al punto morto superiore dopo la compressione (guarda il video qui sotto). Più il valore è alto, come accade nei diesel, e più il rendimento cresce. La variazione del rapporto è gestita in maniera del tutto automatica e spazia fra 8:1 e 14:1 unendo così i pregi dei diesel (efficienza) a quelli dei benzina (prestazioni). Ciò influisce anche sulla cilindrata del motore: varia da 1.997 cc quando il rapporto è 8:1 a 1.970 cc quando è 14:1.

2.0 DA 272 CV - Il primo motore VC-T della Infiniti è un benzina a quattro cilindri 2.0 turbo da 272 CV e 380 CV, secondo quanto anticipato dal costruttore, che parla di percorrenze superiori a 11 km con un litro di benzina (ottenuti secondo i più severi test di consumo negli Stati Uniti). La Infiniti ha calcolato un miglioramento dell’efficienza fino al 35% rispetto al V6 della vecchia edizione. Il cambio della Infiniti QX50 2018 è un automatico a variazione continua di rapporto, che promette un maggior confort a bordo stando alla Infiniti. La grande innovazione del motore VC-T rischia di mettere in secondo piano le altre novità della Infiniti QX50 2018, che il costruttore giapponese mostrerà per la prima volta al Salone dell’automobile di Los Angeles (1-10 dicembre) dopo l’anteprima di oggi. La suv misura in lunghezza 470 cm e ha dimensioni simili alle Alfa Romeo Stelvio e BMW X3, le sue principali concorrenti, a cui si ispira per il disegno sportiveggiante della carrozzeria.

NUOVA MECCANICA - L’altra grande novità della Infiniti QX50 è il passaggio ad una nuova piattaforma costruttiva a trazione anteriore o integrale, fabbricata con acciai ad alta resistenza e in grado di migliorare il comportamento su strada: il nuovo modello è più leggero e il suo telaio offre una maggiore rigidità strutturale, secondo la Infiniti, che ha lavorato in questa direzione per migliorare la precisione di guida e anche il comfort, visto che una struttura più rigida fa lavorare meglio le sospensioni. La QX50 oggi in vendita ha una base a trazione posteriore o integrale. Il nuovo modello ha il divano posteriore scorrevole e nuove tecnologia di assistenza alla guida, a partire dal ProPilot Assist, che controlla lo sterzo, i freni, l’acceleratore e mantiene l’auto nella corsia di marcia in autostrada. Ne sapremo di più nei prossimi giorni quando la vettura sarà svelata al Salone di Los Angeles.

Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
24 novembre 2017 - 11:23
Avevo trovato il concept sinceramente più interessante e appagante come linea... Qui siamo più sul tradizionale anche se le linee sembrano comunque molto gradevoli. Design massiccio e comunque elegante per un suv di dimensioni corrette. Il salto rispetto alla precedente generazione è comunque notevole, ma ce lo si aspettava. Interessanti la nuova piattaforma e il motore a rapporto di compressione variabile, tecnologia attesa che aspetto di sentire nelle prove quali vantaggi nella guida comporta e come si guida in generale questo nuovo modello. A suo merito devo confessare che per la linea rispetto alle citate X3 e Stelvio, nell'anteriore-fiancata la preferisco assolutamente. L'X3 non vanta una linea rivoluzionaria e lo Stelvio sconta un frontale troppo anonimo. Un copia incolla del muso Giulia che non si adatta troppo bene ai volumi da suv.
Ritratto di palazzello
24 novembre 2017 - 11:40
Perdonami AMG ma il frontale dello Stelvio non lo si può considerare anonimo. Rispetto il tuo giudizio ma ti dico ugualmente che avendola vista dal vivo non è un copia incolla che mal si adatta...anzi!! saluti.
Ritratto di AMG
24 novembre 2017 - 12:39
Rispetto perfettamente le opinioni altrui anche perché trovo sia soggettivo. Io passando davanti a un piccolo conce per due mesi ho visto lo Stelvio che era lì fuori praticamente tutti i giorni, e il frontale più che tutto il resto l'ho trovato un punto debole della vettura. Le linee sono riprese tali quali dalla Giulia dove trovano miglior effetto. Il suv ha un frontale di dimensioni maggiori e trovo che una linea dedicata più al modello gli avrebbe giovato. Anonimo nel senso che non sembra particolarmente moderno ed accattivante
Ritratto di Rox19
25 novembre 2017 - 12:53
1
Il frontale invece rispetta il family feeling. L andamento dei fari è lo stesso della giulia, ma sono più grandi e hanno una diversa ottica. Semmai trovo molto anonimo il.posteriore. La stessa cosa vale per la levante. Un ottica diversa dei fari sarebbe stata.preferibile a queste troppo tradizionali
Ritratto di AMG
25 novembre 2017 - 16:23
La Levante la disgusto purtroppo proprio per la linea del frontale da suv coreano di scarso gusto.
Ritratto di palazzello
24 novembre 2017 - 11:36
Le Infiniti sono belle auto ma hanno la pecca di usare motori Mercedes non che questi siano scadenti ma non sono mai quelli aggiornati e per un modello infiniti che costa una bella cifra non è una cosa da niente. Io non prenderei mai un Infiniti nel 2018 col motore 2.2 diesel da 170 cavalli motore già passato tecnologicamente e soppiantato per il momento dal 2.0 da 194 cavalli delle ultime mercedes.
Ritratto di Dirk
24 novembre 2017 - 11:41
Trovo molto interessante la novità del motore con rapporto di compressione variabile che riduce i consumi e quindi anche le emissioni di CO2.
Ritratto di Thresher3253
24 novembre 2017 - 17:05
Pensa a quelli che comprano il 1.2 Fire al giorno d'oggi.
Ritratto di Dirk
24 novembre 2017 - 19:53
Ognuno compra ciò che può, Thresher3253.
Ritratto di federico p
25 novembre 2017 - 16:33
I motori fire saranno pure antichi ma hanno il pregio che se il motore va fuori fase non pieghi le valvole, poi se un motore é affidabile consuma poco e ha i giusti cavalli che cosa mi deve importare se lo hanno progettato ieri o 20 anni fa?
Pagine