NEWS

Spiati gli interni della Chrysler 300C

19 novembre 2010

Un lettore è riuscito a fotografare l'abitacolo della nuova berlina della Chrysler, dalla quale sarà derivata l'erede della Lancia Thesis.

“SCOOP” - Della Chrysler 300C vi avevamo già mostrato delle foto “senza veli”(leggi qui la news) scattate in America durante le riprese di  una pubblicità. Immagini che hanno permesso di osservare come il nuovo modello sia molto simile all'attuale, non solo nelle proporzioni, ma che non ne hanno svelato l'abitacolo. Bene, oggi, grazie al nostro lettore Davide possiamo mostrare come cambiano gli interni della Chrysler 300C.

chrysler_300c_spy2.jpg
Questa "slide", sfuggita durante una presentazione ormai quasi un anno fa, svelava in anticipo gli interni della nuova Chrysler 300C.


UN GROSSO SCHERMO
- Per quanto l'immagine sia un po' mossa (perché scattata con un telefonino), si vede come la plancia abbia forme classiche. La parte superiore sembra essere realizzata con plastiche morbide che, di solito, hanno lo scopo di dare una sensazione di qualità e robustezza. Mentre al centro è ben visibile lo schermo (probabilmente a sfioramento) del navigatore satellitare: è racchiuso in una cornice cromata, cosi come le bocchette dell'aria. Sotto ci sono i comandi del climatizzatore, che nella foto sono staccati e penzolanti.

Chrysler 300c spy plancia mod
Le foto sono state scattate dal lettore in Italia.


STRUMENTAZIONE “A BINOCOLO”
- La strumentazione della Chrysler 300C sembra sovrastata da una palpebra rivestita in pelle ed è composta da due grossi elementi circolari analogici con cornice cromata che racchiudono l'indicatore del carburante da una parte e la temperatura dell'acqua dall'altra. Al centro c'è un piccolo schermo dove vengono visualizzate le informazioni del computer di bordo. Il volante, a quattro razze, ha la corona rivestita in pelle e riporta i comandi per gestire la radio, il sistema vivavoce per il telefonino e, molto probabilmente, quelli del regolatore di velocità.
 

Chrysler 300c 2011 spy 05
La 300C "paparazzata" qualche giorno fa negli Usa.

TUNNEL “SPOGLIO” - A differenza di altre concorrenti, il tunnel centrale della Chrysler 300C si presenta più semplice: ci sono solo la leva del cambio automatico, dalle forme piuttosto generose, e due grossi portabicchieri che possono essere nascosti da uno sportellino. Manca la leva del freno di stazionamento, che potrebbe essere di tipo elettronico o a pedale. Più indietro c'è il bracciolo centrale che dovrebbe celare un vano porta oggetti.

> PER SAPERNE DI PIÙ DELLA NUOVA 300C

Chrysler 300 C
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
3
0
2
0
1
VOTO MEDIO
3,7
3.666665
6
Aggiungi un commento
Ritratto di Al86
19 novembre 2010 - 20:27
Certo che si sono sprecati a camuffare gli interni, due strisce di scotch sui marchi (che comunque si vedono in rilievo) ma si sono dimenticati dei tappetini col logo 300, comunque mi piacciono, massicci ed eleganti con quelle cromature sulle bocchette e i contorni della plancia e del tunnel centrale e l'illuminazione blu degli strumenti, veramente un buon lavoro
Ritratto di m1a2
19 novembre 2010 - 23:22
Non credo siano camuffature, ma gli adesivi che si applicano per evitare graffi e polvere in zone delicate come il logo. Comunque esternamente a me non piace proprio: è troppo grossa e squadrata, con la mascherina e i fanali e decisamente poco ispirati. Troppo americana insomma..
Ritratto di SHAOLIN QUAN
20 novembre 2010 - 00:12
Non mi piace.La trovo poco fine,ma e'un mio personale pensiero...io nn la comprerei ammesso che abbia i soldi...che evidentemente nn ho.
Ritratto di Zack TS
20 novembre 2010 - 08:28
1
anch'io la trovo troppo "pesante", non mi piace
Ritratto di Falcon87
20 novembre 2010 - 15:23
Shaolin commento a dir poco fantastico!!! A me tuttavia le forme "muscolose" delle auto americane non dispiacciono affatto, se avesse motori "umani" farei di tutto per comprare una Dodge Challenger!!! Purtroppo c'è una piccola parte "yenkee" dentro di me che talvolta viene fuori...
Ritratto di Gabriel_Spain
20 novembre 2010 - 11:40
La miglior Lancia degli ultimi vent'anni: TP, dimensioni imponenti, interni belli e -sembra- ben rifiniti. Motori benzina che mai ce li saremmo sognati in FGA e ottimi diesel italiani (JTDm da 160, 190cv). Prezzo presumibilmente interessante grazie alla produzione in America ed ad un dollaro basso. Non mi venite a dire che la Thesis era più bella quando fu lanciata...bel cesso di macchina fecero.
Ritratto di mattypinna
20 novembre 2010 - 18:32
ma come ben rifiniti??? sono tutti smontati!!
Ritratto di Renys84
21 novembre 2010 - 19:27
Se vuoi, te lo vengo a dire io: sì, la Thesis era molto più bella. Ovviamente secondo i miei personalissimi gusti.
Ritratto di SHAOLIN QUAN
20 novembre 2010 - 11:58
ma se dobbiamo dire che e'un cesso la Thesis,dobbiamo anche ammettere che questa tamarrata e'una specie di restyling di un'auto progettata 8 anni fa'...la 300 c,nata nel 2003!se sono novita'queste?
Ritratto di Gabriel_Spain
20 novembre 2010 - 14:02
La Thesis mi ha fatto sempre schifo, sin dal primo giorno. Mai visto una macchina più goffa e meno dinamica. La 300C attuale mi piace, con quei cerchioni enormi e quella linea di cintura alta. La nuova mi piace anche di più. Gli interni sono molto migliorati alla vista. Non credo che la versione Lancia abbia niente di specifico. Fare un investimento forte per una macchina che venderà poche migliaia di unità per due anni (fino all'arrivo della nuova) non ha nessun senso economico. Piuttosto pensate che Lancia potrà quest'anno avere due vetture belle, grandi, collaudate... cosa che sarebbe stata IMPOSSIBILE se non ci fosse questo legame tra i due marchi. Due vetture con prezzi sui 30,000-40,000€ significheranno una boccata d'ossigeno per i conti del brand, che potrà avere più possibilità di progettare prodotti nuovi e all'altezza del nome Lancia.
Pagine