NEWS

Jeep Grand Commander: senza veli la suv per la Cina

17 gennaio 2018

Ispirata al prototipo Yuntu, ha tre file di sedili e non dovrebbe arrivare in Europa. La vedremo quasi certamente ad aprile 2018 al Salone di Pechino.

Jeep Grand Commander: senza veli la suv per la Cina

SIMILE AL PROTOTIPO - La Jeep metterà in vendita nel 2018 la prima suv della sua storia progettata in funzione del mercato cinese, dove non ha un modello di grosse dimensioni con 7 posti all’interno. Questa vettura si chiamerà Jeep Grand Commander ed è ormai pronta all’esordio, come rivelano le immagini apparse sul sito Car News China, che è entrato in possesso delle fotografie scattate a un esemplare senza le tradizionali mascherature protettive. La suv denota un’evidente parentela con il modello di stile Jeep Yuntu, una vettura laboratorio mostrata ad aprile 2017 che mantiene i tradizionali elementi di stile della Jeep pur introducendo soluzioni inedite: i fari anteriori ad esempio si “fondono” alla griglia e sono più rastremati, anche se non come sul prototipo. Lo stesso vale per i fanali posteriori.

IN CINA PER LA CINA - La Jeep Grand Commander non rinuncia però a dettagli di stile già visti su altri modelli, come la tradizionale mascherina a sette feritoie (un “classico” per la Jeep) e il bordino squadrato negli archi passaruota, del tutto analogo a quello visto sulla Renegade. Simile alla Compass è invece la vetratura laterale che sale in prossimità del montante posteriore. Il nuovo modello dovrebbe misurare in lunghezza circa 480 cm e sarà fabbricato nell’impianto di Guanzhou insieme alla GAC, azienda cinese che ha stretto un accordo di collaborazione con la FCA nel 2010. I motori dovrebbero essere il noto benzina 1.4 turbo, l’inedito 2.0 (visto sulle Cherokee e Wrangler) e il diesel 2.0. La Grand Commander non va confusa con la Grand Wagonner, la suv di lusso a 7 posti che la Jeep costruirà negli Stati Uniti per il mercato locale, dove farà concorrenza a Lincoln Navigator e Cadillac Escalade.



Aggiungi un commento
Ritratto di C200
17 gennaio 2018 - 17:47
Spero che finisca presto la moda degli scarichi finti!!! Su questa jeep sono imbarazzanti
Ritratto di AMG
17 gennaio 2018 - 19:16
Vero! Tanto quanto sono imbarazzanti sull'Evoque. Diciamo che di scarichi finti (ovvero con il terminale integrato nella carrozzeria finto) ce ne sono tantissimi, anche su modelli come serie7 e classe S. Di fatto quelli che sono ben fatti non fanno assolutamente vedere la cosa, praticamente da nessuna angolazione. Quelli fatti male sì, e l'effetto è terribile. Pertanto io ho sempre fatto guerra a questo smacco così diffuso
Ritratto di Challenger RT
18 gennaio 2018 - 01:07
I terminali di scarico sdoppiati ed integrati nella parte inferiore dei fascioni posteriori di molte auto presentano due questioni differenti. Una, quella giustamente indicata ed analizzata da AMG, riguarda la loro fattura che a volte lascia intravedere il tubo di scappamento per nulla integrato e che si scorge scollegato dal terminale d'uscita cromato così che quest'ultimo non riusce in toto a svolgere la sua funzione puramente estetica di "abbellimento". Seconda questione, per me la più grave, è che nella stragrande maggioranza delle auto uno dei due scarichi è finto anche e soprattutto funzionalmente! Solo le auto con motori a V (in genere V6, V8, V12 longitudinali) possono avere veri scarichi sdoppiati, partendo questi dalle due bancate rispettivamente di destra e di sinistra, e rimanendo tali fino allo sbocco dei terminali posteriori. Quindi, nella maggior parte dei casi, una moda puramente estetica che, all'occhio esperto e a chi ha sotto l'auto un vero dual exhaust, appare alquanto ridicola.
Ritratto di AMG
18 gennaio 2018 - 11:04
Giusto. Anche vedere d'inverno uno scarico che funziona davvero e uno finto è ridicolo, tuttavia mi sembra che anche motori non necessariamente a V possano avere un doppio scarico vero. Ovvero uno scarico che poi finisce in due terminali, certo capita spesso che quello a destra non sia vero, ma ci sono le dovute eccezioni!
Ritratto di Fr4ncesco
18 gennaio 2018 - 15:50
Ottima osservazione!
Ritratto di lucios
17 gennaio 2018 - 18:49
4
Caruccia! Ma qui da noi pesterebbe i piedi alla Cherokee.
Ritratto di ghighen
17 gennaio 2018 - 18:50
E perchè mai non dovrebbero venderla in Europa? Avesse dei motorazzi di 3.000/4.000 cc a benzina, potrei capire, ma si ritrovano sempre i soliti frullini montati dalla Fiat 500 in avanti, Secondo i grandi manager FCA in Europa dobbiamo per forza inscatolarci tutti nelle Toycars della Fiat / Alfa ? e se uno vuole stare un po' più comodo che fa, cambia continente? Veramente assurdo !
Ritratto di AMG
17 gennaio 2018 - 19:14
Il 1.4 difatti lo trovo indegno. Una proposta di 3.0 seri (benzina e diesel) li trovo dovuti su certi volumi di suv. Difatti è quello che si rimprovera anche alla Volvo per il diesel. Mentre sul benzina l'XC90 copre una versione spinta ibrida niente male.
Ritratto di gjgg
17 gennaio 2018 - 22:10
1
Dicono che faranno un Suv più grande della Stelvio. Ad ogni modo un qualcosa di equivalente a quello che è stato il Freemont dovrebbero proporlo prima o poi, a quel prezzo e per quei contenuti ebbe un degno successo sicuramente motivato, la gente penso ne comprerebbe.
Ritratto di Ercole1994
18 gennaio 2018 - 07:37
Beh, essendo la base meccanica, medesima a quella della Renegade, non è possibile montare dei 3.0...
Pagine