NEWS

Jeep Wrangler 2018: così uguale, così diversa

29 novembre 2017

Presentata al Salone di Los Angeles la nuova Jeep Wrangler è più leggera e tecnologica, ma conserva i classici elementi di stile.

Jeep Wrangler 2018: così uguale, così diversa

ICONA RINNOVATA - L’iconica Jeep Wrangler si rinnova completamente pur mantenendo le sue forme classiche e ripropone gli elementi di stile tipici del fuoristrada per eccellenza. Alla prima occhiata le novità nel design risultano quasi impercettibili, ma a ben vedere una moderata trasformazione verso linee più moderne c’è stata, soprattutto negli interni dove, tra i materiali impermeabili e la strumentazione, svetta lo schermo del sistema multimediale disponibile in tre versioni da 5, 7 o 8,4 pollici. L'abitacolo fa un salto generazionale e ora appare più completo e curato, con una plancia che, nelle versioni più ricche, si lascia andare a qualche lusso.

È ANDATA DAL DIETOLOGO - La nuova Jeep Wrangler si è messa a dieta. L’ampio uso di acciaio resistente per il telaio, che resta sempre un classico longheroni e traverse, e di alluminio per quanto riguarda la carrozzeria, separata dal telaio, hanno consentito di risparmiare circa 90 kg rispetto al modello precedente, senza andare però ad intaccare le caratteristiche tipiche del modello o la resistenza della struttura. Il parabrezza, che guadagna 3,8 cm in altezza, può ancora essere ribaltato in avanti e le portiere, perdendo 8 kg di peso, sono ancora più facili da rimuovere anche grazie alle maniglie ricavate nella parte inferiore dei braccioli.

IL 2.0 È MILD HYBRID - Disponibile in Italia dall’estate 2018 la Jeep Wrangler è stata presentata in quattro allestimenti: Sport, Sport S, Rubicon e Sahara (quest’ultimo disponibile solo con la versione cinque porte a passo lungo). Come già in precedenza verranno offerti due tipi di cambio: un manuale a sei rapporti o un automatico a otto, con marce ridotte, abbinati a una trazione integrale inseribile con differenziali bloccabili elettricamente. Le sospensioni restano ad assale rigido, indispensabili nel fuoristrada più impegnativo. I motori sono inizialmente due: un 4 cilindri turbo 2.0, capace di erogare 270 CV di potenza e 400 Nm di coppia a 3000 giri, e un V6 aspirato 3.6 con 285 CV e 353 Nm. Il 2.0, abbinato al solo cambio automatico, è dotato di un sistema mild hybrid nel quale un motore elettrico, alimentato da una batteria aggiuntiva a 48 Volt, è collegato al motore principale per aiutarlo in determinate circostanze. Nel 2019 dovrebbe arrivare anche il turbodiesel 3.0 con architettura V6 e 260 CV.

Jeep Wrangler
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
101
23
11
6
4
VOTO MEDIO
4,5
4.45517
145


Aggiungi un commento
Ritratto di hulk74
29 novembre 2017 - 17:59
10 e LODE! Bella, moderna, rude e cattiva. Auto Specialista ben fatta
Ritratto di UnAltroFiattaro
30 novembre 2017 - 00:21
La Wrangler è sempre la Wrangler! Però una cosa mi sono sempre chiesto: quando la si "apre" tutta smontando anche gli sportelli, devono per forza essere rimossi anche gli specchietti retrovisori ed io penso che non si possa girare in strada senza averli come si vede nella foto 9 !!!
Ritratto di UnAltroFiattaro
30 novembre 2017 - 00:23
P.S. ovviamente lo so che tanto quello è un fotomontaggio, ma il mio quesito rimane sempre poiché la macchina ti da questa possibilità...
Ritratto di Sprint105
29 novembre 2017 - 18:20
Mi piace! Han fatto bene a non stravolgerla
Ritratto di follypharma
29 novembre 2017 - 18:25
2
bravi, la macchina e' cosi' e deve restare cosi' ... migliorare la tecnologia senza mai nemmeno pensare a suvvizzarla
Ritratto di Eccomi
29 novembre 2017 - 18:33
Negli anni 90 mi pareva l'auto per surfisti hippy. Inutile ed eccentrica. Oggi, almeno in UE, è ancora inutile, ma moolto figa. Negli USA invece trova molto più applicazioni pratiche. Inoltre ne vendono davvero molte, da far invidia a costruttori europei. Ed in questa versione sono riusciti a fare degli interni spartani ma al tempo stesso dal bel design. Un prodotto premium. Una reinterpretazione della spartanità in chiave lusso, come ha fatto, ma in maniera diversa la Mercedes con la grande classe G.
Ritratto di AMG
29 novembre 2017 - 18:37
Accidenti! E' da quando sono giunte le prime immagini che pensavo di poter lodare senza fine la prima occasione in cui FCA si è dimostrata in grado di mantenere una Jeep in stile JEEP. E difatti su ciò concordo ancora, ma se prima non aveva difetti, con un design eccellente e gli interni finalmente all'altezza della vettura e non più un punto debole del modello, quella coda... Si poteva fare meglio! Era l'unico pezzo dell'auto che mi mancava ma devo dire che il disegno dei fari ingigantiti e del paraurti-righello danno una sensazione non proprio piacevole. Insomma il DNA c'è tutto, però la coda ripeto si poteva fare meglio e mi spiace molto. Comunque promossa, è una parte solo relativamente importante rispetto al resto del risultato!
Ritratto di grande_punto
29 novembre 2017 - 18:51
3
Davvero bella! Promossa con 20 e lode!
Ritratto di bridge
29 novembre 2017 - 19:37
1
Non sono un fun del gruppo FCA. Però la Wrangler è la Wrangler. Trovo riuscito questo modello e prosegue la tradizione del fuoristrada dûro e puro ma in chiave moderna.
Ritratto di TommyTheWho
29 novembre 2017 - 20:32
7
Fantastica. Sempre uguale ma così diversa, moderna, utilizzabile, tecnologica, come si conviene ad un'auto del 2017, ma senza perdere nulla in quelle doti da fuoristrada vera (forse l'unica rimasta, assieme alla Mercedes classe G) che da sempre la contraddistingue. Meravigliosa.
Pagine