NEWS

L'Audi punta su un futuro luminoso

16 aprile 2016

Dai proiettori laser agli Oled Origami, l'Audi ha mostrato al City Lab le nuove tecnologie destinate a rendere più sicura la guida notturna con stile e personalità.

L'Audi punta su un futuro luminoso
GIOCHI DI LUCE - ''La sicurezza non è incompatibile con l'estetica", parola di Cesar Muntada, responsabile del ''lighting design'' di Audi AG, il reparto che si occupa di creare e sviluppare i proiettori dei modelli Audi. Alla Design Week di Milano, nell'ultima serata dell'Audi City Lab, si è parlato di luce, del suo utilizzo per stupire nel mondo dello spettacolo, della sua valenza in quello dell'arte e della sua importanza nell'automotive. Al dibattito #Untaggable lights, how to imagine design at the speed of lights, ha partecipato tra gli altri l'archistar Daniel Libeskind, che ha filosofeggiato con riflessioni sulla luce e sul buio, anche in relazione all'ottimismo e al pessimismo. Muntada, invece, è andato più sul concreto, con un'interessante analisi dell'evoluzione dei sistemi di illuminazione per auto e con una finestra sui progressi tecnologici in corso e sul futuro. "La sfida è sempre più veloce - ha spiegato -. Ora andiamo nel mondo laser e con gli Oled si aprono nuove prospettive per lottare contro l'oscurità e riuscire a far dire agli automobilisti 'ho visto' anziché 'mi sembra di aver visto'. Gli ultimi fanali sembrano fantascienza ma sono già realtà. Un ulteriore importante cambiamento potrà arrivare con l'avvento delle auto a guida autonoma ed è tutto molto eccitante''.
 
FANALI "FLUIDI" - Tutta da vedere, sempre all'Audi City Lab, la mostra dedicata proprio ai sistemi di illuminazione per auto del futuro, a partire da quelli di tipo Led Matrix del concept h-tron. Parlando di fanali, dopo la recente premiere al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas, è stato esposto a Milano per la prima volta in Europa lo studio su base TT di un sistema con Oled cosiddetti Origami che permettono di realizzare giochi di luce tridimensionali praticamente di qualsiasi forma. Se la tecnologia Oled offre una luce uniforme ma su un supporto piatto per un effetto bidimensionale, gli Origami grazie a un supporto flessibile in plastica possono dare origine a disegni tridimensionali anche molto particolari. Con questa soluzione "Potremo realizzare qualsiasi forma, con una qualità perfetta - chiarisce Muntada - piegando il supporto proprio come fanno i giapponesi con la carta per creare i loro famosi origami e plasmando, così, delle vere sculture tridimensionali che poi vengono appoggiate a un supporto metallico". Il passo successivo in Audi lo stanno già sperimentando: i futuristici fanali ''Swarm'' con effetti fluidi che serviranno anche per "comunicare" con il mondo esterno.
 
DI NOTTE COME FOSSE GIORNO - Per quel che riguarda i proiettori anteriori, tra quelli esposti alla rassegna milanese sono particolarmente interessanti quelli innovativi montati sul concept h-tron. "La tecnologia oggi ci permette di disegnare quasi tutte le forme ma la cosa più importante è garantire la sicurezza - sottolinea il progettista iberico -. Questi di tipo matrix laser assicurano una luce di altissima qualità praticamente definibile in ogni punto: possiamo, quindi, scegliere quali parti della strada illuminare e quali no, per esempio per non abbagliare gli altri utenti. Sulla h-tron questa soluzione è accoppiata a degli Oled azzurri e a dei Led utilizzati per la "firma" Audi delle luci diurne". Quando la vedremo su modelli di serie? "Credo che non mancherà molto tempo ma è ancora presto per dare delle date precise".
Audi A8
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
88
62
60
37
56
VOTO MEDIO
3,3
3.29373
303




Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
18 aprile 2016 - 17:34
4
avanguardia...Audi
Ritratto di domenicofevi
18 aprile 2016 - 17:50
avvanguardia de chè??
Ritratto di SINESTRO
19 aprile 2016 - 14:32
3
mi sa tanto che fiattaro ex monay è suo figlio....
Ritratto di domenicofevi
18 aprile 2016 - 17:49
ecco cosa è l'audi: investono sulle luci e lucine come alberi natalizi per incantare i clienti anzichè investire in motori a norma di legge e soprattutto affidabili.......
Ritratto di hulk74
18 aprile 2016 - 18:14
Come gli oled che monta bmw
Ritratto di Ercole1994
18 aprile 2016 - 21:45
In realtà devo smentirti sulla infotainment della Giulia: non è realizzato dalla Magneti Marelli,ma dalla Harman Kardon. Sembra un controsenso, ma è così: noi diamo la nostra tecnologia ai tedeschi, e noi ci prendiamo la loro.
Ritratto di Ercole1994
18 aprile 2016 - 22:47
Pensavo fosse sviluppato completamente da Harman Kardon, chiedo venia! :)
Ritratto di Davelosthighway
18 aprile 2016 - 22:33
E rieccoci!!! Ogni semestre l appuntamento imperdibile con un articolo sulla situazioni fari led dell Audi . Luglio 2015 stesso articolo sul futuro led dei fari e via di sviolinate a suon di avanguardia... Questa avanguardia che ci illumina la notte e rende tutti più sicuri. Una avanguardia che ormai permea completamente i nostri sensi. Grazie Audi che ci illumini di immenso e di nuova luce.
Ritratto di anarchico2
19 aprile 2016 - 16:24
Amen.
Ritratto di Davelosthighway
19 aprile 2016 - 20:04
Perché quattroruote e Alvolante e company non traducono questa notizia ? BERLIN (Reuters) – German carmaker Audi created so-called defeat devices which cut emissions in 1999, years before parent company Volkswagen (VW)<VOWG_p.DE> used them to cheat diesel emissions tests, German newspaper Handelsblatt reported on Tuesday. VW, Europe’s largest automaker, admitted in September it had manipulated the engines of around 11 million diesel cars, including its VW, Audi, Porsche, Skoda and Seat brands. Engineers at Audi developed software capable of turning off certain engine functions in 1999, but it was never used by the VW luxury division, the newspaper said in an advance release of an article due to be published on Wednesday, which cited industry and company sources. Six years later, when VW engineers at the firm’s Wolfsburg headquarters were unable to bring nitrogen oxide emissions below legal thresholds, they started to install the software developed by Audi, Handelsblatt said. VW and Audi both declined to comment on the report, citing ongoing investigations by U.S. law firm Jones Day into the diesel emissions scandal. VW has said Jones Day will publish a “substantial report” on its findings by the end of April. VW’s supervisory board is due to discuss the potential costs of the emissions scandal and approve 2015 earnings on April 22, a day after a deadline for VW and U.S. regulators to agree a solution for U.S. cars fitted with the software.