NEWS

La Lamborghini potrebbe essere quotata in borsa

di Fabio Madaro
Pubblicato 02 ottobre 2020

Il Gruppo Volkswagen starebbe pensando a mettere sul mercato azionario una parte della Lamborghini, attualmente controllata dall’Audi.

La Lamborghini potrebbe essere quotata in borsa

PIÙ INDIPENDENTE - Le prime timide indiscrezioni, i primi rumors, hanno iniziato a circolare quando Stefano Domenicali ha confermato che a fine anno avrebbe lasciato la presidenza della Lamborghini per assumere, dal 2021, il ruolo di ceo della F1. Inevitabile che un annuncio del genere avrebbe innescato una serie di domande sul futuro dell’azienda italiana appartenente al Gruppo Volkswagen. Ebbene, secondo quanto riporta l’agenzia Reuters, il Gruppo tedesco starebbe elaborando in queste settimane i piani per trasformare Lamborghini in una società più indipendente facilitandone tra l’altro, una eventuale quotazione in borsa.

IPOTESI QUOTAZIONE - Un’ipotesi avvalorata da una fonte interna attendibile, sostiene la Reuters, che prevede una nuova organizzazione per Lamborghini all’interno del Gruppo. Attualmente, il marchio di Sant’Agata Bolognese è controllato dall’Audi e in Germania si starebbe appunto decidendo sul suo futuro: nulla sarebbe ancora stato deciso, ma la via della maggior indipendenza da Ingolstadt sembra quella più probabile. Indipendenza che, il pensiero sorge spontaneo, potrebbe anche tramutarsi in una cessione di una parte (o tutte) delle azioni di Lamborghini dopo la sua quotazione in borsa. 

IN CERCA DI FONDI - Anche perché, nelle riunioni in corso in Germania i temi caldi del momento sono appunto Lamborghini, Bugatti (che verrebbe ceduta alla Rimac, qui la news) e la Ducati. Marchi di lusso dai numeri di vendita esigui, che dovranno inevitabilmente essere oggetto, a breve, di grandi investimenti per sviluppare nuove tecnologie per rendere le vetture a basso o nullo impatto ambientale. E in un momento in cui il Gruppo Volkswagen sta affrontando questi enormi investimenti per i suoi marchi di maggiori volumi, evidentemente cerca soluzioni alternative. Nessun commento ufficiale per ora da Wolfsburg, pur se il ceo Herbert Diess ha detto nei giorni scorsi che il suo gruppo annuncerà prima della fine dell’anno, una serie di importanti novità per il futuro dell’azienda.





Aggiungi un commento
Ritratto di Magnificus
2 ottobre 2020 - 12:12
Mmmmmm soldi facili
Ritratto di BioHazard
2 ottobre 2020 - 12:25
Da tempo circolano voci sulla vendita di Ducati, Bugatti, Bentley e Lamborghini. Per quanto riguarda Bugatti e Bentley, è risaputo che sono pozzi senza fondo di perdite finanziarie, mentre Ducati e Lamborghini sono state risanate da VW ma allo stato attuale credo siano ben poco strategiche per il gruppo e per questo si valuta una cessione.
Ritratto di katayama
2 ottobre 2020 - 18:23
Spero che Ducati entri nell'orbita Piaggio, sarebbe un colpaccio per il motorismo nazionale (Benelli e Morini sono vuoti a perdere e se le prendano pure i cinesi, ma Ducati no). Per Lamborghini non ci sono speranze, non c'è più nessun gruppo automobilistico italiano. O dico qualcosa di sbagliato?
Ritratto di Gatsu
3 ottobre 2020 - 17:51
2
Benelli è già purtroppo dei cinesi, pare però che vada molto bene (stanno anche per fare una collaborazione con MV Agusta per cilindrate più grosse) mentre il gruppo Piaggio è da escludere visto che hanno già Aprilia (Moto Morini è un vero peccato, mi piace molto la Corsaro, spero vada meglio)
Ritratto di andi9
2 ottobre 2020 - 12:53
per la folle politica sulle emissioni di CO2 rischiamo di fare sparire un marchio del genere orgoglio dell'Italia e del mondo. I governanti europei devono essere pazzi
Ritratto di Meandro78
2 ottobre 2020 - 19:56
Ma cosa c'entra? Sono mezzi pensati per magnati del petrolio. Purtroppo l'era dei V12 è tramontata.
Ritratto di lovedrive
2 ottobre 2020 - 14:16
non sono mai stato tifoso di piech, ma devo ammettere che a lui le macchine piacevano. lui era fiero ci possedere certi marchi ed era sempre disponibile ad investire soldi in questi marchi, che sono patrimonio di felicità di tanta gente, anche per quelli che non le posseggono , ma che anche solo le sognano. adesso questi nuovi dirigenti che vedono solo numeri e bilanci e basta, sono la rovina per chi è appassionato di macchine. rispetto anche per musk che è riuscito a trovarsi la sua fetta in un campo combattutissimo, anche se non è il mio genere di macchine. viva la lamborghini.
Ritratto di 82BOB
2 ottobre 2020 - 14:19
2
Vendono tecnologia a Ford, pagano Rimac con Bugatti, vendono azioni Lambo... gli investimenti sono costosi, i soldi pochi: l'arte d'arrangiarsi!
Ritratto di Isogrifo70
2 ottobre 2020 - 15:45
1
Per violazione della policy del sito.
Ritratto di Dr.Torque
2 ottobre 2020 - 17:04
Mah, la cessione di Ducati sarebbe più indolore (come tecnologie condivisibili con Audi) ma probabilmente non sufficientemente remunerativa. Se c'è bisogno di tanti soldi (e con i casini che sta facendo VW ne servono davvero molti) posso capire che Lambo sia la carta da giocare.
Pagine