NEWS

Land Rover e Airbnb: quando la vacanza diventa avventura

Pubblicato 07 maggio 2021

L’originale iniziativa consente di prenotare una Land Rover Defender e un soggiorno in una sorta di roulotte super tecnologica.

Land Rover e Airbnb: quando la vacanza diventa avventura

L’AVVENTURA CON LA CASA A RIMORCHIOLand Rover e Airbnb hanno presentato un originale progetto congiunto: una vacanza con la nuova Land Rover Defender e, per dormire, una “casa” su ruote.  Il nome scelto, Defender Eco Home, anticipa le idee alla base dell’iniziativa: la voglia di avventura connaturata nel nome della leggendaria 4X4 e la sostenibilità consentita dalle moderne tecnologie. In pratica si tratta di weekend “lunghi” in 10 località italiane, avventurose e lontane dal turismo di massa, da vivere viaggiando su una Defender e avendo come residenza, che si troverà nella location sceltam una sorta di roulotte super tecnologica, la Eco Home. Quest’ultima è una cellula abitativa energeticamente autonoma, grazie ai pannelli fotovoltaici collocati sul tetto. La Eco Home è made in Italy ed è minimalista e realizzata con materiali sostenibili: l’esterno è in policarbonato e fibra di vetro riciclata. All’interno si trovano ecopelle, arredi in fibre naturali, rifiniture di materiale proveniente dalla lavorazione dell’uva e rivestimenti in tessuti purificanti che assorbono le impurità dell’aria. 

10 LOCATION AVVENTUROSE - La “stanza da letto” è emozionante di suo perché le sue enormi vetrate sembrano scomparire per lasciar posto alla natura. L’esperienza della Eco Home sarà arricchita da visite in luoghi interessanti integrate da pranzi e cene in ristoranti di chef stellati. In effetti i prezzi non sono popolari (ci si può prenotare qui), ma proporzionati al pacchetto che prevede una Land Rover Defender per 3 notti e 4 giorni con una casetta supertecnologica, pasti raffinati e location fuori dal comune. I 10 siti coprono tutta l’Italia, a partire dall’Etna, passando per il Salento, il Cilento, il parco del Sirente-Velino in Abruzzo e poi Friuli, Emilia-Romagna, Piemonte, la Maremma e le Dolomiti per finire a metà settembre in Sardegna, a Sant’Antioco.

ESIGENZE POST PANDEMIA - L’esperienza comprende anche una giornata ancora più avventurosa, con percorsi in fuoristrada a bordo della nuova Land Rover Defender con l’assistenza del team Land Rover Experience. Escursioni che possono esaltare le prestazioni fuoristradistiche dell’automobile e la bellezza della natura nella quale si svolgono. Questa formula non solo fa capire perché la Defender è definita “unstoppable”, ma viene incontro alle esigenze che si sono create a seguito della pandemia. Un’indagine svolta presso i soci dei club Jaguar e Land Rover ha permesso di capire come l’emergenza sanitaria avesse influenzato le aspettative e le priorità delle persone. È emerso prepotente il desiderio di tornare a viaggiare, ma con la propria auto, considerata il mezzo più sicuro. Si vorrebbe tornare nei luoghi più cari o, ancor di più, per scoprire località lontane e inesplorate, le bellezze incontaminate delle quali è ricco il territorio italiano. Anche gli utilizzatori di Airbnb hanno manifestato esigenze di sostenibilità, contatto con la natura, sicurezza e flessibilità. Esigenze simili a quelle espresse dai possessori delle Jaguar Land Rover e che hanno quindi suggerito questa particolare e suggestiva iniziativa.

Land Rover Defender
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
68
30
24
18
70
VOTO MEDIO
3,0
3.038095
210




Aggiungi un commento
Ritratto di Spock66
7 maggio 2021 - 11:39
La notizia non è ben spiegata..le roulotte saranno "fisse" e piazzate, non è che si parte stile Stanlio&Olio con una mega roulotte al seguito (e meno male, sennò che disastri epici)..di fatto sono un bungalow di lusso parcheggiato nel cortile di un B&B in zone rurali..poi si ha a noleggio la LR, il SUV dei disperati che hanno cannato completamente il progetto e avendo perso tutto il mercato dei duri&puri utenti Defender, adesso puntano al mercato delle donne e metrosessuali con queste iniziative gourmet e ristoranti stellati..meritano l'estinzione, e l'arrivo della Grenadier sarà la pietra tombale per questi incapaci di Land Rover..(vediamo quanto dura il commento, LR paga bene la pubblicità e i commenti come questo vengono subito rimossi..ma tanto la Defender, rassegnatevi, non la vuole nessuno lo stesso!)
Ritratto di Gamester882
7 maggio 2021 - 12:43
E' più facile che il tuo commento venga rimosso per altri motivi...
Ritratto di Volpe bianca
7 maggio 2021 - 12:44
La "colpa" non è del Defender che ha pure versioni avventurose, viste sul sito LR, ma è di chi spaccia per avventura un'idea che di avventuroso non ha proprio niente. Affiancare un'iniziativa simile al nome Defender mi fa pensare alle "gite" organizzate per salire in cima all'Everest dove ti tirano su con le corde per farti arrivare su.....mmmm che avventura....da leccarsi i baffi
Ritratto di Fabio_C
7 maggio 2021 - 16:32
Sono d'accordo con Volpe bianca, ma aggiungo anche che il mercato dell'auto ha contribuito notevolmente a far sentire tante persone dei piccoli INDIANA JONES semplicemente acquistando una normalissima auto stradale, rialzata da terra di un paio di centimetri e quindi ha creato la moda dei SUV. Auto che personalmenteritengo buone per tutto e per niente di spcifico, in quanto se cifai delvero fuori strada le distruggi, se li utilizzi specificatamente nei lunghi viaggi dato il baricentro allora è meglio optare per una berlina e se vuoi divertirti tra le curve di una strad statale non ne parliamo proprio. Di fatti se notate molti spot pubblicitari propongono immagini di SUV che si muovono in praterie o lande desertiche che il 99,9% dei possesori di codeste auto non avrà mai modo di affrontare se non gli ingorghi di strade cittadine, alla riceca affannosa di un posto auto libero o autostrade congestionate dal traffico. In compenso si portano a casa i costi di gestione elevati per via delle cilindrate elevate che occorrono per spostare sti carri armati, bolli auto da salasso, consumi, assicurazione ecc... ma vuoi mettere la soddisfazione di sentirti come INDIANA JONES....
Ritratto di Andre_a
7 maggio 2021 - 14:19
9
È molto ingannevole... nelle foto la "roulotte" sembra agganciata al Defender, ma in effetti mi sembra troppo grande per le leggi italiane
Ritratto di Sdruma
7 maggio 2021 - 15:31
1
Prova in live della defender nuova di una nota rivista Italiana, arrivano a un guado che con il Pajero lo fai a occhi chiusi guidando con le ginocchia mentre ti bevi un caffè, all'improvvisto spia motore e auto in panne (acqua forse 30/40 cm). Morale, intervento della troupe di meccanici LR al seguito e sostituzione dell'alternatore (ridicoli); il tutto fatto passare come un guasto da nulla, si certo come no da nulla, 600€ e passa di danni per un comune mortale, per carità, messo a paragone con il Wrangler che è comunque pieno di problemi, non passa la giornata. Il Grenadier farà fuori sta brodaglia da fighetti in 3 secondi netti; come è giusto che sia.
Ritratto di Volpe bianca
7 maggio 2021 - 16:44
@Sdruma vabbé dai sarà stato un caso, con le sospensioni regolabili lo puoi alzare fino a quasi 30cm, non penso che con 10cm di guado si blocchi :D :D....poi che non sia più quello di una volta siamo tutti d'accordo
Ritratto di Sdruma
7 maggio 2021 - 18:17
1
sembra invece che non solo sia soggetta alle stesse identiche rogne delle altre land rover di casa, ed è in consegna da forse 3 mesi, ma letteralmente dove la defender precedente andava senza nessun problema, questa si ferma, o meglio, ti fermi, che le sospensioni saranno anche regolabili, ma se ci prendi le classiche "botte" da off-road, voglio vederti a pagare il conto in officina. Almeno queste sono le prime impressioni di chi le ha portate in off road, a breve potrò testarla seriamente in quanto è un acquisto di un conoscente che fa off road serio e mi saprà die meglio
Ritratto di Volpe bianca
7 maggio 2021 - 18:21
@Sdruma ok grazie per le info, beh se è così è peggio di quanto pensassi....
Ritratto di Sdruma
7 maggio 2021 - 18:28
1
cioè capiamoci, sicuro sulla tecnica hanno impiegato i peggio esperti, però, prendi uno come Historytillnow, va con un Gladiator 3.6 in zona assurde, prende botte qua e là e spesso sfida zone rocciose che avrei paura a farle con un Patrol, e tutto sommato lamenta danni ogni tanto e ha una preparazione di tutto punto che è concentrata proprio sulle sospensioni, molle, ammortizzatori, barre. Se mi metti un assetto regolabile elettricamente, per quanto sia fichissimo e affascinante; non puoi prepararlo, salvo rimuovere tutto e spendere una caterva di soldi; che penso sia impossibile dal punto di vista centraline. Quindi cosa fai? Rischi di rimanere in panne, nel mezzo del nulla, con una vettura che sai a prescindere non è riparabile in loco? Troppo rischioso, capisco il sentiero fino alla baita di montagna, mettici anche l'off road su sterrato; ma non parliamo di quello che faceva la vecchia defender, con niente di niente paragonato a questa, ma lo faceva. Per quello dico, se la Ineos rispetta le parole, e se riesce a fermarsi sui 40/50 K €, sbancherà.
Pagine