NEWS

Evora GT430: la Lotus più potente

20 luglio 2017

La GT430 è l'ultima evoluzione in chiave ancora più sportiva della Lotus Evora. In vendita in Italia a 154.900 euro.

Evora GT430: la Lotus più potente

ANCORA PIÙ LOTUS - Presentata una nuova edizione del modello Lotus Evora, che rappresenta la Lotus stradale più potente mai costruita e che sarà prodotta in soli 60 esemplari. È la Evora GT430, che come lascia intuire la sigla, segna un ulteriore passo avanti nella potenza erogata dal V6 di 3,5 litri. I cavalli disponibili sono ora 436 CV a 7.000 giri, contro i 410 della Evora 410. La coppia massima è di  440 Nm a 4.500 giri. Valori che appaiono ancora più notevoli se si tiene conto che il peso complessivo della vettura è di appena 1.299 kg, in omaggio alla storica filosofia del marchio, da sempre orientato al contenimento del peso. Tutto ciò per una velocità massima di 305 km/h e uno scatto 0-100 km/h in 3,8 secondi.

TANTA FIBRA DI CARBONIO - La Lotus Evora GT430 si distingue anche esternamente, grazie all’adozione di elementi in fibra di carbonio, per i paraurti sia anteriore che posteriore, il profilo dello spoiler, l’alettone posteriore, il cofano motore e il padiglione dell’abitacolo. Ne risulta un effetto estetico decisamente grintoso assieme a un alleggerimento del corpo vettura: il peso a vuoto è 1.258 kg, cioè 26 kg in meno rispetto alla Evora GT410 (ci sono 5 kg in più per le ruote più grandi e 4 kg in più per l’alettone più ampio, ma gli interventi di alleggerimento valgono 35 kg). Altri elementi innovativi della nuova proposta Lotus sono lo scarico in titanio, il differenziale Torsen a slittamento limitato e il nuovo cambio manuale a 6 marce. 

UN’IMMAGINE SPORTIVA - La nuova Lotus Evora GT430 sviluppa quanto già proposto dalle precedenti Evora 400 e Evora Sport 410. A risultare migliorata è anche l’aerodinamica, grazie alle prese d’aria più ampie, ai dettagli rivisti del frontale e al nuovo ampio alettone posteriore. Tutto ciò si traduce anche in un nuovo look, più dinamico e sportivo, in cui domina la prominenza dei parafanghi posteriori, che accolgono le grandi ruote con cerchi da 20 pollici, su cui sono montati pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 (245/35 R19 davanti 295/30 R20 dietro). Nell’abitacolo ci sono sedili anatomici (con quelli Sparco offerti come optional), rivestimenti in pelle e Alcantara nera, oltre a inserti in fibra di carbonio sulla plancia e nelle porte. Per quel che riguarda il comportamento su strada, la nuova Lotus Evora GT430 conta su sospensioni dalla architettura sportiva e su una pressione aerodinamica di 250 kg, oltre che sugli ammortizzatori regolabili Öhlins TTX che offrono venti possibilità di regolazione. Un importante contributo alla guida viene poi dal nuovo sistema di controllo della trazione che consente di avere sei livelli di funzionamento (contando anche la sua esclusione).

Lotus Evora
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
54
43
26
15
16
VOTO MEDIO
3,7
3.675325
154
Aggiungi un commento
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
21 luglio 2017 - 09:37
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Ivan92
21 luglio 2017 - 10:23
6
Ciao Fxx88, quando si ha anche la possibilità di spendere 154'000 euro per un bolide “ridotto all'osso” da usare solo ed esclusivamente per divertirsi in pista o su una strada poco trafficata di montagna probabilmente la Ferrari 488 è già posteggiata in garage di fianco ad una Lamborghini Aventador e una Porsche 911 Turbo S.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
21 luglio 2017 - 11:06
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
Ritratto di Anonimo
Anonimo (non verificato)
21 luglio 2017 - 11:06
Commento rimosso a seguito della cancellazione dell'utente dal sito.
21 luglio 2017 - 10:38
Secondo me è un assaggio del futuro, perché adesso che sono in mani cinesi [Geely] hanno molto capitale a cui accingere. Secondo me ci potrà essere anche una rivale della 488 vera e propria un giorno.
Ritratto di car_expert
21 luglio 2017 - 12:14
ho sempre apprezato lotus per la sua filosofia, però ormai sono diversi anni che ripropongono auto nuove con kit che potrebbe fare anche il meccanico sotto casa (si fa per dire), qualche cv, cerchi, due appendici aerodinamiche ed ecco la "nuova" lotus...che diciamola tutta, a quel prezzo chi la preferirebbe rispetto ad una gt3???
21 luglio 2017 - 10:19
Perché giustamente i calciatori sono noti all'umanita' per essere persone assai dotate di buon gusto.
Ritratto di Ivan92
21 luglio 2017 - 10:49
6
Tralasciando il parere estetico che non condivido minimamente, come si fa a considerare inutile su un sito automobilistico un auto con il baricentro bassissimo e dai pesi contenuti al massimo che monta un motore aspirato V6 da 436 cv e con il cambio manuale. In cosa sarebbe inutile? Non ci puoi fare la spesa? Non puoi andarci in vacanza? Non fa abbastanza figo davanti ad una discoteca? Non è certo un problema di Lotus. Quello che deve fare questo bolide è divertire il conducente e questo compito lo fa in modo eccellente (no, non l'ho provata, lo dicono le riviste) quindi missione compiuta, chi avrà le capacità economiche per comprarsi un auto leggerissima da divertimento la comprerà assieme agli intenditori che sanno benissimo il valore di questa Lotus di soli 60 esemplari, oggi la paghi 155'000 euro e fra 10 anni la rivendi a 200'000 euro senza muovere un dito, conservandola solo in garage, mentre una persona normale in Italia per guadagnare 45'000 euro sgobberà 2 anni. Quindi non solo è un investimento, ma addirittura pure gli esemplari di chi ne farà un uso severo in pista subiranno una svalutazione molto più bassa di altre vetture dello stesso prezzo. Se poi la si considera inutile perchè “in Italia non c'è nessuno che la compra” allora è un altro discorso, del resto però Lotus non è interessata a fare dei crossover da 120 cavalli da 25'000 euro, quindi non avrà mai la fortuna di essere considerata utile.
21 luglio 2017 - 10:47
Reputo la Evora una entry level delle supercar e questa si spinge oltre. La possibilità di avere il manuale con queste prestazioni è una chicca. Solo l'alettone così è un po' anacronistico o forse eccessivo per un'auto stradale. Avrei preferito una coda più pulita ma essendo già esistente non potevano modificare il sottoscocca. Comunque ottima auto.
Ritratto di studio75
21 luglio 2017 - 11:33
5
certo che ce ne sono di bei giocattolini in giro per quella cifra. Tipo la Donkervoort D8 GTO Performance 380 cv (2013) che ha un rapporto peso potenza di 2,3kg/cv e fa i 0-100 in 2,8s o la Bac mono (284 o 309cv) stesse performance.
Pagine