NEWS

La Lotus farà un'elettrica da 1000 CV

10 dicembre 2018

Il tanto atteso ritorno della Lotus potrebbe coincidere con la presentazione di un’hypercar completamente elettrica.

La Lotus farà un'elettrica da 1000 CV

TANTI ANNI SENZA MODELLI - La Lotus, iconica casa automobilistica britannica, anche se non è scomparsa dal mercato negli ultimi anni ha conosciuto diverse vicissitudini finanziarie. L’ultimo modello inedite realizzato è la Lotus Evora, datata 2009. Gli appassionati del brand si aspettano quindi un “vero” ritorno della Lotus, ritorno che potrebbe coincidere con la presentazione di un’hypercar elettrica da 1000 cavalli.

PROGETTO OMEGA - A riportare la notizia è la rivista Autocar, secondo la quale la Lotus starebbe già lavorando al progetto che garantirebbe all’azienda grande prestigio. Questa nuova hypercar elettrica, costruita in numero limitato, sarà il modello più veloce, più costoso e più radicale realizzato dalla Lotus durante i suoi 70 anni di vita. La Lotus elettrica sarà paragonabile alle rivali Rimac Concept Two, alla Nio EP9 e alla Pininfarina PF0, avrà una potenza di oltre 1000 CV ed un prezzo a sette cifre. Il nuovo progetto della Lotus ha come nome in codice Omega.  La vettura potrebbe essere mostrata al pubblico sotto forma di concept il prossimo anno per poi andare in produzione dopo poco tempo. 

IL PIANO DI RILANCIO - Attualmente la Lotus è al 51% della Geely, già proprietaria della Volvo. Alla luce della riuscita operazione effettuata con la Volvo, la nuova proprietà cinese lascia ben sperare per il futuro della Lotus perché, per quanto concerne la trazione elettrica, si potrebbe attingere a pieni mani dalla tecnologia utilizzata dal produttore svedese sul brand Polestar. Il piano di rilancio della Lotus da parte della Geely prevede anche la realizzazione di una suv. Per tornare alla redditività è inoltre in programma l'espansione della fabbrica di Hethel e l’assunzione di 200 nuove risorse del personale. I cinesi stanno prendendo in considerazione l'idea di realizzare un secondo impianto di produzione nel Regno Unito, potenzialmente nelle West Midlands. All'interno del centro tecnico  della Geely a Coventry ci sarà anche un reparto della Lotus.

IL PRECEDENTE DELLA TESLA - Nei primi sette mesi di quest'anno la Lotus ha venduto solo 145 auto nuove, con un calo delle vendite del 25%. L’operazione di rilancio operata dalla Geely sarà radicale ma dovrà comunque affondare le radici sulle peculiarità che hanno reso famosa l’azienda nel mondo. L’idea della realizzazione di un’hypercar elettrica da 1000 CV con prestazioni elevate, specie in questo periodo storico, diventa quindi un’assoluta necessità. Non ci dobbiamo dimenticare che la Tesla Roadster, prodotta fino al 2012, è stata realizzata in collaborazione con la Lotus e difatti sono evidenti le somiglianze con il design della Lotus Elise. Sarà curioso vedere l’approccio della Lotus, casa automobilistica che ha fatto del rapporto peso-potenza il suo marchio di fabbrica, con la trazione elettrica che porta con se pesi elevati a causa delle batterie.



Aggiungi un commento
Ritratto di Agl75
10 dicembre 2018 - 22:07
SUV della Lotus. Il troll LamponeHSD mi sa abbia ragione.
Ritratto di Rikolas
10 dicembre 2018 - 22:56
Lotus elettrica? Complimenti alla nuova dirigenza, dimostrano un livello di incompetenza pari a quello di un cuoco in un officina riparazioni. Se l'intento è quello di far fallire questa gloriosa casa automobilistica, beh sono sulla strada giusta. E così anche la Lotus si convertì, da automobili sportive a fabbrica di aspirapolveri. Ah però con 1000cv eh? No comment, sono senza parole per questa ennesima dimostrazione di come si stia dando il colpo di grazia a un settore che rischia di scomparire per sempre. Disoccupazione avanti tutta!
Ritratto di zero
10 dicembre 2018 - 23:27
11
Nooooo... Ancora! E basta con 'ste elettriche... Avete rotto... :-(
Ritratto di Rikolas
11 dicembre 2018 - 08:12
Infatti, hai ragione! Non se ne può più.
Ritratto di Giuliopedrali
11 dicembre 2018 - 09:27
Be vedete Ferrari non è più sola. Pensate queste nuove marche con capitali cinesi, fanno concorrenza alla Ferrari, le comuni mortali se le mangiano in un boccone.
Ritratto di Rikolas
11 dicembre 2018 - 09:55
Ma è un fallimento annunciato, è assurdo non rendersi conto di quanto sia ridicolo pensare a una "supercar elettrica", non se la compra nessuno! Chi acquista questo genere di auto lo fa soprattutto per il SOUND, per il divertimento alla guida, per il fascino che ha un motore sportivo. Mettere 4 motorini elettrici su una supercar non ha senso, è come suonare la Nona di Beethoven con una chitarra elettrica, non ha minimamente senso. Mi auguro che Ferrari faccia marcia indietro altrimenti è destinata a fallire, idem Lotus e atre importanti case automobilistiche. Le auto elettriche dovrebbero essere confinate a piccole citycar per brevi spostamenti, a muletti allinterno dele grandi aziende, a piccoli veicoli da trasporto. Le supercar sono un altro mondo e devono rimanere lontanti dall'elettrico, diversamente prepariamoci ad assistere a una crisi del settore senza precedenti. Vedrete tra qualche cosa succederà, sarà un disastro economico. PS: i cinesi non faranno mai concorrenza alle supercar, non si parla di prestazioni ma di prestigio. Questo non è un fattore secondario.
Ritratto di Clementina Milingo
11 dicembre 2018 - 10:19
diosanto che disagio!
Ritratto di Rikolas
11 dicembre 2018 - 10:25
Il "disagio" lo avranno tutti quei lavoratori che perderanno il psoto di lavoro a casua diq uesta assurda moda dell'elettrico, non lo dico ma esperti del settore. Ci sono articoli riportati anche sul Sole 24 Ore che denunciano il rischio di una crisi del settore derivante dall'elettrico, possibile che poca gente se ne sia accorta? E' così evidente! Guarda il "rilancio di Mirafiori", tutti aspettavamo la produzione della nuova Panda che avrebbe assicurato la creazione di milioni di esemplari per anni, assicurando migliaia di mposti di lavoro. Con l'arrivo della 500 elettrica qui a Torino siam otutti preoccuapto eprchè farà numeri bassissimi, costringendo a un grande uso di cassaintegrazione e perdite di posti di lavoro! Quanti dei sostenitori "da tastiera" dell'elettrico che scrivono qui dentro sono disposti a comprare DAVVERO uno di questio veicoli? Pensate di potervela permettere? Tanti auguri. Ve ne accorgerete tra qualche tempo quanto è "bello" l'elettrico, ci sarà da piangere, altro che star li a fantasticare.
Ritratto di Clementina Milingo
11 dicembre 2018 - 11:16
tu piangerai, come piangono quelli che invece di guardare al futuro come un'opportunità guardano al passato come a una sicurezza.
Ritratto di Rikolas
11 dicembre 2018 - 11:34
Futuro? Quelle dove per comprare un auto dovrò indebitarmi? O quello dove avremo milioni di batterie inquinanti da smaltire? Il "futuro" è un miglioramento delle proprie condizioni di vita, non un peggioramento. Il settore dell'automotive rischia di vedere una crisi senza precedenti, li leggi ogni tanto i giornali di economia? Le hai lette le notizie su Mirafiori e della 500 elettrica? Si farà largo uso di cassa perchè i volumi saranno ridotti all'osso, le auto elettriche NON sono vetture di massa ma di nicchia!
Pagine