NEWS

Lotus Type 130: fra poche settimane la presentazione

01 giugno 2019

La prima hypercar elettrica del costruttore inglese avrà più di 1000 CV e sarà svelata il 16 luglio a Londra.

Lotus Type 130: fra poche settimane la presentazione

LA PRIMA DOPO 11 ANNI - La Lotus Type 130 sarà la prima hypercar elettrica della casa inglese che ora ne ha fissata la data di presentazione, facendo seguito alla conferma del progetto ad aprile, in occasione del Salone di Shanghai, la Lotus. Si tratta del primo modello inedito del costruttore di Hethel dopo 11 anni dall’ultimo (la Evora).

ELETTRICA CON 1000 CV - La Lotus Type 130 sarà l'auto stradale più potente nella storia dell'azienda e, grazie ad una scocca in fibra di carbonio e ad un motore elettrico accreditato di oltre 1000 CV, dovrebbe garantire prestazioni mozzafiato. Non ci sono ancora indizi su come questa fuoriserie sarà dal punto di vista estetico; la Lotus, infatti, si è limitata a diffondere solo un video teaser (qui sotto) dove si può vedere la presa di ricarica collocata sotto uno scomparto apribile elettricamente posizionato sulla coda, con il logo Lotus illuminato ed i fanali a led.

CON L’AIUTO DELLA WILLIAMS - La Lotus, attualmente di proprietà della cinese Geely, realizzerà la Type 130 in collaborazione con la Williams Advanced Engineering, il ramo di consulenza ingegneristica della stessa società che corre in Formula 1. La Williams Engineering ha una comprovata esperienza nello sviluppo di auto elettriche: ha fornito le batterie per la prima generazione delle monoposto di Formula E, fino alla stagione 4, ha collaborato con l’Aston Martin per la Rapid E e ha presentato una sua piattaforma “chiavi in mano” per auto elettriche (qui per saperne di più).

NE FANNO SOLO 130 - La Lotus Type 130 sarà una hypercar esclusiva di cui è prevista la produzione limitata di 130 esemplari. Le prime consegne ai clienti partiranno dal 2020. La vettura sarà costruita a Hethel, nel Norfolk, sede centrale del marchio dal 1966.



Aggiungi un commento
Ritratto di Michiflanoalila
1 giugno 2019 - 23:23
Ormai se noi superi i 1000cv sei un barbone
Ritratto di Gwent
2 giugno 2019 - 19:31
2
Tutta colpa delle Supra A80 che elaborate con 2 scemenze tirano fuori 1.300 cavalli come ridere. Umiliando proprietari di costose esotiche. In rete dopo aver iniziato a spopolare questi video era chiaro a tutti i costruttori di super/hypercar che bisognava fare qualcosa per arginare questo fenomeno di malcostume. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di GinoMo
2 giugno 2019 - 23:27
Gwent puoi avere il motore più potente del mondo ma se alla prima curva non freni e vai dritto serve a poco (le muscle car insegnano)
Ritratto di BRIXIO85
2 giugno 2019 - 21:57
Beh, 1000 cavalli sono il minimo per una hyper car elettrica. Però a 'sto punto mi comprerei una cinese originale: la Nio EP9, ad esempio, che di cavalli ne ha un buon 30% in più (come diceva Iannacci; l'importante è esagerare...). Tra l'altro fra Lotus e Williams, ma ipoteticamente si potrebbe aggiungere pure McLaren, è già tanto se assieme riescono a fare un marchio decente; Autobianchi a confronto era un colosso. No perché altrimenti tra un po' salta fuori che gli inglesi oltre a saldare tubi e, più di recente, spalmare fogli di carbonio sanno anche fare macchine intere; da soli intendo. Senza motori a prestito (Nissan, Toyota, Buick, ecc.), e fatte salve le classiche (e comunque sempre troppo poche) eccezioni alla regola, gli inglesi, oggi più che mai, sono irrilevanti (anche nel motociclismo). Per giunta, da che mondo è mondo hanno la pessima abitudine di gettare m3rda sulle auto italiane (anche qui con le solite e sempre troppo poche eccezioni); da che pulpito... E' sempre stato così; sono passate generazioni intere e, chi gli ha dato retta in preda ad una sorta di sindrome di Stoccolma, ha continuato a farsi prendere a calci in quel posto. Incredibile. Quante ne fanno? Ah, 130; molto interessante...
Ritratto di Giuliopedrali
2 giugno 2019 - 09:08
In effetti ora la Ferrari di concorrenza ne ha anche troppa.
Ritratto di elitropi cristian
2 giugno 2019 - 13:19
Se collaborano con la williams e vanno bene come le williams F1,chissá che macchinone uscirá ?....
Ritratto di Giuliopedrali
4 giugno 2019 - 17:20
A me questa millina (di cavalli) interessa poco anche se sarà uno spettacolo ovviamente, però pensate nel 2020 che Lotus in buone mani cinesi, Geely, forse il gruppo più interessante al mondo, diventerà il competitor di VAG e Toyota, lo è già nel suo paese, farà uscire berline sportive, crossover sportivi ecc con marchio Lotus e robusto progetto Geely (Volvo, Polestar, Lynk&CO) credo che Alfa, Audi o BMW saranno per gli anziani...