Lotus Evora Hybrid, l'elettrica che "romba"

2 marzo 2010

L'elettrico arriva anche sulle sportive pure: la Lotus si porta avanti, presentando qui a Ginevra questa Evora dotata di due motori elettrici e di motore termico che aumenta l'autonomia. Ha un sistema che simula il rombo di un motore per avvertire i pedoni.

OLTRE 400 CV - Sembra che in questo Salone di Ginevra le sportive “ecologiche” vadano di gran moda. Ecco perché la Lotus ha presentato la Evora 414E Hybrid, il prototipo di una sportiva spinta da due motori elettrici da 207 CV e 400 Nm di coppia l'uno (la Evora di serie monta un 3.5 V6 da 280 CV), ricaricati all'occorrenza da un piccolo 1.2 a tre cilindri da 48 CV che serve solo da generatore.

 

Lotus evora hybrid ginevra 2010 05

ELETTRICA CON SUONO - Ma chi compra una Lotus cerca soprattutto emozioni forti. Ecco perché questa Evora 414E Hybrid è dotata di un sistema che simula un cambio sequenziale a sette rapporti (in realtà c'è un unico rapporto) con comandi al volante e di un impianto audio che riproduce quattro diversi suoni di motore dal V6 al V12. Una “chicca” che non serve solo ad accrescere il piacere di guida. La Lotus 414E Hybrid monta degli altoparlanti esterni che permettono ai pedoni di sentire il sopraggiungere dell'auto, altrimenti impercettibile, essendo spinta da un motore elettrico.  414 CV di questa Evora le consentono di raggiungere i 100 km/h in circa 4 secondi con un'autonomia di 55 km se si utilizzano solo i motori elettrici. Se invece entra in gioco anche il motore termico che ricarica le batterie al litio, l'autonomia sale a 480 km.

Aggiungi un commento
Ritratto di Montanelli
3 marzo 2010 - 10:38
due motori elettrici da 207 CV...roba da fantascienza fino a pochissimi anni fa. Se fossi il sig. Esso o il Sig. Erg comincerei a preoccuparmi parecchio.
Ritratto di Danjey
14 marzo 2010 - 22:50
è abbastanza deprimente questa soluzione del rombo di motore dalle casse audio, sarebbe meno vergognoso lasciare l'auto muta. Si potrebbero avvisare i pedoni con un segnale acustico automatico (gestito da sensori di distanza) simile ad un clacson, che si attivi quando viene riconosciuto un pedone a distanza eccessivamente ravvicinata, oppure usare degli pneumatici appositi che siano più rumorosi durante il rotolamento