NEWS

Maserati MC20: svelati nuovi dettagli

Pubblicato 13 maggio 2020

In attesa della presentazione, prevista per settembre, nuove immagini della supercar Maserati MC20 ancora camuffata ne evidenziano le forme.

Maserati MC20: svelati nuovi dettagli

L’ATTESA SI ALLUNGA - A causa della pandemia di coronavirus, la presentazione della nuova supercar Maserati MC20 è stata posticipata da maggio a settembre 2020. La casa modenese tuttavia non ha lasciato a “bocca asciutta” i suoi fan, perché oggi svela nuove immagini di questo atteso modello, rivale di Honda NSX e McLaren 570S. Sebbene ancora camuffata, si nota che la MC20 ha il profilo a cuneo tipico delle supercar con il motore disposto in posizione centrale-posteriore. Esprimono grinta anche le due feritoie nel lunotto e lo spoilerino che solca la “coda”, al di sopra dei fanali a sviluppo orizzontale, ma sono corsaioli pure gli scarichi al centro del fascione. 

ANCHE ELETTRICA - La Maserati MC20 verrà prodotta nella storica fabbrica di Modena, rinnovata per l’occasione, e sarà una supercar dalla raffinata tecnica, a partire dal telaio in fibra di carbonio. Secondo le indiscrezioni, il motore dovrebbe essere un 6 cilindri biturbo da circa 600 CV, il primo della nuova famiglia sviluppati in casa dal Tridente, al quale si affiancherà un motore elettrico a comporre il sistema ibrido: questa versione potrebbe superare i 700 CV. Non prima del 2022 arriverà la versione solo elettrica. 

DEDICA A STIRLING MOSS - Con le nuove immagini, oltre a svelare inediti dettagli della Maserati MC20, la casa modenese vuole anche rivolgere un omaggio a Stirling Moss, pilota inglese scomparso il 12 aprile che ha legato il suo nome alla Maserati: disputò il campionato Formula 1 del 1956, e alcune gare di quello successivo, al volante della Maserati 250F. Moss vinse 16 gare con la Maserati, fra cui il prestigioso Gran Premio di Monaco del 13 maggio 1956. Il pilota guidò inoltre le Tipo 60 Birdcage, Tipo 61 e 300 S.





Aggiungi un commento
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
13 maggio 2020 - 19:57
Dai primi muletti sembrava che avesse i fanali posteriori circolari 2 per lato, da queste foto non sembra.
Ritratto di remor
13 maggio 2020 - 20:13
Seppur meno estesi (a meno di parti celate) in vista frontale ricordano quelli dell'Alfa Gt di inizio millennio. Mi sa proprio che questa era nata per essere un'Alfa (idem il motore termico, non sarà accomunabile al V6 della Giulia? )
Ritratto di tuturbo
13 maggio 2020 - 20:29
Il V6 fifiat della ciulia è inaffidabile e dopo 20k km fonde
Ritratto di remor
13 maggio 2020 - 20:37
Detto proprio il numero limite sbagliato, visto che già solo il tracciato del Nurburgring è lungo più di 20km...
Ritratto di remor
13 maggio 2020 - 20:42
Ah, no, si intendeva 20.000 km. Fa piacere appurare che pian piano sta iniziando ad acquistare fiducia, la berlina italiana
Ritratto di Luzo
13 maggio 2020 - 23:02
la mia ne ha 135 mila e va come un orologio svizzero
Ritratto di supermax63
14 maggio 2020 - 22:07
Pasquale Ametrano ci delizia sempre con commenti molto intelligenti e brillanti
Ritratto di Pavogear
13 maggio 2020 - 21:58
Non credo che il V6 sia comune con quello della Giulia. Quello della Giulia è di stretta derivazione Ferrari e in parole molto povere e spicce è sostanzialmente il motore della Portofino castrato con 6 cilindri anziché 8. Il motore di questa MC20 è invece di intera progettazione Maserati. Dunque in comune avranno giusto la disposizione dei cilindri
Ritratto di Luzo
13 maggio 2020 - 23:05
ah, non è di stretta derivazione pentastar? ziobbbuono.......
Ritratto di Andre_a
14 maggio 2020 - 00:58
9
@Pavogear: è stato più volte smentito, il v6 della Giulia QV non è di derivazione Ferrari. L’unico legame sta nel fatto che alcuni degli ingegneri che l’hanno sviluppato avevano lavorato precedentemente a Maranello.
Pagine