NEWS

Mazzanti e MIEEG insieme per l’hypercar ibrida a idrogeno

Pubblicato 26 novembre 2021

Le due società italiane siglano un accordo per lo sviluppo di una vettura ibrida caratterizzata da un microgeneratore a idrogeno.

Mazzanti e MIEEG insieme per l’hypercar ibrida a idrogeno

PROGETTO TUTTO ITALIANO - La toscana Mazzanti Automobili negli anni si è ritagliata una nicchia nel mercato delle hypercar grazie alla sua Evantra (nelle foto). Ora guarda al prossimo passo, siglando un accordo con la MIEEG (MIcro Electric Energy Generator), con sede a Colleferro (Roma). L’obiettivo è quello di sviluppare un progetto di hypercar ibrida, con un range extender MIEEG miniaturizzato ad alta potenza alimentato ad idrogeno. La Mazzanti Automobili e la MIEEG dedicheranno i prossimi due anni allo sviluppo di questo nuovo progetto denominato “Evantra MMH” (Mazzanti-MIEEG-Hybrid). 

LA POTENZA NON MANCHERÀ - Dopo una prima fase di definizione dei requisiti tecnici, la MIEEG svilupperà il microgeneratore elettrico, sulla base del brevetto depositato nel 2017, mentre la Mazzanti Automobili si concentrerà sulla progettazione della nuova hypercar. Nel 2023 verranno effettuati i relativi test coniugando le due tecnologie. Secondo quanto comunicato dalle due aziende l’Evantra MMH avrà una potenza superiore a 800 CV e, grazie al microgeneratore alimentato con l’idrogeno contenuto nell’apposito serbatoio, sfruttando aria o ossigeno come comburente, sarà possibile coniugare prestazioni ed emissioni.





Aggiungi un commento
Ritratto di Flynn
27 novembre 2021 - 11:02
Interessante per gli altoatesini
Ritratto di Miti
27 novembre 2021 - 15:14
1
Escono più progetti di questo genere, prototipi o vetture finite che mi sto chiedendo dove finiremo in queste condizioni ?
Ritratto di Flynn
27 novembre 2021 - 15:36
Azzardo: finirà che il tipo di carburante definirà la classe sociale. Poi la benzina salirà a 5 euro e allora torneremo a camminare o al massimo a pedalare
Ritratto di Miti
27 novembre 2021 - 15:51
1
Non credo Flynn , e ti dico perché. Può questa gente avere tutti i soldi del mondo. Ma c'è una "sfiga" in tutta questa storia. E qui parlo esclusivamente del comparto auto. Per oltre 150 anni i soldi che noi abbiamo spesso in auto , in carburante o in ricambi e manutenzione le hanno messo in tasca cifre gigantesche. I petrolieri da una parte , le case auto da l'altra , i governi non ne parliamo. Se tutta questo fiume di soldi si ferma coda può succedere o che le rimane ? Sbranarsi tra di loro. Perché ad un certo punto questa voglia patologica di avere sempre di più vincerà e quello che possiede il suo "amico" con cento sessanta Ferrari&co nel suo garage sotterraneo o con quello che ha nei conti correnti nelle Cayman farà gola. E qui che non va bene. I poli da spennare servono. Per tenere occupato il amico/nemico. Ovviamente è una mia teoria.
Ritratto di Flavio8484
28 novembre 2021 - 19:35
Ma sai che leggevo proprio ora della norvegia?sembra che la forte ascesa di auto elettriche, abbia indotto il governo a chiedersi come reperire i soldi derivanti dai carburanti classici che non entrano piu, quindi pensano di "inventare" nuove tasse per le elettriche, insomma, gira che ti rigira, ti impongono di essere green, e poi la prendi sempre li, dove ce lo mettono da una vita...
Ritratto di Miti
28 novembre 2021 - 20:49
1
Flynn, quando un sistema si basa su tasse come la Comunità Europea , quando con i controlli fiscali poi fare ben poco perché si fanno solo per finta , quando con la minaccia delle perdite di posti di lavoro del settore auto termiche si crea una specie di psicosi delle auto elettriche che tu come stato/continente non hai nessuna possibilità di realizzare perché le tue ex fabbriche o le hai trasformato in ipermegamercati o le hai buttato giù come birilli e per costruire altre non hai i soldi perche si inizia con un "investimento" di 20 euro e alla fine finisce con 20 miliardi, quando la burocrazia è così grande che ti chiudi da solo il rubinetto del gas che tu insieme al sistema dittatoriale che odi così tanto hai costruito, quando nella lotta con un virus hai semplicemente aspettato che altri risolveranno il problema perché davanti ai salari stellari i tuoi ricercatori lavorano oltre oceano, quando scrivi sui ospedali aziende perché le vere aziende le hai fatto o andare in falimento o le hai fatto andar via , quando la democrazia la decidono i politici , gli stessi politici che prendono le mazzette e che una volta la su sembrano eterni, quando alle persone dopo la campagna per le elezioni l'unica cosa che sentono nel giorno del voto è solo una nausea teribile, quando si vuole fare in un giorno quello che non è stato fatto per anni , quando tu come continente vali sulla scena geopolitica quanto un fico secco , quando manca l'unità sindacale perché tra loro c'è la lotta a chi rimane più lavoratori visto che di lavoratori ce ben poco, quando ... Flynn sono così tanti di questi quando che potrei continuare al infinito. Ho sempre avuto una mia teoria sui Comunità europea. E ti do un esempio per farmi capire dal mio paese nei anni '60. Per capire quanto grande dovevi costruire un carro dovevi sapere quanti cavali avrai. l'Europa ha fatto un carro gigante pensando che di cavalli ne avrà. Potenti , ben nutriti , bellissimi. E numerosi. Tirare un pienissimo carro di ...tasse senza troppi sforzi. E al inizio forse era così. Per qualche anno poi ... poi siamo arrivati a questa situazione quando il carro e così grande e i cavalli trasformati in poni non reggono più. In questo momento tutto questo aggeggio è fermo. E di ripartire proprio non ne vuole. Ogni poni tira ormai in un altra direzione e per guidarli la su non c'è un solo uomo ma una marea di gente che non ne capisce nulla di come si fa. Ma ,come tutto questo non sarebbe abbastanza, adesso vogliono farli pure correre senza farli mangiare. Mi ricordo una barzelletta che mi l'ha detto una volta mio nonno. C'era un uomo ricco ma tirchio ha comprato un asino per lavorare il campo. Ma che ogni giorno lo faceva lavorare senza farlo mangiare nulla. E un giorno l'ha trovato morto nel fienile. Quando l'ha visto disse ... "Caspita meno male che ho preso un asino e non ho speso troppo. Appena abituato non mangiare nulla è morto ".
Ritratto di Oxygenerator
29 novembre 2021 - 10:15
Scusate, ma di cosa dovrebbe vivere uno stato ? Di oboli spontanei ? Di carità ? Le tasse si pagano a seconda del proprio reddito. Quale tipologia di paese avete in mente? Le tasse servono anche per mantenere un welfare a cui tanti accedono per, ad esempio, la salute, gli esami, gli interventi ( che hanno costi esorbitanti ), le case ad affitto calmierato , per le pensioni, etc etc. etc. Senza tasse dovremmo dire ai cittadini di questo paese “ arrangiatevi !” Ti capita la sfiga di dover fare l’appendicite? Ehh tra esami, chirurghi, sala operatoria, anestesista, degenza, ti costa 8000 €. Li hai ? Perfetto. Se no muori e ciao ninetta! Ti è venuto un tumore ? Se puoi pagare fiale da 4000 ai 10.000 € l’una è ok, se no, fai la fine di quello con l’appendicite. Perdi il lavoro ? Ehh mi dispiace, son k…i tuoi. Trovatene un’altro. E nel frattempo non mangi. Tutto sta a metterci d’accordo. Vogliamo tornare al far west, o continuare a vivere in uno stato democratico ? Si ma sono ladri. I ladri esistono. Come esistono i delinquenti, gli approfittatori, e anche le brave prrsone. Esistono, udite udite, persino gli onesti !
Ritratto di Miti
29 novembre 2021 - 13:33
1
Oxy, ti rispondo subito. DI LAVORO DEVE VIVERE UNO STATO. Fare imprese , controllarle , punire pesantemente se evadono. Uno stato deve avere le sue tasse. Ma per prima i soldi devono "uscire " dal lavoro e da un'economia sana. Non dalle tasse "sulla guerra del 1750 " Oxy. Uno stato deve incoraggiare il lavoro e l'impresa. Deve incoraggiare la ricerca. Deve incoraggiare l'economia verde. La politica deve essere solida e non perene. Due o tre mandati. Non di più. Il pessce, Oxy, inizia puzzare dalla testa. E un vecchio detto.
Ritratto di Oxygenerator
29 novembre 2021 - 15:03
@ Miti Si è un vecchio detto, ma è falso. Il pescee puzza tutto. In questo paese la democrazia c’è da quasi 80 anni. Siamo al governo numero 75. Non puó essere tutta colpa dei politici. È anche colpa di chi non vota, sbattendosene, e di chi vota, solo pro domo sua. Delle persone. Che demandano ai politici senza controllare. Che demandano ai politici senza ricordare. Si ricordi, che in questo paese si vendono i voti per 20 €. Qui, il pescee, puzza tutto, mi dia retta. Lo vede anche qui, sul forum. Quanti mistificano la realtà, per negarla, per il proprio tornaconto ? Quanti innescano discussioni assurde, solo per denigrare ció che non gli aggrada? Quanti innescano dinamiche negative per non accettare un cambiamento ? Questo è un piccolo specchio, di un paese piccolo piccolo, che finge di essere l’ombelico del mondo, ma che in realtà è un’altro buco e sull’orlo del fallimento da anni. Ma tanti. Abbiamo una mentalità gretta, meschina e invidiosa. E questo si ripercuote su tutto. Anche sulla politica, quindi anche sullo stato.
Ritratto di andrea10
29 novembre 2021 - 17:34
Purtroppo ha ragione .. Noi cittadini siamo i primi che cerchiamo di risparmiare sul professionista non facendoci far fattura , dallo specialista idem , dichiariamo 15.000 euro annui anche se siamo gioiellieri ecc ... Capisco chi lo fa adesso con le attuali tasse , ma centinaia di famiglie ed aziende hanno fatto l'ultimo schifo anche quando le tasse erano minime ed il potere di acquisto più alto di adesso.Chi aveva posti statali si metteva in malattia per farsi i suoi lavoretti extra , rubandolo tra l'altro al professionista che non poteva competere perchè obbligato a far fattura o comunque pagare delle tasse ... Ora abbiamo il reddito di cittadinanza per aiutare chi in difficoltà e arriva il furbo che lo percepisce senza diritto , lavorando in nero o facendo separazioni coniugali fittizie. Deve essere sempre lo Stato a non darti modo di rubare o devi esser tu cittadino?Della politica non parlo perché anche per esser consigliere comunale devi aver fatto favori a mezza città , altrimenti non ti considera neanche il tuo cane
Pagine