NEWS

McLaren: 18 nuovi modelli entro fine 2025

13 luglio 2018

La casa inglese guarda al futuro e annuncia investimenti per 1,2 miliardi di sterline. L'obiettivo è raddoppiare le vendite.

McLaren: 18 nuovi modelli entro fine 2025

OBIETTIVI A LUNGO TERMINE - Se il team di Formula 1 è lontano dai fasti degli Anni 80 e 90, quando vinse 9 titoli piloti e 7 costruttori, la divisione della McLaren che si occupa delle automobili stradali non è mai stata dinamica e come negli ultimi anni, tanto da aver stabilito nel 2017 il nuovo record di vendite (3.340 vetture). Il costruttore inglese non vuole “cullarsi” però su questi risultati e in occasione del Goodwood Festival of Speed 2018 ha presentato la nuova strategia Track25, che aggiorna quella illustrata nel marzo 2016 sulla scia dei buoni risultati ottenuti nel frattempo. Il nuovo piano è studiato in funzione del 2025, quando la McLaren si aspetta di vendere 6.000 automobili l'anno. Tutte continueranno ad essere fabbricate a mano nella storica fabbrica di Woking, come avviene oggi, ma per quella data cresceranno i concessionari nel mondo: dagli 86 di oggi si passerà a 100.

C'È ANCHE L'EREDE DELLA P1 - La McLaren ha in programma di investire circa 1,2 miliardi di sterline (1,35 miliardi di euro), messi in preventivo fino al 2025 per lanciare 18 fra nuovi modelli e derivate: la McLaren 570S è un nuovo modello, ad esempio, mentre la 570GT è considerata una derivata. Fra i 18 nuovi modelli ci sarà anche l'erede della McLaren P1, la hypercar ibrida costruita in 381 esemplari fra il 2013 e il 2015, un modello “icona” come lo è stato prima la mitica McLaren F1. Fra le righe del piano Track25 si legge inoltre che tutte le McLaren previste avranno il motore centrale e saranno anche ibride, tanto è vero che l'azienda ha in programma di lanciare un sistema per ricaricare velocemente la batteria dopo una sessione in pista. Questo perché l'ibrido della McLaren non è studiato solo per migliorare l'efficienza dell'auto e le sue percorrenze, ma può essere utilizzato anche come “boost” di potenza nelle accelerazioni o riprese, in maniera simile a quanto avviene sulle monoposto di Formula 1.

Aggiungi un commento
Ritratto di tramsi
13 luglio 2018 - 20:44
A momenti usciranno più nuovi nuovi modelli McLaren che FCA...
Ritratto di M9quattro
13 luglio 2018 - 22:02
Quello che ho pensato anche io...
Ritratto di gjgg
13 luglio 2018 - 21:45
1
Alla fine questa idea dell' hybrid boost pare sarà predominante fra le auto di un certo livello in quanto a sportività. Qualcuno sa se anche in triade ne montano/monteranno o si partirà da Porsche/Alfa in su?
Ritratto di tramsi
13 luglio 2018 - 23:20
Cioè, Alfa è come Porsche e quelle tre stanno sotto Alfa? Ma una clinica convenzionata, giusto anche per non leggerti per un bel po'?!?!
Ritratto di gjgg
14 luglio 2018 - 08:27
1
Domanda maggiormente chiarificata: Qualcuno sa se anche in triade ne montano/monteranno (DI HYBRID BOOST) o si partirà da Porsche (CON LA SUA 918 HYBRID, GIA' IN CORSO) / Alfa (CON LA SUA GTV HYBRID IN ARRIVO) in su (FERRARI, MCLAREN)?
Ritratto di Ercole1994
14 luglio 2018 - 09:55
Ma gjgg, nemmeno si sa niente delle GTV e 8C. I numeri snocciolati, sono increbili, ma finché non le vedrò realizzate, eviterei di fare paragoni a priori con Porsche, che è obbiettivamente 100 spanne su.
Ritratto di gjgg
14 luglio 2018 - 10:24
1
Sì, era per restare in tema all'articolo che parla di piani inglesi con orizzonte temporale 2025 (altrimenti anche commentare questo articolo a prescindere non avrebbe gran senso). A questo punto i piani temporali Alfa, che sono con orizzonte 2022 quindi 3 anni prima, mi sembra siano più che innestabili nel discorso. Sul fatto di Porsche poi ovviamente la 918 hybrid quale hypercar sarà per molti versi di certo staccatissima avanti alla GTV (era stata citata solo perché mi sembra al momento sia l'unica Porsche con l'ibrido sfruttabile come boost), tuttavia se come presumibilmente il modulo boost GTV si avvarrà dell'esperienza in materia dei cugini by Ferrari allora anche questa nuova Alfa potrebbe riservare certe soddisfazioni. Io prima che arrivassero non mi sarei certo aspettato che la berlina Alfa stesse davanti alla berlina Porsche e il Suv Alfa davanti ai Suv Porsche
Ritratto di gjgg
14 luglio 2018 - 10:25
1
Ad ogni modo, ribadisco, mi interessava inizialmente chiedere se qualcuno sa di costruttori che avrebbero in idea di applicare ibridi a funzione boost su auto non estremamente sportive (e costose). Perché trovo l'applicazione interessante
Ritratto di Giuliopedrali
14 luglio 2018 - 10:41
Il problema è proprio quello: nel campo delle sportive o supercar i modelli ormai si sprecano, con nuovi concorrenti di tutti i paesi del mondo, tra poco anche il Vietnam. Molto meglio puntare su auto di gran lusso berline SUV dove non mi sembra poi la concorrenza con poco artigianali ne spettacolari (però ipertecnologiche) tedesche e giap sia così sovrastante, cioè togliendo 3 marchi tedeschi e 2 giapponesi, ci sono forse degli spazi.
Ritratto di Ivan92
14 luglio 2018 - 13:30
6
Non sono sicuro di aver capito la domanda, cosa intendi per "funzione boost"? Te lo chiedo perchè la mia 3er ha la funzione e-boost (passa da 306 cv a 340 cv) ed è sul mercato già da anni. Se parliamo della stessa cosa non è mica una novità.
Pagine