L'anti Ferrari si chiama McLaren P1

10 marzo 2013

Uno sguardo ravvicinato all’ultimo gioiello della McLaren. Forma e funzione si incontrano dando vita ad una vettura spettacolare sotto ogni punto di vista.

L'anti Ferrari si chiama McLaren P1

LA STORIA SIAMO NOI - Il Salone di Ginevra 2013 passerà alla storia per aver mostrato al mondo le due supercar estreme più attese degli ultimi anni. Ovviamente parliamo della McLaren P1 e della Ferrari LaFerrari, con buona pace delle tante altre novità esposte. Come se Maradona e Pelè, tanto per fare un paragone extra-automobilistico, si fossero sfidati su uno stesso campo di calcio per la gioia degli spettatori. Sculture scolpite in gallerie del vento, capaci di prestazioni riservate fin’ora solo alle vetture di Formula 1. E proprio l’esperienza maturata dai due team nella massima competizione automobilistica ha gettato le basi per il raggiungimento di risultati straordinari e numeri spaventosi: 916 CV per l’inglese, 963 CV per l’italiana.

FORMA E FUNZIONE - Da vicino la McLaren P1 incute rispetto, quasi timore da qualsiasi angolazione. Bassa, anzi bassissima e larga evidenzia subito la sua natura da animale da pista. Ogni singolo dettaglio è stato studiato e progettato per essere funzionale al carico aerodinamico (stesso discorso per la Ferrari) e si vede. Il frontale è aggressivo, ci mancherebbe, ma ciò che impressiona di più è la coda. Dominata dal grande alettone posteriore a incidenza variabile, sembra uscita da un film di fantascienza. Lo sguardo è catturato dal diffusore in fibra di carbonio che, grazie allo scarico alto, non ha subito particolari vincoli strutturali. Le sottilissime luci a led quasi non si vedono ma, di notte, saranno sicuramente d’effetto. 
 
 
DIAMO I NUMERI - Il nome P1 sta per “primo posto”, ennesimo riferimento alla F1. Alla McLaren, non si stancano di ripeterlo, non hanno voluto creare la vettura più veloce al mondo in termini assoluti ma la più veloce su un circuito. E meno male verrebbe da dire, perché la P1 è in grado di toccare i 350 km/h (limitati elettronicamente), di raggiungere i 100 km/h in meno di tre secondi, i 200 km/h in meno di sette e i 300 km/h in meno di 17 secondi. Per raggiungere tali prestazioni i tecnici di Woking hanno “infilato” in posizione centrale-posteriore il 3.8 V8 Twin Turbo della 12C (rivisto in molti particolari tanto da meritare una sua denominazione specifica) abbinato ad un motore elettrico che porta la potenza combinata a quota 916 CV e 900 Nm di coppia massima. Il resto, dal DRS (che modifica l'incidenza della ali a comando), all’IPAS (che da una spinta supplementare con il motore elettrico), passando per i freni carboceramici e l’abitacolo minimalista è ormai carta conosciuta. Come è noto che solo 375 saranno i fortunati a poter guidare questo gioiello della tecnologia. 

 

VIDEO
McLaren P1
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
105
21
16
6
16
VOTO MEDIO
4,2
4.17683
164
Aggiungi un commento
Ritratto di Merigo
10 marzo 2013 - 18:15
1
Perché non possiamo comprarla tutti questa P1 ma solo in 375? E perché la LaFerrari possono solo in 499? E tutti noi, che siamo centinaia di migliaia, che possiamo e vogliamo comprarla, come facciamo? E' un'ingiustizia: mettiamo su una class action! Tornando serio, mi fa ridere questo contingentamento, con Luca-Luca che durante la presentazione ha fatto lo sborone dicendo (in un inglese a dire poco penoso: sentitevelo nel sito Ferrari!) che avevano richieste per il doppio, cioè 1.000: chi ci crede che Luca-Luca rinuncerebbe mai a 750 milioni di fatturato (500 x 1,5 milioni)? E anche di questa P1, se buttano lo stampino al 375° pezzo, vuole dire che a stento arrivano a venderle tutte!
Ritratto di fabri99
10 marzo 2013 - 19:19
4
Secondo me, ne fanno così poche per due motivi... Per prima cosa, se ne facessero a miliardi, non ci sarebbero abbastanza acquirenti che se la possano permettere... Comunque il vero motivo non è quello, visto che ci sono purtroppo più di 500 persone al mondo che possono permettersi auto come queste... Il vero motivo è l'esclusività, ovvero ciò che interessa ai ricchi... Perchè la McLaren X1, per esempio, era una One-off??? Perchè il suo acquirente voleva assicurarsi di essere l'unico ad averla... Così è un'auto rara ed esclusiva, perciò di grandissimo valore e molto costosa... E vuoi mettere andare in giro con un'auto che hai solo tu??? Ciao ;)
Ritratto di Merigo
10 marzo 2013 - 20:39
1
Te lo ripeto: quello del numero contingentato è solo Marketing. La verità è che un oggetto da 1,5 milioni non si può produrre se non su Commessa, né più né meno come le macchine utensili o, anche se ben più cari, gli aeromobili: se non c'è l'Ordine di un Cliente non si produce nulla. Così Ferrari con la lunga esperienza di "fuori listino" sa quali e quanti siano i Suoi Clienti collezionisti (quelli che hanno già comprato F40 e/o F50, ecc.) o Clienti tradizionali (quelli che hanno già comprato le GT a listino), e raccoglie quindi i pre ordini dal cui numero complessivo può determinare il prezzo (e questo punto è si analogo agli aerei). Saputo quindi quanti saranno i facoltosi Clienti che trasformeranno quel pre ordine in Ordine, a questo punto può fare finta di contingentare la vettura dichiarando quel numero "499" di pezzi disponibili ma, credimi che, se Cliente scontentato c'è, sono poche unità. Sicuramente il numero limitato fa si che quei 499 possessori ne trarranno un beneficio economico pari almeno alla goduria di guidarla. Ho letto recentemente infatti che da uno studio finanziario è risultato come le auto storiche diano una remuneratività ai possessori molto maggiore di qualsiasi altro bene mobile ed immobile compresi generi da collezione, quadri e sculture comprese. Quindi Ferrari offre loro un bene carissimo ma remunerativo, con soddisfazione reciproca. Credo che per McLaren il ragionamento sia analogo, anche se personalmente non ho mai sentito di vendite milionarie di vecchie McLaren.
Ritratto di Mattiaaq
10 marzo 2013 - 18:40
Le cafonate delle nuove supercar erano partite con lo spoiler che si alzava sopra una certa velocità che tutti tenevano su per farlo vedere, poi hanno messo il launch control utilissimo quando si parte dal casello dell'autostrada, ora è la moda del kers e drs, che almeno il 98% dei possessori di P1 e Ferrari non lo useranno mai. Cmq questa p1 ha un frontale un po' da pesce drogato che sorride
Ritratto di Chromeo
10 marzo 2013 - 19:03
Trova tu un metodo per aumentare la deportanza, per chiamarle cafonate facci sentire cosa guidi ? una F1 con la velocità massima di un dragster, la Ferrari e questa sono auto strepitosa con tecnologie mai viste prima, ma visto che per te sono auto con la faccia da pesce drogato nessuno ti obbliga a comprarle
Ritratto di ceccorapo
10 marzo 2013 - 19:13
Almeno,questa non si chiama LaMcLaren.
Ritratto di mustang54
10 marzo 2013 - 19:47
2
seppur bella, è offensivo nei confronti de LaFerrari...la P1 esce da "Burnout", la Ferrari esce da un sogno...
Ritratto di Mattiaaq
10 marzo 2013 - 21:57
Io guido una r1100s una scenic a gpl e una chaterham 7 e la deportanza a meno che non prendi una curva a 240 serve a poco e a pochi
Ritratto di Chromeo
11 marzo 2013 - 18:30
Se no io metterei una prova del mio R6 2)Non credo che una Scenic abbia bisogno di deportanza e non credo che tu possegga una Caterham 7 se no ne avresti fatta una prova e l'avresti pubblicata e sapresti almeno come si scrive PS quando rispondi ad un utente sei pregato di mettere la risposta in "rispondi" perchè non credo che uno apre lo stesso articolo tutti i giorni
Ritratto di Subaru_Impreza
12 marzo 2013 - 15:01
La deportanza a meno che non prendi una curva a 240 serve a poco e a pochi??? Ma di che roba ti fai??? Vantati di avere poi un'auto di una marca che non sai nemmeno scrivere (anche se non sei molto credibile).
Pagine