NEWS

Mega richiamo della FCA: 1,9 milioni di auto

16 settembre 2016

All’origine dell’iniziativa tre incidenti mortali per un problema agli airbag del gruppo Fiat Chrysler.

 Mega richiamo della FCA: 1,9 milioni di auto

PRODUZIONE AMERICANA - Tre morti e cinque feriti in incidenti in cui l’airbag non ha funzionato appropriatamente hanno portato il gruppo FCA a promuovere una vasta azione di richiamo che coinvolge 1,9 milioni di auto. I modelli interessati sono le Chrysler Sebring e 200, le Dodge Caliber e Avenger, le Jeep Patriot e Compas; tutte vendute tra il 2010 e il 2014. Oltre a queste nell’elenco c’è anche la Lancia Flavia (prodotta negli Usa su base Chrysler) del periodo 2012-2013. Circa 1,4 milioni delle vetture in questione sono state vendute negli Stati Uniti; quasi 143 mila in Canada; le rimanenti in altri paesi.

FENOMENO PREOCCUPANTE - Questo richiamo della FCA è solo un a delle iniziative del genere che coinvolgono un  numero molto grande di veicoli. Non più di una settimana fa, per esempio, la General Motors ha varato un intervento del genere per 4,3 milioni di auto, anche in questo caso per problemi riguardanti gli airbag (per la precisione a causa di un difetto del software di gestione). Il difetto ricorda quello ora affrontato dalla FCA con il suo richiamo, ma non si tratta dello stesso problema. Gli airbag paiono essere diventati il punto debole dei sistemi di sicurezza delle auto. Le campagne di richiamo o le denunce di malfunzionamento negli ultimi mesi si sono moltiplicate, interessando svariati milioni di auto e diverse aziende. 

IL GRANDE RICHIAMO - Nel febbraio scorso la Continental Automotive Systems ha ammesso di aver fornito alle case automobilistiche sistemi di controllo degli airbag potenzialmente difettosi. Le auto interessate sono circa 5 milioni, costruite negli ultimi cinque anni. In agosto le autorità americane per la sicurezza hanno deciso di sottoporre a verifiche ben 8 milioni di airbag prodotti dalla ARC Automotive, in seguito a un incidente mortale avvenuto con un’auto di marca Hyundai. Del resto nel maggio scorso la NHTSA (l’ente americano per la sicurezza dei trasporti) abbia dichiarato che le case dovranno richiamare dai 35 ai 40 milioni di veicoli che montano airbag della giapponese Takata.





Aggiungi un commento
Ritratto di JTD16
18 settembre 2016 - 21:11
Takata...ancora lei
Ritratto di caronte
13 novembre 2016 - 14:42
Scusa perché le auto perfette esistono?