NEWS

Mercato europeo dell'auto: +1,2% nel 2019

Pubblicato 16 gennaio 2020

Nel 2019 le consegne nei paesi dell’UE crescono leggermente rispetto all’anno precedente: il totale è di 15.340.188 veicoli.

Mercato europeo dell'auto: +1,2% nel 2019

LA GERMANIA NON DELUDE - Con un decisivo “colpo di reni” a dicembre, quando le immatricolazioni sono aumentate del 21,7% (1.215.076 unità), il mercato europeo delle auto nuove manda agli archivi un 2019 tutto sommato positivo: le consegne nei paesi dell’Unione Europea hanno raggiunto i 15.340.188 unità, l’1,2% in più rispetto al 2018. Positivo il bilancio della Germania, che si riconferma il primo mercato europeo per le auto nuove: nel 2019 sono state targate 3.607.258 vaicoli, il 5% in più del 2018. Sono cresciute anche le consegne in Francia, che cresce dell’1,9% per un totale di 2.214.279 veicoli, mentre l’Italia è rimasta in linea di galleggiamento con un più 0,3% e 1.916.320 pezzi consegnati. Fra i 5 mercati principali, hanno deluso Regno Unito e Spagna: Oltremanica il calo è stato del 2,4% (2.311.140 unità), mentre il Paese mediterraneo ha registrato una flessione del 4,8% per un totale di 1.258.260 nuove immatricolazioni. 

VOLKSWAGEN RESTA N°1 - Il costruttore di maggior successo in Europa è stato Il Gruppo Volkswagen, con 3.735.099 nuove immatricolazioni: è il 3,1% in più rispetto al 2018. Stabile la marca Volkswagen, cresciuta dello 0,3% fino a 1.175.366 nuove auto, mentre l’Audi ha guadagnato il 2,3%, la Skoda il 4,2% e la Seat l’11,8%. Ottimo anche il 2019 della Porsche, che si è migliorata del 13,5% fino a raggiungere le 75.149 unità. Al secondo posto fra i gruppi c’è il Gruppo PSA, con 2.433.781 immatricolazioni (l’1,1% in meno), che ha scontato l’anno difficile dei suoi marchi di punta: la Peugeot ha perso lo 0,4%, chiudendo l’anno con 952.358 consegne, mentre la Opel ha ceduto il 7,6% a 803.261 esemplari. Positivi il 6,6% in più della Citroën e il 10,2% in più della DS. Sul podio c’è anche il Gruppo Renault, cresciuto dell’1,1% a 1.631.512 nuove immatricolazioni grazie al successo di Dacia: ha guadagnato il 10,4% a 572.813 nuove immatricolazioni. In calo la Renault, scivolata del 3,5% fino a 1.049.498 esemplari. 

LA FCA È OTTAVA - Quarto il Gruppo Hyundai, in crescita del 2,8% a 1.039.999 esemplari, che si mantiene davanti al Gruppo BMW (1.006.632 unità, l’1,7% in più) e alla Daimler, che controlla i marchi Mercedes e Smart: le vendite sono passate da 935.057 a 984.781, per un aumento del 5,3%. Settima la Ford, con 948.057 nuove immatricolazioni (l’1,3% in meno), e ottava la FCA, per cui il 2019 è stato un anno da dimenticare: ha perso il 7,3% ed è passata da 1.001.864 a 928.873 esemplari, complice il 7,2% perso dalla Fiat (a 651.080 vetture). Sono nella top ten anche il Gruppo Toyota, con 767.903 nuove immatricolazioni (il 4,9% in più), e la Nissan, che ha perso il 19,6% a 380.982 unità.

LA CLASSIFICA DEI COSTRUTTORI

  Gennaio-dicembre 2019
  Quota (%) Consegne Differenza (%)
  19 18 2019 2018 19-18
VW Group 24,3 23,9 3.735.099 3.622.886 +3,1
VOLKSWAGEN 11,2 11,3 1.715.366 1.710.252 +0,3
SKODA 4,8 4,6 730.218 700.888 +4,2
AUDI 4,7 4,6 716.780 700.433 +2,3
SEAT 3,2 2,9 492.356 440.451 +11,8
PORSCHE 0,5 0,4 75.149 66.192 +13,5
ALTRI 0,0 0,0 5.230 4.670 +12,0
PSA Group 15,9 16,2 2.433.781 2.460.302 -1,1
PEUGEOT 6,2 6,3 952.358 956.275 -0,4
OPEL/VAUXHALL 5,2 5,7 803.261 869.437 -7,6
CITROEN 4,1 3,9 629.007 589.973 +6,6
DS 0,3 0,3 49.155 44.617 +10,2
RENAULT Group 10,6 10,6 1.631.512 1.613.549 +1,1
RENAULT 6,8 7,2 1.049.498 1.087.686 -3,5
DACIA 3,7 3,4 572.813 518.913 +10,4
LADA 0,0 0,0 4.954 5.149 -3,8
ALPINE 0,0 0,0 4.247 1.801 +135,8
HYUNDAI Group 6,8 6,7 1.039.999 1.011.452 +2,8
HYUNDAI 3,6 3,5 546.100 527.772 +3,5
KIA 3,2 3,2 493.899 483.680 +2,1
BMW Group 6,6 6,5 1.006.632 989.900 +1,7
BMW 5,2 5,1 795.474 778.552 +2,2
MINI 1,4 1,4 211.158 211.348 -0,1
DAIMLER 6,4 6,2 984.781 935.057 +5,3
MERCEDES 5,7 5,5 872.014 838.358 +4,0
SMART 0,7 0,6 112.767 96.699 +16,6
FORD 6,2 6,3 948.057 960.136 -1,3
FCA Group 6,1 6,6 928.873 1.001.864 -7,3
FIAT 4,2 4,6 651.080 701.750 -7,2
JEEP 1,1 1,1 161.835 163.602 -1,1
LANCIA/CHRYSLER 0,4 0,3 58.903 48.806 +20,7
ALFA ROMEO 0,3 0,5 50.830 78.946 -35,6
ALTRI 0,0 0,1 6.225 8.760 -28,9
TOYOTA Group 5,0 4,8 767.903 731.976 +4,9
TOYOTA 4,7 4,5 713.773 686.917 +3,9
LEXUS 0,4 0,3 54.130 45.059 +20,1
NISSAN 2,5 3,1 380.982 473.813 -19,6
VOLVO CAR CORP. 2,1 2,0 323.293 300.702 +7,5
MAZDA 1,6 1,5 246.788 223.782 +10,3
JAGUAR LAND ROVER Group 1,4 1,5 218.987 229.250 -4,5
LAND ROVER 1,0 1,0 147.357 148.790 -1,0
JAGUAR 0,5 0,5 71.630 80.460 -11,0
MITSUBISHI 0,9 0,9 138.003 133.438 +3,4
HONDA 0,8 0,9 116.945 130.638 -10,5


Aggiungi un commento
Ritratto di andrea120374
16 gennaio 2020 - 12:31
2
I soliti bla bla bla qua dentro guardino solo un dato .....Alfa Romeo
Ritratto di Andrea Ford
16 gennaio 2020 - 15:55
Storico sorpasso della Lexus nel 2019: 54.130 (+20,1%) vs 50.830 (-35,6%). L' Italia dovrebbe dare un contributo molto maggiore imho e comprare più Alfa Romeo quando possibile. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Nigani
16 gennaio 2020 - 16:12
Nonostante non straveda per Alfa Romeo, è veramente assurdo che Lexus venda di più.
Ritratto di Oxygenerator
17 gennaio 2020 - 10:50
@ Nigani Salga su una Lexus e si accorgerà delle enormi differenze con Alfa Romeo. Non è assurdo. È normale quando si provano le cose sulla propria pelle, scevri da sovrastrutture e ideologie dimenticate nel tempo.
Ritratto di Nigani
17 gennaio 2020 - 16:17
La lexus ct, nello specifico, internamente sembra un'auto anni '90.
Ritratto di ziobell0
17 gennaio 2020 - 09:56
Alfa ha 2 modelli a listino. Neanche una start-up nata tre giorni fa sarebbe così misera. Che numeri vogliono fare? Senza una segm. C e un suv segm.C ...
Ritratto di 82BOB
16 gennaio 2020 - 12:40
Dati tristi per i marchi italiani... speriamo in Tavares per il futuro!
Ritratto di BioHazard
16 gennaio 2020 - 13:04
Boh alla fine considerando che sono uscite di scena Punto e Mito, che Ypsilon ha 9 anni, che Giulietta ne ha 10, che Fiat ha solo 5 modelli e che non è stata lanciata neanche una novità negli ultimi 2 anni, alla fine un -7% non è neanche una tragedia. Ricordiamoci poi che FCA è l'unico gruppo generalista a non avere una segmento B.
Ritratto di Nigani
16 gennaio 2020 - 15:25
FCA vende meno del gruppo BMW il cui modello d'attacco costa 3 volte il modello d'attacco di FCA. Il 7% in meno è dovuto a un 2018 scadente.
Ritratto di Sepp0
16 gennaio 2020 - 15:51
BMW vende il grosso in un paese dove lo stipendio medio è doppio del nostro e l'auto è uno status symbol come in nessun altro paese d'Europa. FIAT non lancia un modello nuovo dai tempo di 500X e tutte le auto che ha a catalogo hanno più anni del papa (i restyling non contano, Panda, 500 e 500L sono praticamente sempre uguali dalla loro uscita). BioHazard ha ragione.
Pagine