NEWS

Mercedes-AMG GT Black Series: votata alla pista

Pubblicato 15 luglio 2020

Debutta la versione più estrema della supercar Mercedes GT, con estese modifiche all’aerodinamica e al motore, che raggiunge i 730 CV. 

Mercedes-AMG GT Black Series: votata alla pista

È SINONIMO DI PRESTAZIONI - Per la versione più prestazionale della supercar Mercedes-AMG GT, la casa tedesca ha ripreso il nome Black Series, utilizzato fin dal 2006 per i suoi modelli più sportivi ed esclusivi. È nata così la Mercedes-AMG GT Black Series, una coupé talmente estrema da far segnare nuovi standard per il costruttore. Il motore, ad esempio, è il più potente V8 mai prodotto dalla AMG: deriva dal 4.0 bi-turbo di cui sono dotate le altre versioni della GT, ma è stato largamente riprogettato e ha l’albero motore piatto anziché a gomiti, che gli conferisce maggiore compattezza, migliori prestazioni e una sonorità ancora più cupa e grintosa.

145 CV IN PIÙ - Il motore V8 della Mercedes-AMG GT Black Series, che in virtù degli aggiornamenti cambia nome (diventa M178 LS2), riceve intercooler maggiorati e ha una nuova girante del compressore, che fa arrivare più aria ai turbo: la portata può raggiungere i 1.100 kg all’ora, 200 kg in più rispetto alla AMG GT R, e ciò assicura un bel miglioramento in termini di prestazioni. La casa tedesca ha ridotto anche gli attriti dei turbo, con l’obiettivo di migliorarne l’efficienza. Queste modifiche hanno fatto lievitare la potenza, che raggiunge i 730 CV, e la coppia, di 800 Nm, vale a dire 145 CV e 100 Nm rispetto alla già velocissima versione AMG GT R. Il limite massimo di rotazione del motore raggiunge i 7.200 giri, assai elevato per un otto cilindri con due turbo. 

PER PILOTI - La Mercedes-AMG GT Black Series monta un’evoluzione del cambio robotizzato a doppia frizione e 7 marce che equipaggia le GT meno potenti, alloggiato posteriormente per meglio ripartire i pesi: è stato rinforzato (per fare fronte alla maggiore coppia) e alleggerito, tramite l’adozione di un nuovo albero di collegamento al motore, realizzato in fibra di carbonio e pesante 13,9 kg, il 40% in meno di quello standard. La trazione è posteriore, dunque la GT Black Series non è un’auto alla portata di tutti, come fanno ben intendere le sbalorditive prestazioni: 0-100 in 3,2 secondi, 0-200 in meno di 9 secondi e 325 km/h di velocità massima. I piloti più esperti possono anche escludere l’Esp, in modo da avere il pieno controllo dell’auto per quando la guidano in pista.

LOOK DA GARA - Per rendere la GT Black Series efficace in pista, la Mercedes-AMG ha compiuto un esteso lavoro di perfezionamento, che prevede l’adozione di pneumatici appositamente sviluppati dalla Michelin (su ruote alleggerite di 19” all’avantreno e di 20” al retrotreno), l’utilizzo di leggeri e performanti dischi freno in materiale composito, la specifica messa a punto delle sospensioni regolabili e l’alleggerimento della barra di torsione anteriore, del cofano anteriore e della parte posteriore del fondo della carrozzeria, realizzati in fibra di carbonio. Specifiche per la Black Series sono anche la mascherina, ampliata per favorire il passaggio dell’aria verso il motore ed i freni, e l’aerodinamica, che si caratterizza per l’enorme ala posteriore: nella parte centrale è presente un’appendice mobile, la cui inclinazione varia elettricamente per favorire la scorrevolezza dell’auto o la resistenza all’avanzamento, migliorando così la capacità dell’auto di rallentare rapidamente.

Mercedes AMG GT Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
186
59
31
23
34
VOTO MEDIO
4,0
4.02102
333




Aggiungi un commento
Ritratto di Cilindrata
15 luglio 2020 - 19:12
Stupenda. BMW e Audi non riescono a produrre auto così belle.
Ritratto di Paolo Giulio
15 luglio 2020 - 20:34
A me non ha mai convinto del tutto il "dietro"... lo spiovente che richiama (un po' tanto) quello delle 911... mmmmmh... preferisco di gran lunga la resa del "dietro" nella versione Roadster... infatti, se non avessi altre esigenze, una C era già in garage al posto della Velar (obv non a parità di costo)... ^_^ ... cmq, questa BS è una vera "bestia"... impressionante e per pochi.
Ritratto di Alexmin
15 luglio 2020 - 21:03
Dal montante al retro la trovo bellissima. Il muso però, soprattutto la mascherina, no... Veramente trooopppooo tamarro. In generale però bella macchina. Certo, bisogna vedere il prezzo, alte case con gli stessi soldi probabilmente ti danno un elicottero.
Ritratto di 82BOB
15 luglio 2020 - 22:21
Vettura dai contenuti pazzeschi... peccato sia come Jessica Rizzo nel corpo di Angela Merkel!
Ritratto di vittobra
16 luglio 2020 - 12:25
Mi limito all'estetica, design da Tamarri...
Ritratto di pierfra.delsignore
16 luglio 2020 - 16:53
4
Non è tamarra è una GT4 omologata da strada mah giocattolo per giovani miliardari e figli, giusto per non prendere il carrello e portarla direttamente in pista.
Ritratto di neuropoli
17 luglio 2020 - 13:41
secondo te fanno un'auto da pista per essere bella o veloce?
Ritratto di Dorian
16 luglio 2020 - 12:33
Scusate la precisazione redazione, ma scrivere che avendo adottato l’albero motore piatto, non è più a gomiti è come dire che un’auto che ha le quattro ruote sterzanti, ha le ruote quadrate. L’albero motore piatto ha i gomiti e, li ha disposti a 180 gradi, questo andrà ad influire sull’ordine di accensione. Grazie
Ritratto di lordpba
16 luglio 2020 - 16:43
8
Oddio, esteticamente è molto più equilibrata e armoniosa il modello base...
Ritratto di Lorenz99
17 luglio 2020 - 00:12
VA BENE CHE È UNA VERSIONE TRACK ORIENTED, MA SEMBRA PROGETTATA DAL REPARTO HOTWHEELS.... UN MINIMO DI COERENZA COL MARCHIO ANDREBBE MANTENUTA.
Pagine